Sapete cosa mi dispiacerebbe di più?

Oggi è sabato, 8 aprile 2017

Sono quasi le sei di sera. La terza guerra mondiale non è ancora scoppiata. Ce ne andiamo al cinema.

Se quando usciamo saranno esplose le prime bombe nucleari ci rimarrò molto male.

Perché, cazzo, mi toccherebbe dare ragione a Salvini.

AGGIORNAMENTO ore 23.15. Meglio così. Nessuna guerra mondiale, almeno per oggi.
trum

Published in: on aprile 8, 2017 at 5:32 pm  Comments (2)  
Tags: , ,

Amici americani, volete chiedere ASILO POLITICO in Italia? Ecco come si fa.

How do you do, friends? Siete già stanchi di Donaldo? Volete godere della italian quality of life? Volete comprare una Vespa senza pagare dazio? Volete imparare a evadere il fisco senza paura? Oltrepassate l’immagine vespesca e vi darò qualche dritta.
vespa

  1. Anzitutto dovete approdare all’Isola del Giglio (Lampedusa è troppo affollata) e presentarvi alle autorità preposte all’immigrazione con i documenti in regola; se non sono in regola dite che vi mando io!
  2. La prima cosa che vi chiederanno è se sapete giocare bene al calcetto, nel qual caso otterrete immediatamente la cittadinanza e potrete chiedere al Ministro del Lavoro di sistemarvi da qualche parte
  3. Non giocate a calcetto? Ahi ahi ahi…. Dovrete sottoporvi a esami di cultura generale.
  • Sapete chi erano i Padri della Patria, da Domenico Modugno a Mike Bongiorno?
  • Sapete chi ha detto “il potere logora chi non ce l’ha?”
  • Sapete chi ha ballato il Tuca Tuca per la prima volta?
  • Sapete chi ha scritto “se vogliamo che nulla cambi bisogna che tutto cambi”?
  • Che differenza c’è tra il congiuntivo e le melanzane alla parmigiana?  (questa è troppo difficile… fatevi aiutare dal Cepu; e comunque il congiuntivo è passato di moda)
  • nell’aria di Leporello “madamina il catalogo è questo delle donne che amò il signor mio… sua passion predominante è la giovin principiante!” si allude a un importante uomo politico? (vi consiglio di rispondere: non so niente, non c’ero e se c’ero dormivo e sognavo che non sapevo che Ruby fosse minorenne )

Gran Bretagna se n’è ghiuta e soli ci ha lasciati!!!! E volete sapere perché l’Italia non fa lo stesso?

Sarebbe umiliante dire ce ne andiamo! e sentirsi rispondere ah, c’eravate anche voi?eur

Published in: on marzo 29, 2017 at 11:52 am  Comments (1)  
Tags:

LA LA PD DP LAND (ovvero, “il valzer della poera gente”)

Personaggi (in ordine alfabetico):

ISSA

ISSO

‘O MALAMENTE

Atto primo (ossia, Atto primario)

ISSA vuol diventare attrice e si presenta a tutti i provini. Pieraccioni la prende in considerazione per il prossimo film, LA LA DAI DAI?

ISSA non gliela dà e rinuncia alla recitazione. Pensa alla politica. E casualmente entra in un piano bar (“la Leopolda”) dove ISSO strimpella (tra l’indifferenza generale) il Valzer della povera gente.

Arriva ‘O MALAMENTE e lo licenzia su 2 piedi. “Te dovevi suonare Bandiera rossa la trionferà!!! E non queste canzoncine bischerate!”

dalem
ISSA lo vorrebbe consolare, ma ISSO non se la fila manco di striscio.

Atto secondo (cinque anni dopo)

ISSA ha fondato il Movimento delle 5 paperelle e un giorno rivede ISSO, impegnato in un comizio per la leadership del PCDC (partito cristiano della democrazia comunista).

I loro sguardi si sfiorano, pieni di nostalgia. “Cosa sarebbe successo se quella volta…”

Ma s’era capito subito che non erano fatti l’uno per l’altra… (oddio, ISSO era piuttosto fatto)
mat

Published in: on marzo 16, 2017 at 12:30 pm  Lascia un commento  

A circa 40 anniluce c’è un sistema di 7 pianeti simili alla nostra terra. Lo chiamerò, per comodità, “sistema Sticazzi”

Grande interesse ha suscitato la scoperta di Sticazzi, una stella della costellazione dello Scaldabagno, intorno alla quale ruotano 7 pianeti.

