BUONA FINE E BUON PRINCIPIO

Mi porto avanti col lavoro e rivolgo a tutte/tutti i miei più sinceri per l’imminente 2021.
fine

L’anno che se ne va non è stato pieno di gioia (eufemismo).

A parte il virus, le liti tra gli “esperti” e il perdurare sugli schermi di Brunovespa, fenomeno inspiegabile per me, ho avuto un’ultima disavventura.

L’altro ieri ho smarrito il portafoglio. Bloccata subito la carta di credito, sono andato a denunciare lo smarrimento in Questura.

Ora (sperando che il portafoglio salti fuori, magari all’Ufficio Oggetti Smarriti) inizia la trafila burocratica per ottenere una nuova patente e una nuova carta d’identità.

Come in questura anche l’ufficio anagrafe del Comune di Bologna mi ha fissato con lodevole efficienza l’appuntamento per ottenere la carta d’identità.

Attenzione: ho anche la possibilità di cancellare la prenotazione (basterà linkare prenotazioneurp.comune.bologna.it/qmsui-prebookingclient/confirmPB?/confirmPreBookingParam=eyJZ2V…)

Meglio non cancellare, tutto sommato.

Published in: on dicembre 30, 2020 at 12:08 am  Comments (4)  
Tags: , ,

COSA VIDERO I MAGI? (dove si allude anche a Giulio Regeni)

Avevo promesso tempo fa di raccontare come finì il viaggio dei Magi.

Arrivati alla periferia di Betlemme (e fatta controllare alle Forze dell’Ordine la loro autocertificazione) trovarono una donna, un uomo con regolare certificato di matrimonio e un bambino.

Nessun altro. I pastori non erano autorizzati a circolare dopo le 22. Gli angeli, per evitare grane, non si fecero vedere neanche da lontano.

L’asino e il bue neanche a parlarne.

C’era la Stella e solo perché quando ordini qualcosa via Amazon ti arriva dovunque tu sia.

comet

I magi fecero gli auguri a tutti e tre.

Auguri che estendo di tutto cuore a te che leggi queste righe.

Scattarono questa foto (mica male, tenendo conto dei mezzi dell’epoca) e tornarono a casa. Consigliando caldamente alla famiglia di NON ANDARE IN EGITTO

“è diventato un posto rischioso, credeteci!”
regeni

Published in: on dicembre 24, 2020 at 11:22 am  Lascia un commento  

2020 funesto. Ma anche no! (Biden ha vinto)

Mio caro Watson, mi congratulo con voi! Eravate convinto della vittoria di Biden già la mattina del 4 novembre! Presumo che la vostra divinazione fosse basata sull’enorme numero di voti espressi per posta (secondo la BBC sono stati più di 80 milioni) e sulla considerazione che questo modo non tradizionale di esprimere il voto è tipico di chi ama le novità, soprattutto i giovani e chi è in possesso di un titolo di studio superiore. Di conseguenza si può dedurre che l’elettorato repubblicano (molto tradizionalista) non usa votare per corrispondenza.
postal
Non merito il vostro elogio, Holmes. In realtà ho scritto che Trump non sarebbe stato rieletto perché mi girava così.

Apprezzo la vostra sincerità, Watson! Ora sappiamo che la previsione non si basava sulla logica ma sul culo sull’intuizione. Passiamo ora a esaminare il mistero delle regioni colorate. Come si potrà colorare la Cornovaglia? In rosso, in giallo o in viola? E il Galles sarà in giallo canarino o in verde bottiglia?
wats

Published in: on novembre 6, 2020 at 2:48 pm  Comments (2)  

2020 FUNESTO ma anche no

Non è stato pieno di gioia quest’anno (pandemia, terroristi islamici, la morte di Morricone, di Proietti, di Sean Connery ecc) ma almeno lui non è stato rieletto!!!!donal

Aggiornamento ore 12.22: mi sono lasciato trasportare dall’entusiasmo. Perciò devo riscrivere il post.

Published in: on novembre 4, 2020 at 12:11 am  Comments (5)  

HOPE NEVER DIES, but Sean did

Have a good night, dear friend.
sean

Published in: on ottobre 31, 2020 at 3:22 pm  Comments (4)  

DECRESCITA (FELICE?)

