a proposito di MALEFICENT e del suo (inspiegabile?) successo

In questa stagione sono più pigro del solito.

In particolare non ho lo sbattimento di recensire i film che abbiamo visto.

Bisogna rimediare. Entro la settimana elencherò i migliori (“al di sopra del BAH”) i BAH e le fetecchie.

Tra i BAH (=occasione mancata, qualche lode e qualche infamia) annovero MALEFICENT, la storia (loffia) della strega che lanciò la malapasqua sulla figlia del re (in seguito nota come Bella addormentata in the wood).

Sono sicuro che sia un BAH? Yes, I am.

Come spiegare il successo al botteghino? I quasi 13milioni di incasso, in una stagione moribonda come questa?

  • il pubblico femminile? nella storia, quasi totalmente stravolta rispetto alla tradizione, i maschietti sono una delusione; il bacio del vero amore (l’unico che può svegliare la principessa) NON è quello del Principeazzurro (un vero babbeo), ma proprio quello della Maleficenta.
  • il buonismo di fondo, in base al quale i “cattivi” non sono mai del tutto cattivi? per la verità, anche a me ogni tanto vengono i “cinque minuti” di incazzatura (durante i quali stramaledico principi e principesse) ma poi mi calmo; possibile che a questa qui i cinque minuti durino 16 anni?
  • c’è guerra e un bel po’ di morti? ai brufolosi adolescenti che hanno popolato le sale per LO HOBBIT (con annesso drago) piace qualsiasi storia dove muore tanta gente…

Morale della favola: quasi 2 milioni di biglietti staccati.

Superando Bilbo, il Lupo di WS, Spiderman, Verdone, Christian “colpi di fortuna” Desica e la Cortellesi.

Annunci

un APEG italiano; dotato di indubbie capacità musicali e istrioniche, ha provato anche la via del cinema… BAH!

Avrebbe Potuto Essere un Grande attore.

Si sono occupati di lui registi di grosso calibro: Lattuada, Germi, Dario Argento… (persino Fellini gli ha riservato un ruolo cammeo nella DOLCE VITA).

Ma questo APEG ha imparato poco da loro. Anzi, si è voluto dirigere da solo con risultati imbarazzanti (per usare un eufemismo).

Elencherò, dopo le immagini, alcune sue interpretazioni. Giudica tu, che sei capitato qui per tua libera scelta o per puro caso, quale sia stato il meglio e quale il peggio di Adriano Celentano.
celentanobingoadolfadrian
1968 SERAFINO (P. Germi) accanto a Ottavia Piccolo

1972 BIANCO, ROSSO E… (A. Lattuada) accanto a Sophia Loren

1975 YUPPI DU (A. Celentano) accanto a Charlotte Rampling

1977 ECCO NOI PER ESEMPIO… (S. Corbucci) accanto a Renato Pozzetto e a Capucine

1978 GEPPO IL FOLLE (A. Celentano) accanto a Claudia Mori

1978 ZIO ADOLFO IN ARTE FUHRER (Castellano e Pipolo) – A. C. interpreta 2 gemelli (uno nazista, l’altro antinazista); difficile dire in quale ruolo reciti peggio

1982 BINGO BONGO (P. Festa Campanile) accanto a Carole Bouquet

1984 LUI E’ PEGGIO DI ME (E. Oldoini) accanto a Renato Pozzetto

1985 JOAN LUI (A. Celentano) accanto a Claudia Mori

1992 JACKPOT (M. Orfini) accanto a Kate Vernon

 

Published in: on giugno 27, 2014 at 12:19 pm  Comments (3)  
Tags:

ciao, Eli

Ti avevo dedicato molto spazio e speravo di farlo ancora in occasione del 100° compleanno.

Stavolta metto qui una tua foto (sei venuto bene, direi) e poi…
padrino
… ti incarico di salutare da parte mia (e di Clint) un vecchio amico. Vi ha preceduti sul vecchio sentiero tra le montagne…
val cleef
Ah, dimenticavo di aggiungere che Clint vi raggiungerà: avrete un sacco di cose da dirvi. Ma non subito.

C’è tempo.

Published in: on giugno 25, 2014 at 12:48 pm  Comments (2)  
Tags: , , , ,

APEG (Avrebbero Potuto Essere Grandi)

Questa estate voglio dedicarmi a un nuovo argomento.

