Sì vax

La settimana scorsa mi sono divertito ad associare il GREEN PASS con le storie di Cappuccetto Rosso e di Maria Antonietta.

E prima ancora avevo recensito i classici del cinema: LA DONNA CHE SI VACCINO’ DUE VOLTE, IL VACCINO FUGGENTE, L’IMPORTANZA DI CHIAMARSI VACCINO, 2001 ODISSEA NEL VACCINO ecc ecc

Mi piace scherzare e la seriosità non è il mio forte.

Stavolta però voglio parlare seriamente. Vaccinarsi è un dovere morale e dobbiamo farlo tutti.

Lo so che parlare di dovere è fuori moda. E che se qualcuno ti vuole obbligare a vaccinarti la tentazione di prenderlo a calci nei coglioni è fortissima.

Sarebbe meglio che tutti lo facessimo liberamente.

Analogamente tutti dovremmo pagare le tasse fino all’ultimo centesimo.

Ma questo non succede, per cui l’Agenzia delle Entrate è necessaria. Antipatica ma necessaria.

Lo stesso vale per i pressanti inviti delle autorità sanitarie.

Sì, vax!

vax

Published in: on settembre 4, 2021 at 7:36 am  Comments (6)  

in questo postaccio si parla di Sandro Pertini, di risultati sportivi e di sondaggi politici

Come avevo previsto la settimana scorsa alla vittoria della nazionale azzurra ha fatto eco un passo in avanti delle destre. Secondo l’ultimo sondaggio il trio FDI-Lega-FI avrebbe il 50% dei voti se si votasse oggi.

C’è un nesso logico tra il tifo per la nazionale e le destre? Forse no, ma un nesso irrazionale io ce lo vedo.

Ci sono tantissime persone che vogliono far parte di una grande folla. Salutando romanamente o no.

Da soli non sanno stare, ma nel branco si sentono forti. E vogliono un Capo, un leader carismatico, un boss della Curva. Quando la squadra vince i “tifosi” si identificano col Capo e diventano pericolosamente fanatici.
roma

Prevengo l’obiezione: anche Pertini tifava per la nazionale! Ce lo ricordiamo tutti l’undici luglio 1982, a Madrid.
perti

Ma in quel momento storico c’era un motivo per tifare. L’Italia usciva da un decennio orribile.

La strage di piazza della Loggia, l’assassinio di Aldo Moro, la strage di Ustica, la bomba alla stazione di Bologna… Una vera guerra civile!

Era più che giusto alzare il morale!

(aggiornamento del 7 luglio: la nazionale azzurra ha vinto ancora e domenica giocherà la finale; spero di sbagliare)

Published in: on luglio 6, 2021 at 12:36 am  Comments (2)  

Ogni volta che la nostra nazionale di calcio vince i sondaggi vedono un salto in avanti dei partiti di destra. Sarà così anche stavolta?

Però mi chiedo: quali reazioni provocherebbe l’assegnazione di uno o più premi nobel a cittadine/cittadini italiani?

(bastano le dita di una mano per contare i nobel italiani degli ultimi 50 anni; l’ultimo è stato Mario Capecchi, italiano per modo di dire, e non ricordo di aver visto bandieroni svolazzanti e cortei di auto strombazzanti in quella occasione)

Non è strano che sia così. L’italiano medio apprezza di più un rigore parato che una poesia di Montale e se ne frega dimostra un entusiasmo molto moderato per Rubbia, Rita Levi Montalcini, Pirandello e Dario Fo.

E’ che Rubbia, Rita Levi ecc sono stati dei geni solitari. E l’italica mandria non ama il genio solitario. Ama se stesso, cioè la mandria.

 

 

 

Published in: on luglio 3, 2021 at 12:26 am  Comments (4)  

4 notizie di cui non mi frega nient… il cui interesse è alquanto limitato (+ una che invece ha attratto la mia attenzione)

Notizia n°1 – Dovete sapere che una città della Penisola delle Banane ha 2 squadre di calcio e che una sarà allenata da un tizio per il modico compenso di millanta lingotti d’oro, mentre l’altra ha già ingaggiato la reincarnazione di Leonardo Da Vinci (sempre per un simbolico gruzzoletto di fantastiliardi) – ah, naturalmente questa città ha da tempo risolto tutti i suoi problemi di traffico, fognature, smaltimento rifiuti…

Notizia n°2 – Un ex-ministro della Penisola di cui sopra ha improvvisamente scoperto che un Senato di 200 membri non ha molto senso e propone di fondere 400 deputati con 200 senatori; un ex-Cavaliere delle Banane si è spinto oltre: “mi sono già accordato con Maria De Filippi; avremo un parlamento composto esclusivamente da Amici! sul numero devo ancora decidere, ma potrebbero bastare 44 parlamentari in fila per 6 col resto di 2!”