Secondo le indagini del R.I.S. (Reparto Indagini Spaziali) in quei pianeti ci sono forme di vita molto simili alla nostra: stelle alpine, facoceri, bagnini, vigili urbanissimi, aragoste alla catalana, vermi e Brunovespa.
stcazz
I pianeti, sempre secondo il RIS, sono denominati così:

Pianeta dei Valori – pianeta molto piccolo, ha come capitale Blackmountain di Bisaccia e aveva come presidente Anthony of Stone (di cui si sono poi perse le tracce); intorno al PDV ruotavano l’asteroide Razzi e l’asteroide Scilipoti, che sembrano ora orbitare intorno a Forza Pianeta (vedi sotto)

Pianeta Democratico – abitato dai Rottamatori; per stabilire chi comanda organizzano gioconde feste carnevalesche chiamate primarie, a cui possono partecipare anche gli abitanti dei pianeti vicini; lo slogan delle primarie è “più gente vota più bestie si vedono”

Democratico Pianeta – abitato dagli Scissionisti & Progressisti; quest’anno organizzeranno tante Feste dell’Unità (trattasi di kermesse ludicoculturalgastronomiche), ma forse le chiameranno in altri modi…

Pianeta 5 stelle – abitato dai Grillini, umanoidi perennemente connessi alla Rete (il loro saluto è “La Rete sia con te!”); quando sono all’opposizione sono bravissimi, quando devono governare un po’ meno…

Forza Pianeta – gli abitanti di questo pianeta si dividono in 3 categorie: quelli a piede libero, quelli in attesa di giudizio e quelli in attesa di prescrizione; tra i numerosi asteroidi in orbita (2 ne ho già nominati) non si deve ignorare l’asteroide Mastella, primatista galattico di salto gravitazionale

Pianeta Nord – abitato dai Secessionisti Nonoisti, nel senso che dicono NO a tutto: NO agli immigrati, NO all’Europa, NO all’Euro (preferiscono il baratto celtico, tipo “prendi porcello, dammi padella, prendi scarpone, dammi bastone…)

Fratelli di Pianeta – abitato dai Nostalgici e governato da due leaders (Giorgia Meloni e Ignace Larousse); di loro non si sa molto, ma certo da quando esistono la storia della Galassia è cambiata da così a così (a chi non mi può vedere assicuro che la mia mano non si è spostata di un millimetro)

Published in: on marzo 4, 2017 at 3:16 pm  Comments (7)  
Tags:

cosa è successo questa mattina sulla Persicetana?

Oggi sono passato, verso le 10 del mattino, per la località di San Giacomo del Martignone.

Ho notato (era impossibile non notare) un inconsueto schieramento di gazzelle della Polizia Stradale.

Cosa sarà mai successo a Saint-Jacques-du-Martignòn, località solitamente tranquillissima?

  • hanno scoperto che i capi della ‘ndrangheta si stavano incontrando con gli emissari del Cartello di Medellin nel baretto presso la chiesa di Santiago del Martignòn?
  • stava per iniziare, nel campo di calcio parrocchiale, il derby tra Polizia e Carabinieri?
  • la giornalaia è una gnocca da urlo, cosa che ha provocato un improvviso interesse per la lettura?
  • qualche spiritosone ha ideato un Pescedaprile con 30 giorni d’anticipo, segnalando con lettera anonima che il Santo Graal è custodito nella prima cappella del cimitero di Sankt Jakob von Martignonen (ce la nascose Hitler, in fuga dalla Linea Gotica e inseguito da Indiana Jones)?

Se aspetto che ci pensi Roberto Giacobbo a svelare l’arcano mi tocca di aspettare un bel po’… Restate in ascolto e presto saprete tutto!

AGGIORNAMENTO del 4/3/2017

E’ segreto di Stato, ma corre voce che il Presidente Mattarella sia venuto (con adeguata scorta) a comprare i giornali qui!!!!!
poliz

quando c’era Berlinguer…

Da un po’ di tempo passo bei momenti su Raistoria, sia nel pomeriggio che in prima e seconda serata.

L’altra sera parlavano di Berlinguer.
enri
Ovviamente in bene. Basterebbe pensare al rissoso bordello che è diventato il PD per capire l’importanza di un leader autorevole e serio come lui.

Eppure…

Eppure lo contestavano, anche duramente. Sono abbastanza vecchio da ricordare gli anni ’70, le folle di adolescenti con il Manifesto (spuntava dai tasconi dell’eskimo) che berciavano contro l’imborghesimento del PCI.

E ce n’era anche per Luciano Lama, che di Berlinguer era grande amico.
lamaeb
E’ il dramma (anzi, la tragedia) della sinistra italiana. C’è sempre qualcuno che salta su, in nome di un’imprecisata “purezza rivoluzionaria”, a contestare chi la rivoluzione non la ritiene imminente.

Succedeva anche negli anni ’20. La scissione del 1921 indebolì il Partito Socialista e chi ci guadagnò fu Mussolini, che si trovò davanti una sinistra disunita.