Parlerò di attrici/attori che hanno dimostrato in certi casi un indubbio talento, ma dopo hanno sbracato di brutto.

Non proprio meteore. Comete, direi: quando passano vicino al sole (a un bravo regista) scintillano, poi tornano nell’ombra.

Avrebbe potuto essere un grande attore, ad esempio, John Travolta.

Ne riassumo qui le alterne vicende. Poi qualche immagine. Poi elenco le principali interpretazioni, lasciando (a chi vuole) l’onere di valutarle.

BREVE BIOGRAFIA DI UN APEG

Sa ballare. Se la cava anche nel canto. Successo mondiale (a 23 anni) con LA FEBBRE DEL SABATO SERA. GREASE, altro successo. Seguono prove meno convincenti (ATTIMO PER ATTIMO, URBAN COWBOY, STAYING ALIVE, DUE COME NOI e la trilogia di SENTI CHI PARLA).

JT ha 40 anni quando Tarantino gli dà la parte di Vincent in PULP FICTION. Ballando con Uma Thurman ritrova il successo. Premio importante (Golden Globe) per la sua interpretazione in GET SHORTY.

Dopo questi momenti magici, la sua filmografia enumera prove imbarazzanti (PHENOMENON, BROKEN ARROW, MICHAEL, SHE’S SO LOVELY, MAD CITY ecc) fino al peggio del peggio: BATTAGLIA PER LA TERRA, “premiato” con 9 Razzie Awards.

Riuscirà la cometa JT a riprendere luminosità? Forse che sì, forse che no. La sua prova en travesti nel film HAIRSPRAY non era tanto male. Inoltre in USA si offrono buone parti anche agli over 60…
travoltapulpjohn
Elenco film:

  • CARRIE – LO SGUARDO DI SATANA (1976)
  • LA FEBBRE DEL SABATO SERA (1977)
  • GREASE (1978)
  • ATTIMO PER ATTIMO (1979)
  • URBAN COWBOY (1980)
  • BLOW OUT (1981)
  • STAYING ALIVE (1983)
  • PERFECT (1985)
  • SENTI CHI PARLA (1989)
  • SENTI CHI PARLA 2 (1990)
  • SENTI CHI PARLA ADESSO! (1993)
  • PULP FICTION (1994)
  • GET SHORTY (1995)
  • BROKEN ARROW (1996)
  • PHENOMENON (1996)
  • MICHAEL (1996)
  • SHE’S SO LOVELY (1997)
  • FACE/OFF – DUE FACCE DI UN ASSASSINO (1997)
  • MAD CITY – ASSALTO ALLA NOTIZIA (1997)
  • I COLORI DELLA VITTORIA (1998)
  • LA SOTTILE LINEA ROSSA (1998)
  • A CIVIL ACTION (1998)
  • BATTAGLIA PER LA TERRA (2000)
  • MAGIC NUMBERS (2000)
  • CODICE: SWORDFISH (2001)
  • THE PUNISHER (2004)
  • UNA CANZONE PER BOBBY LONG (2004)
  • BE COOL (2005)
  • HAIRSPRAY – GRASSO E’ BELLO (2007)
  • PELHAM 123 – OSTAGGI IN METROPOLITANA (2009)
  • FROM PARIS WITH LOVE (2010)
  • LE BELVE (2012)
Published in: on giugno 24, 2014 at 12:46 pm  Comments (5)  
Tags:

TEMA DELLA MATURITA’: TIPOLOGIA D

Come il mazzo (della briscola) ha 40 carte ci sono 40 luoghi comuni che in un tema sono sempre utili.

Li ho elencati qui evidenziandoli: se non vi sembrano usati bene poco male. Rimescolate il mazzo.

Usateli e sfangherete la sufficienza, qualsiasi argomento (storico-artistico-letterario-socioeconomico-scientifico-tecnologico-ecc) i cervelloni del ministero avranno scelto.
ministero
Noi giovani abbiamo ereditato una situazione difficile: “il mondo è fuori dei cardini ed è un dannato scherzo della sorte ch’io sia nato per rimetterlo in sesto..” (Shakespeare funziona sempre; la commissione apprezzerà).

