SOGGETTI MASCHERATI NON IDENTIFICATI (Unidentified Persons with Mask)

Sono da sempre convinto della necessità delle mascherine.

Ma riconosco che la maschera (coprendo dalla punta del naso al mento) crea dei problemi di identificazione.
masc

A partire dal marzo scorso incontro persone che non so chi siano, ma mi salutano cordialmente.

Per brevità li definisco UPM. Gli UPM differiscono dagli UFO perché non volano.

E perché creano situazioni imbarazzanti.

-Chi è questa? Chi è questo?– Nel dubbio saluto tutti, un po’ frettolosamente.

E poi c’è chi, accorgendosi della mia perplessità, mi chiede “Non mi riconosci?”

La tentazione sarebbe rispondere Sei una carogna! Io ho già 75 anni e non ci vedo bene! Pretendi che con quella maschera riesca a riconoscerti? Dimmelo tu chi sei e farò finta di essere contento di averti incontrato!”

Inoltro la seguente proposta al Consiglio dei Ministri.

“Siano distribuiti dei badge individuali in modo da rendere identificabili gli UPM ed evitare figuracce a chi ha poca vista e poca memoria”
bad

Published in: on ottobre 22, 2020 at 7:49 am  Comments (2)  

Un consiglio (anzi due): oggi andate al cinema, possibilmente a vedere il film su David Copperfield

Con l’aria che tira non è impossibile che domattina esca un decreto anticinefilo. Magari una disposizione che prescrive una distanza di sicurezza di 25 metri tra spettatore e spettatore.
cin

Spero proprio di no. Ma, nel dubbio, vi consiglio di andarci entro la mezzanotte.

Aggiungo che ieri sera siamo andati a vedere LA VITA STRAORDINARIA DI DAVID COPPERFIELD, versione moderna di uno dei romanzi più famosi del mondo.

Quando ne avrò voglia scriverò una recensione come si deve.

Adesso mi concentro su quale film vedere nel pomeriggio.

Mario consiglia IMPREVISTI DIGITALI che ha già visto al Roma.

Pasqualina vuol rivedere TENET (anche per me è il migliore degli ultimi 2 mesi)

Non tralascerei il biopic su GAUGUIN interpretato da Vincente Cassel (lo danno all’Antoniano).

Comunque, BUONA DOMENICA a tutte/i.

Published in: on ottobre 18, 2020 at 10:26 am  Lascia un commento  

Prova scritta d’italiano (incubo)

Un calciatore austroburgundese ha presentato questo elaborato per ottenere la cittadinanza italiana. Ho sognato di far parte della commissione d’esame.

Ora, finalmente sveglio, scrivo quel che ricordo.
prov

TEMA: Perché voglio essere cittadino italiano.

Parece que no lo entiendo pero lo entiendo todo Italy is divisa in partes tres: Pizza, Mafia and Vaffanculo Patè de fois gras ein volk ein reich ein fuhrer Pero què làstima Right or wrong, my country Lego, Ikea, Nokia Rigore è quando arbitro fischia Fringhe fringhe lariulà, mmiezz’o mare nu scoglio nce sta, tutte venono a bevere ccà pecchè ndringhete ndringhete ndrà. Me disculpo, but nessun dorma: bien entendu, selbstverstandlich perfectamente Cat vegna un cancher. Vànvere e cantilegi, zìmpani e zirlecchi, gnacchi e timparlini Paella de marisco and beef bourguignon Nobody is perfect Non snerve sbarare I like figa.

Nell’incubo ero incapace di parlare. Paralisi nervosa?

Ma sentivo gli altri membri della Commissione discutere sui veri motivi per cui un atleta extracomunitario deve diventare comunitario. Anche Messi, avendo un antenato recanatese, è cittadino italiano per cui ecc.

Dal sogno sono passato progressivamente alla veglia e mi sono accorto che il buon nome dell’Università di Perugia era stato sputtanato.

Credo che il termine gergale “sputtanato”, participio passato del verbo sputtanare, lo usino anche i calciatori austroburgundesi.

Published in: on settembre 24, 2020 at 10:20 am  Comments (1)  

Robespierre invita a votare SI’

…al referendum per il taglio dei parlamentari.
taglio

Published in: on settembre 19, 2020 at 8:06 am  Comments (2)  

Un venditore esperto sa vendere anche la sua malattia

Premessa. Paolo Sorrentino ha dipinto Berlusconi (in LORO 2) come un venditore nato.

A un certo punto B. per reagire alla depressione prende l’elenco telefonico, sceglie un nome a caso e vende a una frastornata signora un appartamento di lusso, in un complesso edilizio ancora da costruire.

Vendere è la cosa che sa fare meglio, gli dice Ennio Doris (interpretato anche lui da Toni Servillo).

