ITALIAOVEST contro ITALIAEST (in questo scontro è coinvolto Peter Quill?)

PREMESSA. In alcuni sport di squadra (come il basket) la stagione regolare si conclude con un torneo a eliminazione diretta chiamato playoffs. Tradotto in italiano significa “hai vinto 30 partite su 30? ora riparti da zero e se perdi sei fuori!” FINE DELLA PREMESSA

Ad esempio nell’NBA sono iniziati i playoffs tra le migliori 8 del West (California, Texas, Utah…) e le migliori 8 dell’Est (Boston, Cleveland…).

Ma noi, nel nostro piccolo, non vogliamo essere da meno. La stagione regolare della serie A2 si è conclusa e si affrontano le magnifiche 8 occidentali e le magnifiche 8 orientali. Là il confine è il grande Mississippi, qua è la linea Mantova-Bologna-Roseto degli Abruzzi.

Però c’è qualcosa di strano, difficile da spiegare.

EST massacra OVEST!!!!!!

Delle 8 che hanno passato il turno SETTE sono orientali e solo una, Tortona, rappresenta l’Italia occidentale. Eliminate Biella, Casale Monferrato, Roma, Legnano ecc.

C’è mancato poco che l’EST facesse il “cappotto“. Solo un tiro libero a 4 secondi dalla fine ha permesso a Tortona di battere la Mantova di cui sopra.

Come spiegare questo squilibrio atletico-geografico?

  • le squadre dell’Est non fanno vaccinare i loro atleti contro il morbillo (ipotesi Lorenzin)
  • c’entra il fuso orario: siamo in pochi a saperlo, ma il fuso orario dell’Ovest è diverso da quello dell’Est (quando a Casale Monferrato sono le 17 a Bologna sono le 18) perciò le squadre occidentali si presentano sul campo con un’ora di ritardo, hanno meno tempo per il riscaldamento e partono svantaggiate (ipotesi del kaiser)
  • a Tortona vive un cyberfarmacista; dice di essere il padre di Peter “Star Lord” Quill (la lista dei padri, veri o putativi, di Peter si allunga in modo imbarazzante) e di cercare la Sfera magica del Drago della Stella Nera; buca regolarmente tutti i palloni da basket che trova (è un po’ scemo, sapete; l’anno scorso Rick Deckard lo ha gonfiato di botte e lui non si è più ripreso) cosa che crea caos e altera l’andamento regolare delle gare (ipotesi di Goku Einstein)
    peter
Published in: on maggio 12, 2017 at 9:44 am  Lascia un commento  
Tags: , , , ,

ciao, Michele

Quando un camion sfiora un ciclista non è il camionista a tremare. Basta lo spostamento d’aria a uccidere.

Se poi ti investe…

Pedala in pace, Michele Scarponi.
mich

Published in: on aprile 23, 2017 at 9:51 am  Lascia un commento  
Tags: ,

Olimpiadi davanti al televisore

Ci sono spettacoli meravigliosi, dal windsurf all’equitazione.
zara
E poi ci sono le polemiche, i piagnistei e i drammi.

Sono giorni di lutto nazionale per la Pellegrini. Lasciatemi dire che arrivare QUARTA alle olimpiadi non è poi una tragedia greca (ce n’è di gente che venderebbe l’anima al diavolo per arrivare in finale).

Cara Federica, la vita ha in serbo per te altre sfide e altre gioie. Perciò, non farla tanto lunga.

Molto più dura la stangata che ha colpito Schwazer. Una squalifica per 8 anni equivale a una squalifica a vita. Non so se il marciatore si sia dopato in modo così criminale… ma mi dispiace veramente che la sua carriera finisca così.
schw

Published in: on agosto 11, 2016 at 12:09 pm  Lascia un commento  

Ferragosto in città – olimpiadi davanti al televisore

Domanda preliminare. Che differenza c’è tra uno sportivo e un tifoso?

Rispondo. Lo sportivo apprezza le performances anche degli avversari, il tifoso spera che sbaglino (anzi, che si rompano i tendini e le ossa).

Servono esempi? Se l’avversaria di Sara Errani (Barbora Comesiscrive) centra un colpo spettacolare io (che mi ritengo sportivo) applaudo.

Poi naturalmente sono contento che Sara concluda vittoriosamente per 6-2 6-2.

Altro esempio. Clemente Pesomassimo Russo ha eliminato un tunisino ai punti. Verdetto discutibile: il match era in perfetto equilibrio. Lo sportivo dice “meglio così, ma Russo dovrà impegnarsi di più nel prossimo incontro”; il tifoso grida “evvai! e fanculo il tunisino!!”

Conclusa la premessa, vorrei rivolgere due raccomandazioni:

  • raccomando ai telecronisti RAI (che sono un esercito; pare che il numero degli inviati a Rio, tra giornalisti, tecnici, dirigenti ecc sia di poco inferiore al numero degli atleti) di essere un po’ meno tifosi e un po’ più sportivi (vedi sopra)
  • raccomando ai capi di governo (presenti e futuri) di starsene a casa; la presenza di un premier distrae e magari mena gramo (quando Renzi era là nessuna vittoria e Nibali si è fratturato; appena l’aereo presidenziale ha lasciato il Sudamerica le medaglie d’oro hanno cominciato a fioccare)
    alto
Published in: on agosto 9, 2016 at 11:22 am  Comments (1)  
Tags: , ,

Ciao, campione… (non so se preferisci essere chiamato Muhammad o Cassius; comunque sia, ti saluto come grandissimo campione)

Non so se nel paradiso islamico si organizzino incontri di boxe
alì
Nel caso contrario, Joe Louis ti inviterà certamente nel suo paradiso per un match molto amichevole.