E’ così in tutto il mondo, ma sopratutto in Italia, un meraviglioso paese che non riusciamo a non amare. Pur disponendo di un patrimonio artistico impressionante, di ricchezze ambientali affascinanti, di una gloriosa tradizione, siamo in braghe di tela.

Colpa del malcostume politico? Della millenaria collusione tra malavita organizzata e istituzioni? Della mancanza di senso morale dell’itala stirpe? (anche citare Mazzini non guasta)

Aperta parentesi. Pare che l’uccisione di Remo da parte di Romolo sia stata commissionata dal clan dei Casalesi. Le indagini seguono una nuova pista. Chiusa parentesi.

Occorre dunque ritrovare e consolidare il senso del dovere. Dobbiamo sentire l’esigenza di un profondo rinnovamento della società.

Una società più giusta, fondata sull’onestà, sul reciproco rispetto, sulla solidarietà, sulla tolleranza.

Perché proprio dall’anarchia morale a tutti i livelli derivano i problemi economici del mondo globalizzato. A partire dalla crisi delle banche del 2008, a sua volta provocata dall’eccessiva cartolarizzazione dei mutui subprime (non preoccupatevi se non è chiaro: chi correggerà il vostro tema ne sa meno di zero), si è attuata una perversa spirale recessiva che ha causato ondate di licenziamenti, di delocalizzazione di industrie nel terzo mondo, di truffe e di colossali evasioni fiscali.

Per non parlare dei problemi ambientali, causati dal fatto che in molti paesi (mancando la democrazia e quindi l’opinione pubblica) non esistono efficaci controlli sull’inquinamento e sulla iperproduzione di CO2, con conseguente vertiginoso aumento dell’effetto serra.

Interi continenti sono ridotti alla fame. Milioni di profughi lasciano le loro terre in una disperata, inarrestabile migrazione biblica verso l’opulento occidente. (un po’ di retorica ci vuole sempre)

Questi sono solo alcuni problemi causati dalla ingiusta distribuzione delle ricchezze. Si calcola che il 79% dei capitali mondiali sia nelle mani del 4% della popolazione (i dati statistici fanno sempre colpo… e poi chi controllerà?)

E in gran parte le conseguenze ricadono sulle nuove generazioni. La mancanza di sicurezza e la crisi dei valori spingono molti sulla via della depressione e della droga.

Nonostante tutto ciò, io non perdo il mio ottimismo. 

Per quanto gravi siano le difficoltà che dovrò affrontare, non dimentico che in questo momento storico i giovani comunicano tra loro come mai prima d’ora. Internet e i social networks ci permettono di conoscerci tra noi e conoscere il mondo.

Possiamo accedere a un’enorme massa di informazioni e questo ci aiuterà a migliorare la società. Saremo liberi dalle paure e dai pregiudizi che hanno causato tante sciagure nel passato.

E concludo con le parole di un profeta del nostro tempo: “Stay hungry, stay foolish”. Dobbiamo essere sempre coraggiosi, sereni e ottimisticamente folli.
jobs

Non ho inserito nell’elenco la pace nel mondo, il razzismo, il neo femminismo, il disagio giovanile, il trionfo dei San Antonio Spurs e la precessione degli equinozi.

Metteteceli voi se vi sembra il caso.

perché R. Gere sì e io no? (mi ha chiesto Toni Servillo, best italian movie actor of the year)

Mi ha telefonato Toni.

LUI: -Ho saputo che mi avete giudicato il miglior attore italiano, cosa che ovviamente mi fa molto piacere. Grazie!

IO: Devi ringraziare chi ti ha votato (Monica, BlaBla, ceciliacondello, Cherì, Beatrix Kiddo e Anna Nihil) alla cui opinione volentieri mi associo…

LUI: Grazie ancora. Però mi devi spiegare perché ti sei divertito ad attribuire al collega americano RG trame balorde e grottesche. E a me no? Ti sembro troppo serio per queste cose?

IO: Aspettavo che passasse il rituale mese dei miei minisondaggi. Ma ora rimedio subito. Ti propongo 3 vaccate invereconde (sperando che ti piacciano) poi elencherò i tuoi film veri e chiederò a chi passa da queste parti di scegliere quale tua interpretazione sia la migliore, anzi la migliorissima.

LUI: Comincia pure.