Fine della premessa.
lor

Recentemente B. è riuscito a vendere anche la sua malattia. Non so se l’avete visto (tutti i telegiornali si sono precipitati a documentare la degenza e la dimissione dell’illustre infermo) e che idea vi siate fatta.
dimiss
La mia idea è questa. Siamo alla vigilia delle elezioni e con pochi voti 3 regioni a guida PD potrebbero passare alla destra. E il battage pubblicitario suscitato da B. potrebbe spingere molte/i a scomodarsi fino al seggio.

Se è vero che una farfalla batte le ali in Brasile e provoca un uragano in Louisiana frasi melodrammatiche come “è stata la prova più pericolosa della mia vita” possono provocare una grandinata in Toscana.

Silvio, dicci la verità: è stata veramente l’esperienza più pericolosa della tua vita? So che ti hanno operato più volte al cuore e quelle sono operazioni piuttosto serie.

Ma forse (e qui ci spostiamo sul piano filosofico) hai riflettuto per la prima volta su quanto sia fragile la condizione umana e come basti un microbo per mandare a remengo i tuoi sogni di onnipotenza.

Per sapere che siamo fragili, per la verità, sarebbe bastato leggere Seneca…

No, Silvio. Anneo Seneca non è un centrocampista portoghese.
senec
Nessun virus è stato molestato nella stesura di questo post

Published in: on settembre 17, 2020 at 8:53 am  Comments (6)  

Dalla Calabria alla Sicilia con una pista ciclabile? Si può fare, si può fare…

Quando ho saputo che un ministro della nostra Repubblica delle Banane ha ipotizzato una pista ciclabile attraverso lo Stretto non sapevo se ridere o piangere.

Motivi per piangere ce ne sarebbero. Ma che minchia di governo è? Non riusciamo a evitare l’acqua alta a Venezia, gli ingorghi nel Raccordo Anulare, i disastri ferroviari ecc ecc e pensiamo ancora ai ponti faraonici?

pont

Però è meglio ridere che piangere.

Quindi espongo alcune ideuzze all’immancabile Commissione, sperando di essere cooptato.

  1. Pista ciclabile sopra le nuvole. Sarebbe una grande attrattiva turistica. Percorrere l’Arcobaleno da Gioia Tauro a Taormina mentre dal cielo Judy Garland canta OVER THE RAINBOW. Non è difficile: basta vivere in un cartone animato.
  2. Pista ciclabile sopra l’acqua (già progettata dall’ing. Cane). Presenta alcune difficoltà. Come ogni ciclista sa lo spostamento d’aria provocato dai veicoli e dai treni crea problemi di stabilità. A questo inconveniente si può ovviare obbligando tutti a viaggiare a passo d’uomo oppure riservando ai ciclisti una pista centrale, con due quinte laterali di alberi (almeno 40 metri di larghezza ciascuna)
  3. Pista ciclabile in fondo al mare. Basterà che Mosè divida le acque tra Tirreno e lo Ionio a intervalli regolari. Attenzione! Anche Mosè ha bisogno di riposarsi! Perciò sarà opportuno assumere almeno 36 Mosè per i necessari turni.
  4. Spostamento della Sicilia. Usando appositi martinetti e impiegando qualche milione di operai l’isola sarà traslata verso Nord più o meno all’altezza di Maratea. I costi potranno essere ridotti affidando la direzione dei lavori a Polifemo e agli altri Ciclopi (durante l’esecuzione dell’opera si mangerebbero tutti gli operai)

mos

Published in: on settembre 4, 2020 at 12:16 pm  Comments (6)  
Tags: , ,

In mezzo a tante istituzioni in crisi C’E’ QUALCOSA CHE VA ALLA GRANDE

Le scuole riapriranno? Forse, ma basterà che un bidello faccia uno starnuto che si chiude tutto. Poco male; ormai si è visto che ci importa poco o niente dell’istruzione dei nostri figli.

Nelle chiese? C’è sempre meno gente.

Cinema? Se vuoi vedere un film come si deve (qui a Bologna) ci sono solo i vecchi capolavori di Kubrick. Forse andrò a rivedere SHINING alla multisala di Viale Europa.
big

Ma in mezzo a tanta crisi c’è un’istituzione che va fortissimo.
nab
Sarà perché c’è l’aria condizionata.

Sarà perché c’è la musichetta.

Sarà perché sono aperti tutti i giorni (alcuni per 24 ore al giorno)

Sarà perché ci sono le offerte speciali, i supersconti, le promozioni, gli slogan studiati da fior di psicologi (più la conosci più ti innamori, una buona spesa può cambiare il mondo, persone oltre le cose…)

Insomma i supermercati, con il loro mondo coloratissimo e scintillante hanno un ruolo centrale nella vita degli italieschi.

E di tanti altri popoli.