Notizia n°3 – Un importante funzionario pubblico francese ha preso una sberla; a Bologna lo chiamiamo smataflone, gli spagnoli lo chiamano bofetada, gli inglesi, più concisamente, slap; il grido di guerra dello schiaffeggiatore “Montjoie! Saint-Denis!” mi ha fatto ricordare il film comico I VISITATORI (1993) resta da stabilire chi in questa storia abbia preso gli schiaffi: l’altezzoso Godefroy de Montmirail o il suo scudiero Jean Cojon.
godefrscuder

Notizia n°4 – Dopo un’interminabile serie di sentenze, rinvii e centrosentenze non si sa ancora se il sequestro del Forcebleu (un incrociatore che allora apparteneva a uno di Cuneo) avvenuto nel maggio 2010 fosse legittimo o meno. La Corte di Cassazione ha cassato la sentenza precedente. A parte le (legittime?) considerazioni su come sia lenta la Giustizia nella Penisola delle Banane vi annuncio che l’incrociatore blu non appartiene più al Cuneese. L’ha venduto. Secondo fonti bene informate servirà alle future nozze tra Lagranputa Quetepariò (nobildonna andalusa) e l’imprenditore paraguagio Tengomucho Dinero.
force

Dicevo nel titolo che delle 4 notizie precedenti non mi può fregare di meno. Invece mi sembra veramente importante l’approvazione da parte della FDA di un farmaco (un anticorpo monoclonale) che rallenta quel devastante processo di distruzione del cervello chiamato Morbo di Alzheimer.

Data la mia veneranda età l’Alzheimer è un vero problema. 

Gli schiaffi a Macron, le esternazioni di Claudio Martelli e l’ingaggio di Sarri no!

Published in: on giugno 11, 2021 at 12:25 am  Comments (3)  

UNA STELLA E’ VOLATA VIA

fracci

Ciao, Carla!

Published in: on Maggio 28, 2021 at 10:03 am  Comments (2)  
Tags:

gesuiti euclidei alla corte degli imperatori della dinastia dei ming

Come modesto omaggio a Franco Battiato ripubblico un post del 2012, citando i versi della sua bella canzone.

DOMANDA FRIVOLA. Battiato l’avrà poi trovato quel CENTRO DI GRAVITA’ PERMANENTE che cercava nel 1981? Io dico di sì, perché chi cerca trova… tra parentesi l’album si chiamava La voce del padrone. Bellissimo.

DOMANDA SERIA. L’ideologia marxiana ha un carattere SCIENTIFICO? O è solo tensione verso l’Utopia? Battiato se lo è chiesto, come se lo sono chiesto in molti (anch’io, tra le medie e il liceo).

In altre parole, il marxismo può dare CRITERI PERMANENTI di interpretazione della realtà?

  • Ad esempio i missionari gesuiti che cercarono una difficilissima sintesi tra saggezza confuciana e Vangelo erano dei furboni opportunisti o anticipavano il dialogo tra culture che adesso tutti predicano come indispensabile?
  • Per rimanere in Cina, come giudicare il regime di Pekino? A Stalin sarebbe piaciuto moltissimo, non dubito. Ma è una società comunista quella? O è solo il classico dispotismo orientale che un tempo usava Confucio e adesso usa Marx?
  • E i pirati dell’Oceano Indiano? Sono soltanto dei criminali (lumpenproletariat?) o, a modo loro, lottano contro il sistema capitalistico?
  • E lo sventramento delle Alpi (vedi la voce TAV) è progresso, come dice la Camusso?

Ecco. Ho usato la parola PROGRESSO.

Illuministi e Romantici avevano in comune la fede nelle “magnifiche sorti e progressive”.

Oggi ci crediamo in po’ meno. Quasi niente.

A parte Leopardi, Schopenhauer, la teologia induista… ora arrivano scienziati come Telmo Pievani (LA VITA INASPETTATA, Raffaello Cortina editore), che manifestano seri dubbi sulla linearità (non parliamo di razionalità) dell’evoluzione di tutte le specie viventi, homosapiens compreso.

Non siamo necessari, ecco tutto.

Se esistiamo per un puro caso, Battiato mio, a che serve cercare un CENTRO DI GRAVITA’ PERMANENTE?

Published in: on Maggio 18, 2021 at 10:27 PM  Comments (9)  
Tags: , , , , , , ,

assalto al bancomat

Giorni fa qualcuno si è divertito a sabotare lo sportello automatico (comunemente chiamato bancomat) situato in via Andrea Costa 22 a Bologna.

Lo sportello è rimasto inutilizzabile per qualche ora.

Se era uno scherzo goliardico non è stato divertente. La goliardia (istituzione che nessuno rimpiange) non era divertente neanche negli anni ’50; figuriamoci in questi tempi.

Se invece l’intenzione era quella di combattere il capitalismo attraverso uno dei suoi simboli… beh, bisogna spiegare a chi ha avuto questa bella idea che non ha capito una minchia e che i ricchi non hanno bisogno di contanti in tasca per godere dei loro privilegi.

Loro, i plutocrati, spostano i loro miliardi da Abu Dhabi alle isole Cayman con un clic. Al bancomat si interessano solo i pensionati e le massaie. Quelle/i che prima di prelevare 40 euro controllano se nel conto li hanno davvero, quei 40 euro.

Forse (mi rivolgo a te che credi di essere di sinistra) tu sei rimasto ai fumetti di Paperon de’ Paperoni e del suo Deposito (vedi illustrazione qua sotto).
deposito

E concludo con un’osservazione storica.

La sinistra italiana ha spesso sbagliato i suoi bersagli. 

Ad esempio nel gennaio 1921 i filosovietici provocarono una scissione, separandosi dal Partito Socialista di Filippo Turati e di Giacomo Matteotti, che per loro erano dei borghesi, cioè dei nemici di classe.

Non avevano capito un cazzo che il vero nemico era Mussolini.

 

Published in: on marzo 12, 2021 at 3:16 PM  Comments (2)  

Auguri di buon lavoro a Bianchi, ministro dell’Istruzione (ne avrà bisogno)

bianPatrizio Bianchi, nuovo ministro della Pubblica Istruzione, ha già fatto parlare di sé con la proposta di recuperare le molte ore di lezione perse in questi mesi prolungando il calendario scolastico fino al 30/6.

Spero che cambi idea. E spiego il perché.

Bianchi (mio conterraneo e quasi coetaneo) forse non è al corrente di cosa sia diventata la scuola negli ultimi decenni.

La scuola italiana, salvo lodevoli eccezioni, è un luogo (molto scomodo) dove vecchi che non sanno insegnare incontrano giovani a cui non interessa di sapere.

Infatti chi può sceglie (dopo aver ricevuto, in un modo o nell’altro, un pezzo di carta chiamato diploma) università straniere.

(perciò deve imparare bene l’inglese; c’è troppa gente che crede di parlare l’inglese perché sa dire startup, budget e business model)

E lei, signor Ministro, crede davvero che avremo una scuola migliore aumentando le ore di permanenza degli alunni negli edifici sopra descritti?

Magari ha ragione lei. Comunque, visto che stiamo cazzeggiando, una proposta ce l’ho anch’io.

Sia richiesto alle/agli insegnanti di giurare ponendo la mano destra sul Vocabolario Treccani secondo la seguente formula:

IO (nome e cognome) GIURO SOLENNEMENTE DI DANNEGGIARE IL MENO POSSIBILE LE ALUNNE E GLI ALUNNI CHE MI CAPITERANNO DAVANTI. SO HELP ME GOD.

(le ultime 4 parole possono essere sostituite, se l’insegnante lo desidera, con una laica invocazione degli spiriti magni di Benedetto Croce, Giovanni Spadolini e Tullio De Mauro; volendo si può aggiungere qualche ironia su Rosa Russo Iervolino e Maria Rosa Gelmini, indimenticabili ministre della Pubblica Ignoranza)
treca

Published in: on febbraio 20, 2021 at 7:45 am  Lascia un commento  

DELIRIO DI GELOSIA – what do you mean with “delirio di gelosia”?

Un marito ha ucciso la moglie per gelosia.

E’ successo un anno fa (già ci si dovrebbe chiedere perché ci voglia tanto tempo per emettere una sentenza)
colt
Marito assolto!

La difesa è riuscita nell’incredibile capriola di farlo giudicare incapace di intendere e di volere per “delirio di gelosia”

Io non sono psicologo.

Io non sono giudice.

Posso solo immaginare che per analogia gli imputati al Processo di Norimberga avrebbero potuto invocare la stessa scusa: “sì, abbiamo scatenato una guerra mondiale e abbiamo organizzato l’Olocausto; ma eravamo costretti a farlo per DELIRIO DI ONNIPOTENZA”
norim
E il matricidio di Nerone? “L’imputato è vittima del complesso di Edipo!”

Nerone assolto!
nero
E che dire delle discutibili abitudini alimentari di Polifemo? “Poverino, è affetto da fame compulsiva!”
poyt

Published in: on dicembre 10, 2020 at 8:47 PM  Comments (3)  
Tags: , ,

SOGGETTI MASCHERATI NON IDENTIFICATI (Unidentified Persons with Mask)

Sono da sempre convinto della necessità delle mascherine.

Ma riconosco che la maschera (coprendo dalla punta del naso al mento) crea dei problemi di identificazione.
masc

A partire dal marzo scorso incontro persone che non so chi siano, ma mi salutano cordialmente.

Per brevità li definisco UPM. Gli UPM differiscono dagli UFO perché non volano.

E perché creano situazioni imbarazzanti.

-Chi è questa? Chi è questo?– Nel dubbio saluto tutti, un po’ frettolosamente.

E poi c’è chi, accorgendosi della mia perplessità, mi chiede “Non mi riconosci?”

La tentazione sarebbe rispondere Sei una carogna! Io ho già 75 anni e non ci vedo bene! Pretendi che con quella maschera riesca a riconoscerti? Dimmelo tu chi sei e farò finta di essere contento di averti incontrato!”

Inoltro la seguente proposta al Consiglio dei Ministri.

“Siano distribuiti dei badge individuali in modo da rendere identificabili gli UPM ed evitare figuracce a chi ha poca vista e poca memoria”
bad

Published in: on ottobre 22, 2020 at 7:49 am  Comments (4)