IO: Prima Vaccata. Garibaldi a Caprera medita sui deludenti frutti dell’unità italiana. Con l’aiuto di una macchinadeltempo (o di Mefistofele, vedi tu) torna al 1860 e (in compagnia del Capitano Nemo, Sandokan, Robin Hood e relative ciurme) conquista il principato di Monaco e ne fa la base delle sue piratesche imprese, deviando la storia e sovvertendo il capitalismo europeo. Titolo provvisorio: GARIBALDI FU FERITO?

LUI: E’ davvero un’invereconda vaccata. Ho interpretato Mazzini (è più nelle mie corde) ma non mi ritrovo con il poncio. Raccòntane un’altra…

IO: Vaccata n° 2. 1978. Un vecchio partigiano potrebbe diventare Presidente, ma si rammarica di aver ucciso Mussolini senza processo. Arriva un suo vecchio compagno: “non perdere tempo con i ricordi; e poi sappi che l’ho ucciso io; ho sparato col mitra da un vicolo laterale, un attimo prima di te; adesso torna in aula e fatti eleggere” Titolo provvisorio: THE MAN WHO SHOT BENITO MUSSOLINI

LUI: Questa è ancora più invereconda, ma mi piace. Mi piacerebbe la parte che aveva John Wayne (mentre il James Stewart della situazione potrebbe essere Herlitzka). Però ci sono molti errori storici…

IO: E ti sembra un problema? I popcorn eaters sanno a malapena chi era Mussolini…

LUI: Sentiamo la terza vaccata.

IO: Sarà un supercolosso in 3D. Titolo provvisorio: L’ULTIMO VAMPIRO.

LUI: Ancora vampiri??? Ma che palle!!!! E poi, con l’aria che tira, chi ce li ha i soldi per il 3D?

IO: Vabbé, faremo 2D e mezzo. Trama. Tu sei l’ultimo ecc e dormi placidamente da migliaia di anni sotto la piramide di Cheope, dove ti sveglia l’archeologa Scarlett Johansson…

LUI: Non è il mio tipo. Non potrei riavere la Ferilli?

IO: Ci vuole una gnocca internazionale. E poi la Ferilli è troppo impegnata a vendere divani. Insomma, lei ti sveglia dicendoti che gli alieni stanno sterminando l’umanità e tu sei l’unica speranza: non ti possono uccidere perché sei già morto. Tu in cambio chiedi il titolo di Commendatore, il rango di supereroe e una poltroncina nella tribuna vip del Napoli Calcio. Conclusa la trattativa ti scateni, anche perché ti accorgi che gli alieni hanno un sangue al sapore di lampone…

La linea è caduta (credo che il mio progetto non gli piacesse). Peccato: stavo per proporre PAPA FRANCESCO CONTRO GLI ZOMBI e GRAND MARCIANISE HOTEL.

Per farmi perdonare metto un paio di foto. Poi elencherò le principali interpretazioni di Servillo, chiedendovi quale più vi piacque.andreottijep

In MORTE DI UN MATEMATICO NAPOLETANO (1992), TS è Pietro.

In L’UOMO IN PIU’ (2001), TS è Tony Pisapia.

In LUNA ROSSA (2001), TS è Amerigo.

In LE CONSEGUENZE DELL’AMORE (2004), TS è Titta Di Girolamo.

In LA RAGAZZA DEL LAGO (2007), TS è Giovanni Sanzio.

In GOMORRA (2008), TS è l’affarista Franco.

In IL DIVO (2008), TS è Andreotti.

In GORBACIOF (2010), TS è Gorbaciòf (mica quello russo…).

In NOI CREDEVAMO (2010), TS è Mazzini.

In UNA VITA TRANQUILLA (2010), TS è Antonio De Martino.

In IL GOIELLINO (2010), TS è il ragioner Botta (nome fittizio, dietro il quale… beh, lo sappiamo tutti)

In E’ STATO IL FIGLIO (2012), TS è Nicola Ciraulo.

In BELLA ADDORMENTATA (2012), TS è il senatore Beffardi.

In VIVA LA LIBERTA’ (2013), TS ha due ruoli: è il segretario del PD e il suo stravagante gemello.

In LA GRANDE BELLEZZA (2013), TS è Jep Gambardella.

Published in: on giugno 6, 2014 at 12:03 pm  Comments (2)  
Tags: , , , , , , ,