La foto che vedete 8 righe sopra è stata scattata in Palestina. Potete notare le scritte in arabo e molte donne indossano l’hijab. Ma provate a viaggiare in Nuova Guinea, in Islanda o nella Costa d’Avorio e il supermercato lo troverete anche lì.
cost
E se la pandemia costringerà a chiudere tutte le discoteche, tutti i musei, tutti gli stadi, tutti i bistrot, tutte le cosche mafios (beh, queste non le puoi chiudere con un decreto del PCM), state tranquilli che questi non li chiuderanno mai.

Published in: on agosto 24, 2020 at 11:37 pm  Lascia un commento  

Quando un treno parte da solo (DANTE LO AVEVA PREVISTO)

Dalle parti di Monza un treno è partito da solo (macchinista e capotreno erano al bar quando gli hanno dato la bella notizia) e, per evitare guai maggiori, lo hanno instradato su un binario morto.

Ecco il risultato.
trenPRIMA CONSIDERAZIONE. Qualcuno dovrà pagare i danni (quel treno è da rottamare, direi).

Prevedo una lunga causa in tribunale.

Qualcuno andrà in galera? No, direi di no. Se Francesco Schettino, quel grande navigatore che provocò la morte di 32 persone, se l’è cavata con 16 anni (tra sconti di pena e libertà provvisoria mi sa che lo incontreremo presto in qualche bar di Sorrento) al responsabile di questo disastro toccherà solo un cartellino giallo: AMMONITO!!!!

SECONDA CONSIDERAZIONE. Più di 700 anni fa un fiorentino non privo di fantasia definì nel 6° canto del Purgatorio l’Italia un bordello (beh, per questo non occorre essere tanto fantasiosi) e usò la metafora di una nave in difficoltà per la mancanza del timoniere durante una tempesta.

A quell’epoca non c’erano i treni.
prov

Published in: on agosto 21, 2020 at 12:23 am  Comments (6)  
Tags: , ,

LA SCUOLA ITALIANA E’ STATA ASSASSINATA (il “giallo” dell’estate)

Nel 1992 ci chiedevamo chi avesse ucciso l’Uomo Ragno. Ancora adesso non si è capito se erano stati quelli della mala o l’industria del caffè.
ragn
Quest’anno il mistero da risolvere riguarda la scuola nel nostro spensierato paese dei cachi.

Non è ancora morta. E’ in coma.

Ma non sembra riaversi. L’attività didattica dovrebbe riprendere regolarmente tra un mese e ancora si alternano ipotesi bizzarre, tipo i banchi con le ruote che a me paiono una variante dei veicoli dell’autoscontro.
banclunaE non si sa se dividere a metà le classi, se utilizzare aule di fortuna (costruite col Lego?), se fare turni nel pomeriggio, tenere aperte le scuole di sabato ecc.
Insomma è un bel casino è una situazione critica.

A chi dare la colpa?

Secondo gli inquirenti (dopo farò qualche nome) responsabili di questa confusione potrebbero essere:

  • perfidi alieni provenienti dal pianeta Covid
  • una ministra incompetente
  • i servizi segreti dell’Armenia-Erzegovina
  • l suprematisti del Ku Klux Klan
  • i gestori del Paese dei Balocchi

jacova
Per il momento le indagini (coordinate dal capitano Bellodi dei Carabinieri, dal commissario Salvo Montalbano della P.S. e da Massimo Viviani del BarLume) hanno raggiunto queste conclusioni.

  1. Di questo caos al governo non importa una beata minchia (hanno altro a cui pensare).
  2. Altrettanto poco interessa agli alunni e alle loro famiglie. Salvo rare eccezioni, le famiglie vogliono insegnanti di manica larghissima (anche quando fingono di pretendere prof di grande qualità) mentre la materia preferita dagli alunni è la ricreazione. Senza Distanza di Sicurezza.

bellmontalbarl

Published in: on agosto 12, 2020 at 6:48 am  Comments (1)  

Un salto di qualità (buon compleanno, Larissa!)

Dopo l’eccezionale prestazione di Savona ripubblico il post di 2 anni fa.

Allora il pronostico di una medaglia olimpica sembrava folle.

Adesso, arrivata a 6metri e 80, nulla è impossibile.
rissa
Quando vedo i salti di Larissa sono felice come sportivo e come italiano.

Una progressione così non si vedeva da tempo. In prospettiva Larissa (ancora minorenne) può salire sul podio alle prossime olimpiadi, a Tokyo nel 2020.

Intanto ha vinto i campionati europei di categoria; aggiungo che le sue prestazioni sono di livello mondiale (6.64 personal best).

Premesso ciò e chiedendo scusa se queste note tecniche hanno annoiato, voglio sottolineare che la figlia di Gianni Iapichino e di Fiona May (allego foto di famiglia) è la miglior risposta a chi crede che ci voglia la pelle bianca per essere italiani.
may

Published in: on luglio 18, 2020 at 12:12 am  Comments (1)  
Tags: , ,