Dopo il delitto Matteotti (nell’unico momento in cui il fascismo era vulnerabile) i Socialisti insistettero fino in fondo con la “secessione aventiniana”, i Comunisti tornarono in aula. Quando ci si accorse di quanto fosse indispensabile l’unità antifascista era troppo tardi.
duce

Published in: on febbraio 16, 2017 at 11:39 am  Comments (6)  
Tags: , , ,

Ha ragione Andreoli? (a proposito dell’omicidio di Vasto)

Vittorino Andreoli, psichiatra e criminologo, sostiene che tutti siamo potenzialmente assassini e che NON E’ NORMALE chi non ha provato mai l’impulso di risolvere i suoi problemi con un ammazzicidio.
vitt
Mi tornano in mente queste teorie di fronte a recenti fatti di cronaca.

A Vasto qualche mese fa un tale aveva causato la morte di Roberta Di Lello investendola con la sua auto. L’altro giorno il marito della vittima carica la sua pistola (una Beretta 98FS) e va a “fare vendetta”.

Giuridicamente parlando non ci sono dubbi: omicidio premeditato. Ma non vorrei essere al posto di chi dovrà giudicare questo caso.

Qualche centinaio di kilometri più a nord di Vasto c’è Pontelancomesichiama (Ferrara). Qui un simpaticone di nome Riccardo ha compiuto un matricidio-parricidio per interposta persona.

Dimostrando una notevole imprenditorialità, il Riccardo di cui sopra ha incaricato il suo amichetto Manuel di fare a pezzi (con apposita ascia) mamma e papà.

Anch’io ho avuto un rapporto difficile con mio padre.

E’ solo un caso che quelle accese discussioni non siano trascese?

E se una crisi di follia mi avesse travolto non mi sarei pentito subito? Non avrei passato il resto della mia vita a chiedere perdono, come l’assassino di Maria Goretti?

Nel caso di Manuel e Riccardo mi sgomenta proprio la mancanza di un vero pentimento.

Non so voi, a me l’espressione ho fatto una cazzata (usata da Riccardo dopo l’arresto) non sembra indicare pentimento, ma solo il rammarico di essere stato scoperto.

 

Published in: on febbraio 4, 2017 at 10:08 am  Comments (1)  
Tags: , ,

il governo del Conte: sinistra, centrosinistra, centrocentro?

D’accordo, al Miur (al posto della non troppo rimpianta Giannini) ora c’è una sindacalista della CGIL
valeria
Però… il conte Gentiloni Mazzanti Viendalmare proprio di sinistra sinistra non è. Magari in gioventù… ma adesso no.
gent
Un po’ di storia. Circa 100 anni fa l’antenato dell’attuale premier, il conte Vincenzo Ottorino Gentiloni Mazzanti Viendalmare, presidente dell’Unione Elettorale Cattolica, promosse un accordo tattico con i Liberali di Giolitti. Questo accordo (noto come “Patto Gentiloni”) sbarrò la strada alle bandiere rosse.

100 anni dopo il rovesciamento delle alleanze: il conte Paolo Gentiloni eccetera eccetera presiede un governo che unisce la DC alla CGIL. L’intento è sbarrare la strada al Movimento Pentastellato.

Passano i secoli. Passano le alleanze politiche. Ma i conti Gentiloni sono sempre lì.
cont

Published in: on dicembre 16, 2016 at 8:55 am  Comments (2)  
Tags: ,

Ha riaperto la Cassa-fai-da-te (e ricomincia lo stress)

Come avevo preannunciato il supermercato della Zona Stadio ha riaperto dopo un mese (riassetto straordinario).

Ci sono andato subito e ho ripreso a soffrire alle casse automatiche.
casse
E’ vero che si risparmia tempo (se le altre casse, quelle gestite da esseri umani, sono intasate); il tempo è denaro eccetera.

Ma lo stress è tanto.

  • deposita gli articoli nell’area apposita (fin qui me la cavo)
  • passa gli articoli sul lettore (beeep, beeep)
  • hai passato la tessera socio? (me la dimentico sempre)
  • necessaria approvazione: ho comperato del vino e la macchina non è sicura che io abbia compiuto 18 anni (dalla sua postazione una commessa mi fa cenno di proseguire)
  • paga con i contanti o con la tessera (meglio i contanti)
  • ritira il resto; il denaro viene distribuito sotto la fessura (denaro sta per carta moneta; le monete non sono denaro? bah)
  • informazione necessaria (vuol sapere se userò i sacchetti di plastica biodegradabile)
  • ritirare la spesa (forza, è quasi fatta!!!)
  • grazie per aver usato fast pay (è sempre quella voce femminile… mi piacerebbe vedere i provini con cui scelgono la voce da registrare: “dev’essere una voce dolce, ma non troppo…”)
  • adesso la tappa finale: avvicinare il codice a barre della ricevuta all’apposito lettore (ho impiegato anni per imparare a farlo… all’inizio ero costretto all’umiliazione di chiedere come qualmente…)

FINITO!!!!!!!! Vado a casa con un leggero mal di testa.

Published in: on novembre 29, 2016 at 12:52 pm  Lascia un commento