Ogni tanto sento dire che non tutti i virus vengono per nuocere.

Che l’eccezionale rallentamento dell’economia mondiale, iniziato la primavera scorsa, è un bene.

Soprattutto per l’ambiente. Anzi si deve pregare perché il virus si diffonda sempre di più e faccia passare a tutti la voglia dei concerti sulla spiaggia, dei viaggi in aereo, dei rave party ecc.

Mah.

Non sono uno studioso di ecologia, di scie chimiche e di ossidi di azoto.

Dico solo che in queste crociate contro la società dei consumi e in questa nostalgia della società preindustriale mi sembra di sentire l’eco del “ricordati che devi morire” a cui Massimo Troisi diede una risposta memorabile.
troi

Nessun ecologista è stato maltrattato nella stesura di questo post.

Published in: on ottobre 14, 2020 at 8:19 am  Comments (2)  

Chi aveva detto che dopo le avversità diventiamo migliori?

A Caivano una giovane donna è stata uccisa dal fratello.
caivano

Questa tragedia non mi meraviglia affatto. Ho vissuto abbastanza per farmi una pessima opinione della natura umana.

Published in: on settembre 15, 2020 at 8:40 am  Comments (4)  

CORREOS DE CHILE

corrcorechi

Nessuna cassetta postale è stata maltrattata nella stesura di questo post

Published in: on agosto 16, 2020 at 10:52 am  Comments (3)  
Tags: ,

BUON COMPLEANNO (lo so, non è fine dire quanti anni hai compiuto; ma te ne auguro altrettanti 100)

caravaledonnvedciecioninna

Published in: on luglio 31, 2020 at 12:19 pm  Comments (5)  
Tags: ,

ritornando a casa DEVO RISOLVERE PROBLEMI DI GRANDE DIFFICOLTA’

Scendiamo dal clima fresco dell’altipiano all’afa padana. Ahimè, tutto finisce prima o poi.
asiaLa prima cosa che notiamo a Bologna è la sporcizia delle strade e dei marciapiedi. Ci eravamo disabituati.
bologn
Un nuovo elemento si è aggiunto alla sporcizia tradizionale. LE MASCHERINE ANTIVIRUS.

Risaliamo alle origini del problema. All’inizio le mascherine erano introvabili perché qualche cialtrone ne faceva incetta. Pensando che l’epidemia sarebbe durata secoli c’era chi girava per Bologna comprandone pacchi da 50 pezzi l’uno.

A quell’epoca nessuno avrebbe buttato per terra una sola mascherina.

Ma adesso che non abbiamo più paura di rimanere senza càpita di trovarne per terra un po’ dappertutto, in centro come in periferia. E se non sono sul marciapiede le trovate nei cestini della carta straccia (tipo fermata dell’autobus) che igienicamente è quasi altrettanto dannoso.

Dove va dunque la mascherina usurata (o con l’elastico rotto)?

Secondo gli esperti va tutto nei cassonetti della spazzatura INDIFFERENZIATA.
indiff

Risolto questo problema passiamo al prossimo, di tutt’altra natura.

Due cari amici (per rispetto della privacy li chiamerò coi nomi fittizi di Mario e Pasqualina) sono alla ricerca di un nome originale per la bimba che nascerà nel prossimo inverno (gennaio? febbraio?).

Lo hanno chiesto anche a noi.

Io mi chiamo subito fuori. Mi vengono in mente nomi molto tradizionali: Laura, Greta, Anna, Vera, Patrizia, Paola, Viola, Lea, Rita…

Mia moglie sembra più ispirata. In meno di un’ora ha estratto dal cappello

  • Diamante
  • Azucena (in spagnolo vuol dire giglio)
  • Bizzarra (in passato questa parola aveva una connotazione piuttosto negativa; ma adesso i tempi sono cambiati)
  • Dea (un po’ impegnativo, ma è bene non porre limiti alla propria autostima)

Comunque la figlia di Mario e Pasqualina sarà Benvenuta!

bimba

Published in: on luglio 24, 2020 at 12:03 am  Comments (1)  
Tags: ,