MEL GIBSON: Avrebbe Potuto Essere Grande…

Articolo primo: per essere considerati APEG bisogna aver dimostrato indubbio talento in più di un’occasione.

MG lo ha dimostrato.
braveheathransomcomplotto
Articolo secondo: bisogna altresì aver sprecato detto talento con interpretazioni decisamente scadenti.

MG ha fatto anche questo.

L’elenco sarebbe lungo. Mi limito a 4 titoli:

  • ARMA LETALE 4 (R. Donner, 1998) – il personaggio di Riggs è ormai un limone spremuto; meno male che non c’è stato un quinto episodio
  • WHAT WOMEN WANT (N. Meyers, 2000) – MG avrebbe voluto essere il Cary Grant del terzo millennio; missione impossibile
  • SIGNS (M. N. Shyamalan, 2002) – tra il reverendo Hess e gli alieni è gara: chi è il più inespressivo? vince il reverendo
  • WE WERE SOLDIERS (R.Wallace, 2002) – questa volta il modello è John Wayne; ci vuol altro…

Si potrebbe aggiungere lo schizofrenico Walter Black di MR. BEAVER.

Ma questo film (non particolarmente riuscito) è il primo in cui sono stato affascinato da Jennifer Lawrence.

La luce riflessa dal quadrato costruito sull’ipotenusa quarantaquattro gatti in fila per sei (J. Lawrence mi fa impazzire) chi va al mulino si infarina tanto va la gatta al lardo se la montagna non va a Maometto Maometto impara a zoppicare chi va piano va a Positano chi va col mafioso crea un partito chi muore giace e chi vive va a Squillace al contadino non far sapere dopo i confetti escono i difetti campa cavallo che l’erba cresce tutti i nodi vengono al pettine né di Venere né di Marte non si dà principio all’arte per un punto Martin perdé la Coppa dei Campioni…

Annunci
Published in: on settembre 18, 2014 at 7:57 am  Comments (5)  
Tags: , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://ilbibliofilo.wordpress.com/2014/09/18/mel-gibson-avrebbe-potuto-essere-grande/trackback/

RSS feed for comments on this post.

5 commentiLascia un commento

  1. DISSENTO! What Women Want – Quello che le donne vogliono è uno dei film più deliziosi di MG. A mia modesta opinione.

    Mi piace

    • chiarisco
      IL FILM NON E’ AFFATTO MALE (Farinotti lo elogia, MyMovies gli dà 3,32 su 5, anche IMDb lo giudica sopra la sufficienza…); per le femministe è un cult (ci vuole un miracolo perché un maschio capisca le donne…)
      ma è l’interpretazione di MG che lascia a desiderare: in un ruolo brillante bisogna essere più espressivi (Gene Kelly, Cary Grant, J. Stewart docent) e invece ci troviamo davanti la solita faccia da poker

      Mi piace

      • Lui è anche già vecchiotto e poco affascinante,in quel film,e a me le femministe stanno sul culo da morire,quindi quel film l’ho odiato.Mi piace Mel nelle parti da villain che gli stanno affibbiando ultimamente 😉

        Mi piace

  2. Chissà cosa hai detto con le foto di Jennifer nuda…(quasi quasi inizio anch’io a chiamarla per nome….)

    Mi piace

  3. […] Mel Gibson (post del 18-9-14) […]

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: