4 cose che non sapete sull’orso M49 e sulle sue abitudini alimentari (queste informazioni sono strettamente confidenziali! potete diffonderle, ma non citate la fonte per carità!!!)

orso

  • non è un orso qualunque! è un orso geneticamente modificato! questo spiega le sue straordinarie capacità (arrampicarsi su una recinzione elettrificata alta 4 metri, scavare gallerie con le unghie ecc)
  • si nutre esclusivamente di carne umana e ha un appetito insaziabile! un numero imprecisato di istruttori della Cia hanno sacrificato la loro vita per addestrarlo.
  • inizialmente doveva servire a scoraggiare i latinos sul confine tra il Messico e gli USA, ma non ha funzionato (i messicani apprezzano molto la carne degli orsi, anche cruda)
  • il nostro Ministro degli Interni ne ha richiesto un esemplare: pare che gli immigrati nordafricani gli piacciano moltissimo, i mediorientali un po’ meno (attualmente è in allenamento in Trentino, presto sarà trasferito al confine sloveno; altri esemplari saranno impiegati sulle coste della Calabria)

can

Published in: on luglio 16, 2019 at 11:46 am  Lascia un commento  

C’è un momento in cui persino noi italiani diventiamo gente civile

Sotto casa mia passano spesso le autoambulanze. Qualcuna va verso l’Ospedale Maggiore, qualcuna verso l’Istituto Ortopedico Rizzoli.
rizzol

Si sente la sirena, si vede lampeggiare il segnale d’emergenza… e le auto sul viale danno spazio, chi accostando a destra chi a sinistra.
ambul
Voi mi direte che questo è perfettamente normale e che non c’è bisogno di parlarne.

Ma di questi tempi, quando si vincono le lezioni sbattendo la porta in faccia agli immigrati e facendo del cinismo una religione, a me sembra quasi un miracolo che gli automobilisti facciano il loro dovere senza prima chiedere se chi è trasportato dall’ambulanza sia indigeno o forestiero.

Published in: on luglio 9, 2019 at 8:46 am  Lascia un commento  
Tags: , ,

SALVILLA II – KING OF THE MONSTERS

PREMESSA. La salvezza per il cinema italiesco (ammesso che lo si voglia salvare) sono i remakes, come già dimostrai. Quindi invito i nostri producers a remakare il filmone sul lucertolone. FINE DELLA PREMESSAdina

TRAMA ESSENZIALE. Serge Mattrell era il capo degli eco-terroristi che intendevano sfoltire la popolazione della Penisola. Fece emergere dagli abissi il Movimento 5Teste (Grill-Kasalegh-Dibbah-Dimay-Fiko), il quale si diresse subito verso lo stabilimento ILVA di Taranto per distruggerlo. Ma saltò fuori il mostro Salzilla che aggredì il 5Teste urlando “Non toccatemi la TAV!!!” (si era convinto che la galleria T.A.V. congiungesse Taranto alla Val d’Aosta passando per Asti). Alla fine Salzilla incenerì il 5Teste ma si trovò di fronte Zingah, leader dei Mostri Democratici (e così abbiamo materiale per il sequel)
zing

Published in: on giugno 4, 2019 at 10:40 am  Lascia un commento  
Tags: , ,

Superga, 70 anni fa

Io non seguo il gioco chiamato football. 

Ma oggi faccio un’eccezione.
torin
Post scriptum. Già che sono in argomento sento la necessità di chiarire che l’ODE A UN VINCITORE DEL PALLONE di Leopardi NON allude a L. Messi
pelota

Published in: on maggio 4, 2019 at 7:20 am  Comments (2)  

I CRIMINI DI GRILLOWALD

grind

Tutto cominciò nei sotterranei del castello di Hogwarts della villa di Arcore in una notte buia e tempestosa del 2011. Si incontrarono segretamente un milanese e un ligure (darò loro nomi di fantasia: Silvio e Beppe)

SILVIO – Sono veramente nei guai! Napolitano sta per fregarmi. Ha già scelto Mario Monti come mio successore. In Europa non vedono l’ora di eliminarmi e il PD cresce sempre più nei sondaggi. Mi sento finito!

BEPPE Per l’Europa e per Rigor Montis non posso aiutarti. Ma posso indebolire il PD. Gli sto già sottraendo voti. Un po’ di demagogia, un po’ di goliardia, un po’ di anarchia… poche idee ma ben confuse! E quando si parlerà di formare il governo farò in modo di mettere i bastoni tra le ruote di Bersani. Renderò impossibile la coalizione tra i PD e il mio movimento, almeno per 10 anni.

(tra sé: e tu non sperare di vivere più di 10 anni!

SILVIO – Fammi capire. Tu mi prometti di strappare un sacco di voti al PD? E se si accorgessero che li stai ingannando col gioco delle 3 carte?
cart

BEPPEQualcuno se ne accorgerà, ma non saranno molti. Io li vedo in faccia, molto da vicino, perché sono ancora uno showman. Tu hai smesso da quando suonavi sulle navi e ora parli solo coi giornalisti, che sono più cinici di te. Io li vedo in faccia, capisci? Molti vengono ai vaffa-days solo per rimorchiare o per fare un po’ di casino; qualcuno crede di essere un intellettuale; qualcuno vuol far carriera; ci sono anche degli idealisti, che vogliono sinceramente migliorare le cose… mi dispiace per loro, perché soffriranno molto!

Come andrà a finire questa storia? Ci sto lavorando…

Per il momento propongo di far interpretare la parte di Beppe a Johnny Depp (foto in basso) e la parte di Silvio a Danny De Vito. Andrebbe bene anche Servillo, ma se si vuole un successo internazionale ci vogliono star ollivudiane (è il mercato, bellezza, e non puoi farci niente!)
baest

Published in: on marzo 29, 2019 at 10:00 am  Lascia un commento  

Quiz storico

Chi ha pronunciato questa famosa frase?

I francesi: un popolo minato dall’alcool, dalla sifilide e dai giornalisti.

  • Vittorio Alfieri nel 1799
  • Benito Mussolini nel 1939
  • Gigino Di Maio nel 2019

vittbenitgigi

Chi darà la risposta giusta entro il tramonto di ieri sarà accolto con ogni onore nell’Accademia dei Coproliti.

Published in: on febbraio 12, 2019 at 9:42 am  Comments (2)  

Ponti a rischio e “ponti” che funzionano benissimo

Ci sono problemi seri sul viadotto Puleto, a Valsavignone (superstrada E45; ci siamo passati spesso, turisti verso Perugia e Gubbio).

Speriamo che li risolvano bene e senza impiegarci decenni (si dice “presto e bene raro avviene”, ma non esageriamo).
pule

Nell’attesa, assicuro che funzionerà benissimo (data l’abilità “pontificale” degli Italici) il SUPERPONTE tra Pasqua e Maggio.

Pasqua sarà il 21 aprile; inevitabile il ponte col 25.

Altra arcata tra il 25 (giovedì) e il 28 (domenica)

Ai tempi di Ugo Lamalfa si sarebbe proposto di accorpare la Festa della Liberazione con la domenica successiva; ma adesso il primo che lo proponesse sarebbe sommerso dai fischi e dalle accuse di neofascismo!

E chi oserà spostare il PRIMO MAGGIO alla domenica precedente o a quella successiva (4 maggio)? Chi convincerà i sindacati, col Concertone e tutto?

Neanche a parlarne!

TOTALE. Dal week end pasquale al 1/5 un ponte, anzi un viadotto di quasi 2 settimane! Una superpacchia per gli albergatori!
magg

Published in: on gennaio 18, 2019 at 12:20 am  Comments (4)  
Tags: ,

L’anno vecchio è finito ormai, ma qualcosa ancora qui non va…

Se passate da Bologna non perdetevi lo spettacolo di via d’Azeglio, nel tratto pedonale dove abitava Lucio.
dalla

Come potete vedere le insegne luminose riportano parte del testo di L’ANNO CHE VERRA’
anno

Testo serio. Serio e profondo: si ironizza sulle promesse della tv (“sarà 3 volte Natale, gli uccelli faranno ritorno, anche i muti potranno parlare…”) mentre l’inquietudine regna sovrana (si sta senza parlare per intere settimane e si mettono sacchetti di sabbia vicino alle finestre, prevedendo incendi)

Beh, il 2018 sta per finire. E’ stato un anno felice? Giudicate voi.
stampgeno
Un anno fa mi sono divertito a prevedere come sarebbe stato il ’18 per i nati sotto il segno del grillo.

Questa volta non azzardo previsioni. Voglio solo augurare a tutte/i un 2019 pieno di gioia e di belle sorprese (le sorprese non mancano mai)

State bene, se potete!