Published in: on giugno 4, 2016 at 11:33 am  Lascia un commento  
Tags: , , ,

ciao, Jolanda

Siena, 1963.

Meeting dell’Amicizia (atletica leggera). C’è Jolanda Balas. Romena, primatista mondiale di salto in alto.

Mi fa l’autografo. A quell’epoca li collezionavo. Avevo anche quelli di Ottolina e di Eddy Ottoz. Ma questo vale di più. Jolanda aveva vinto le Olimpiadi di Roma (replicò a Tokio) e saltava come una dea (vedi foto).

Beh, stavolta hai fatto un salto veramente in alto. Quando ci rivedremo lassù te lo chiederò di nuovo (ahimè, tra un trasloco e l’altro ho perso la collezione)
bala

Published in: on marzo 12, 2016 at 2:59 pm  Lascia un commento  
Tags: , , ,

QUIZ LETTERARIO DI APRILE

IL CANDIDATO INDIVIDUI CHI HA SCRITTO LA SEGUENTE PUTTANAT FRASE

…mi rivolge un abbagliante, spontaneo, naturale, splendido sorriso a tutta bocca…

1° aiutino – infilare 4 aggettivi così, uno dietro l’altro, lo può fare solo Gabriele D’Annunzio; o una donna; e non è D’Annunzio

2° aiutino – la scrittrice in questione non è M. Mazzantini (che non è il massimo, ma in confronto a questa merita il Nobel)

3° aiutino – non è I. Allende (come sopra)

4° aiutino – non è J. Rowling (come sopra)
james

meno male che c’è il 666…

Non mi riferisco all’antica tradizione, che indica Satana con quel numero.

Al contrario, il devoto Daniele Meucci ha innalzato gli occhi al cielo dopo il traguardo di Zurigo.

Comunque, il 666 non gli porta male.
666
Grande atleta, il Meucci.

Ricordo che martedì scorso aveva corso i 10mila (arrivando sesto), tanto per scaldare i muscoli.

Che dire? Nell’estate in cui i miliardari “azzurri” del calcio hanno fatto la figura dei cioccolattai il podista Meucci e il ciclista Nibali (che miliardari non sono) hanno meritato il mio applauso.

Published in: on agosto 17, 2014 at 11:49 pm  Comments (1)  
Tags: , , ,

se io fossi Sarkozy…

… mi presenterei alla tv, o comunque mi rivolgerei all’opinione pubblica in questi termini:

“A tutti piace vincere. Ma non c’è solo il successo sportivo, c’è anche lo stile. C’è una cosa chiamata ONORE. E noi siamo francesi, sappiamo che l’onore viene prima di tutto. Non è giusto andare ai campionati in Sudafrica in questo modo. L’autorità sportiva è certamente autonoma, ma io invito ufficialmente i dirigenti della FFF (Federation Francaise de Football, nota del traduttore) a RINUNCIARE alla partecipazione ai Mondiali. Al nostro posto vadano gli amici irlandesi, con augurio di buona fortuna. E il mondo intero sappia (e sappiano soprattutto i nostri giovani) che la Francia ha stile. Viva lo sport, viva la Francia!”

A questo punto gli eventuali lettori si metteranno a ridere.

“In che mondo vivi? Pierre De Coubertin è morto nel 1937 e il suo spirito è ormai tradito a tutti i livelli! Lo sai quanti sono gli sponsor della nazionale francese? Hai un’idea del giro di miliardi che implica la partecipazione della Francia ai Mondiali? Sai quanti alberghi e casinò sudafricani si arricchiranno per via delle migliaia di ricconi francesi che arriveranno laggiù? E le agenzie di viaggio, l’AIRFRANCE, il merchandising? Mentre gli irlandesi sono pochi e non hanno tanto da spendere?”

D’accordo, d’accordo. Come non detto.

Era solo un’esercitazione retorica.

Viva lo sport!

Published in: on novembre 21, 2009 at 3:51 pm  Comments (8)  
Tags: , , , , , , , ,

IL QUINTETTO BASE

Gesù, Giuseppe, Maria, l’asino e il bue: il quintetto base.

Poi c’è la panchina, naturalmente. I Magi soprattutto, che puoi ruotare sul perimetro e nei tiri da tre fanno, appunto, delle vere magie. E ci sono i pastori, gente solida in difesa (utilissima quando nell’area piccola c’è da fare a sportellate) e capacissima di andare in contropiede e schiacciare.

Tutti ugualmente importanti. Ma l’essenziale è IL QUINTETTO.

Quando difende a zona, non ce n’è per nessuno! E, ribadito il concetto, TANTI AUGURI A TUTTI

Published in: on dicembre 20, 2008 at 3:57 pm  Comments (4)  
Tags: , , ,