Published in: on dicembre 30, 2018 at 11:07 am  Comments (7)  
Tags: , ,

il ritardo della legge

Ve lo ricordate quell’allegrone di Amleto?
amlet

Nel monologo to be or not to be elenca le cose che rendono insopportabile la vita.

Tra le tante cause di infelicità c’è la lunga attesa della sentenza del giudice.

The law’s delay.

Non so quanto fosse lunga quell’attesa al tempo di Guglielmo Scuotilancia. Ma qui, nel bel paese dove al rinvio si aggiunge il rinvio, posso citare 2 esempi che fanno ridere se non fanno piangere.

Number one: il misterioso caso dell’alunno schiaffeggiato.

In una città siciliana una maestra perde il controllo dei nervi e parcheggia uno schiaffone su un alunno un po’ vivace. Ahi ahi ahi, avvocati, tribunale, sentenza (400 euro di ammenda, mi pare).

Non discuto la sentenza (chi sono io per giudicare il giudice?). Noto soltanto che il fattaccio avvenne il 18 ottobre del 2010. Circa 98 mesi fa.

Era possibile chiudere la pratica un po’ prima?

Number two: lo scudetto conteso.

La Corte di Cassazione, domiciliata in Roma, ha finalmente respinto il ricorso di una società calcistica di cui non ricordo il nome, relativo all’assegnazione dello scudetto 2006. La società in questione era affetta da moggite, malattia non rara e (pare) contagiosa.

Ma adesso sembra guarita.
moggi

Anche in questo caso non voglio entrare nel merito. Mi chiedo solo se la Corte Suprema (certamente oberata di lavoro) abbia dedicato molto tempo a dirimere la questione.

Pare che dovrà esaminare una nuova questione. Gli eredi di Benedetto Caetani (in arte, Bonifacio VIII) hanno querelato gli eredi di Sciarra Colonna per via di uno schiaffo somministrato il giorno 8 settembre del 1303.
shiaff

Published in: on dicembre 15, 2018 at 12:09 pm  Comments (1)  
Tags: , ,

(a proposito dello spray al peperoncino e, in generale, della legittima difesa)

Nel ferramenta sotto casa mia vendono lo spray ormai famoso, anzi famigerato.
sray

Christian (il negoziante) mi spiega che è tutto regolare: “Serve per difendersi; è perfettamente legale…” e mostra un ritaglio di giornale di cui ha fatto numerose fotocopie.

Pare che una ragazza milanese si sia difesa da un aspirante stupratore spruzzandolo al peperoncino.

Ok, va bene, ci mancherebbe altro! Sacrosanto è il diritto all’autodifesa. Amen.

Osservo però che per difendersi efficacemente contro uno o più aggressori bisogna avere riflessi pronti e mano ferma.

Se non hai riflessi ecc rischi di spruzzarti in faccia come succede in una commediola del 2009 a Hugh Grant.
morgan

Nella tragedia di Corinaldo invece non c’era Wonder Woman che si difendeva legittimamente.

C’era uno stronzo.

Detto esse-ti-erre-o-enne-zeta-o (minorenne o maggiorenne che fosse) non ha usato lo spray per legittima ecc. E ho paura che la moda di spruzzare al peperoncino si diffonda in questo carnevale perpetuo chiamato Italia.

Che facciamo? Mettiamo fuori legge lo spray, per impedire ad altri esse-ti-erre-o-enne-zeta-i di usarlo impropriamente?

Sembrerebbe una proposta sensata, ma non lo è.

L’esperienza del proibizionismo in America (1919-1933) ha dimostrato che rendere illegale qualcosa non ne impedisce l’uso. Si beveva lo stesso, anzi di più (ma la qualità dei liquori, la cui fabbricazione e smercio era nelle mani della malavita, era peggiorata).

E mi sembra altrettanto ingenuo vietare ai negozianti di vendere ai minorenni. Sospetto che gli esse-ti-ecc di cui sopra abbiano amici e/o parenti maggiorenni…

Sciocchezza per sciocchezza ne propongo anch’io un paio:

  1. Trasformare le discoteche in palestre e palazzetti dello sport. Fatela sudare un po’ di più questa gioventù e magari gli passa la voglia di tirare tardi
  2. Chiamare quel simpaticone di Thanos. Con quel gingillo in cui ha infilato la manona può cancellare dalla faccia della terra gli stronzi di cui sopra.

than

 

Published in: on dicembre 12, 2018 at 1:17 am  Comments (4)  
Tags: