il peccato originale e le sue conseguenze

Con questo raccontino cinofilo concludo, per ora, l’Operazione Nostalgia.

Col prossimo post tornerò al mondo presente, recensendo i film usciti recentemente.

Furono posti al centro dell’Africa i nostri Progenitori, in un paradiso di odori e di colori.

Un divieto fu posto loro: “Voi sarete i padroni del mondo. Potrete annusare e seguire le tracce di tutti gli animali, dalla zebra all’elefante, dalla iena al topo. Annuserete anche le tracce di quell’insulso scimmione che mi è venuto così male (non gli ho ancora dato un nome, tanto poco vale ai miei occhi; mi sa che l’estinguo….). MA NON POTETE ANNUSARE LE MIE TRACCE!!!!!! Cane avvisato, mezzo salvato!”

A lungo vissero felici i Progenitori, rispettando la volontà del Creatore.

Ma il gatto (malvagia e sleale creatura è il gatto!) li sedusse al male: “Non date retta alla Voce. Se riuscirete ad annusare le sue Tracce, diventerete come Dei!”

Ahinoi! Si lasciarono convincere e (anziché reagire a latrati e morsi al tentatore felino) annusarono.

Ne rimasero sconvolti, tanto sublimi ed inebrianti erano quelle Tracce. Poi fuggirono a nascondersi, spaventati da quella sovracanina vertigine.

Ma chi può sfuggire alla Voce?

Risuonò nella loro coscienza la Condanna:

“Poiché avete trasgredito io vi degrado. Per miriadi e miriadi di anni non sarete più i signori del mondo, ma i servi dell’Homo (così chiamerò l’insulso scimmione) che vi costringerà alla museruola e al guinzaglio, vi farà cercare i tartufi (ma li mangerà lui) e trainare la slitta, vi farà annusare la droga negli aeroporti e interpretare film scemi (come Rin Tin Tin)

“Ma se, col passare dei millenni, riuscirete a civilizzare gli Homines, insegnando loro cosa sia la lealtà e il coraggio, sarete perdonati!”

Da allora noi cerchiamo di addestrare la stirpe umana, servendola fedelmente e con grande sacrificio.

Forse un giorno i nostri sforzi saranno coronati dal successo e gli homines si eleveranno al nostro livello. Ma è dura, molto dura!
can

Annunci
Published in: on aprile 16, 2018 at 10:36 am  Comments (2)  
Tags:

Buona Pasqua a tutti! Anche ai gendarmi francesi!

Cari Francesi, lo so che vi piacerebbe annettere al vostro impero le terre di confine (Liguria, Piemonte, Valdaosta ecc). Napoleone c’era riuscito, De Gaulle ci aveva provato.

Adesso tocca a Macron, che però non ha la stoffa (mi pare) del conquistatore.

Comunque voglio augurarvi una buona Pasqua, con tanto di Colomba della pace.

Buona Pasqua anche ai cinesi e a chi sta scrutando il cielo in queste ore.
cinavicina
E ai leghisti che hanno tanto sperato che i frammenti della stazione spaziale distruggessero la Sicilia. (pare che cadranno nell’oceano, mi dispiace per loro)

E buona Pasqua a te, che sei capitato in questo post per puro caso o per deliberata scelta.
pasq

Published in: on aprile 1, 2018 at 9:43 am  Comments (3)  

L’ora legale vista dal nostro gatto

Si chiama Romeo, il gatto condominiale.

Non ha, a quanto risulta dalle indagini del R.I.S., un padrone vero e proprio. Da tempo immemorabile si aggira nel giardino nella speranza, sempre premiata, che qualche gattofila/o lo sfami.
condom

Da domenica però Romeo è veramente disorientato. Le finestre e le porte non si aprono agli orari abituali. Fenomeno che la sua mente metodica non riesce a spiegare.

La specie gattesca adora il Sole (e anche la luna). Chi glielo spiega delle lancette spostate, ecc? ora

Published in: on marzo 28, 2018 at 7:26 am  Lascia un commento  
Tags: ,

Buon viaggio, Stephen Hawking

Non eri bello, ma eri senz’altro un genio eccezionale!
steph

Published in: on marzo 14, 2018 at 6:31 pm  Lascia un commento  

Tre hurrah per Parma!!!

Mia moglie e io amiamo tanto questa garbata città.
parm
Forse perché la nostra prima notte nuziale è stata ospitata dal Maria Luigia Hotel?

Forse perché Arturo Toscanini è nato qui?
tosca
Forse perché alla Filoma si mangiano tortelli che sono la fine del mondo?

E lì vicino c’è quella meraviglia architettonica che si chiama Battistero?
batt
Difficile scegliere tra i tanti pregi di Parma quello che affascina di più.

Ho saputo che è stata scelta come capitale per la cultura per il 2020… e vado a letto felice.

Buona notte, Parma, buona notte!

Published in: on febbraio 17, 2018 at 12:48 am  Comments (3)  

Come vivere BENE ignorando completamente quello che succede in una città nota anticamente come Villa Matuziae

Su quella città incombe una terribile maledizione scagliata 2000 anni fa da un certo Matuzio.

Sconvolto dall’arrivo di una cartella Equitalia particolarmente esosa Matuzio fece sì che chiunque abitasse in quel luogo o passasse nei paraggi o anche ne pronunciasse il nome fosse perseguitato dalla noia per tutti i giorni della sua esistenza e infine morisse de mala muerte.

(visto quanti congiuntivi? impara a usarli, Di Maio..)

Quindi date retta a me: questa sera (e le seguenti) ignorate la tv, specialmente rai1.

Premesso ciò i casi sono 2:

  1. O vi trasferite mediante un varco spaziotemporale (adesso li vendono anche nei discount) in un’altra dimensione dove Bob Fosse sta allestendo uno show con J.S. Bach, i Pink Floyd, Maria Callas ecc e vi chiede se vorreste fare un duetto con Groucho Marx.
  2. O dedicate le vostre sere a qualche filmone di quelli lunghi ma belli, di quelli che fanno bene agli occhi, alle orecchie… e soprattutto al cuore.

Scegliete con i vostri personalissimi criteri, naturalmente… però mi permetto di suggerirne qualcuno

  • Martedì 6 febbraio IL PADRINO
  • Mercoledì 7 febbraio IL PADRINO – PARTE II

vitomichael

    • Giovedì 8 febbraio INCONTRI RAVVICINATI DEL TERZOTIPO

Spiel

  • Venerdì 9 febbraio APOCALYPSE NOW (se preferite un approccio meno cupo alla tragedia del Vietnam, va bene anche FORREST GUMP)
    pocaligumpe su questo argomento non ho altro da dire!
  • Sabato 10 febbraio GONE WITH THE WIND
    damn
    Se vi sembra troppo lungo o se lo ritenete troppo sudista non privatevi di GUERRE STELLARI (quello vero, però…) e la Forza sia con voi!

be

Si salvi chi può: sta arrivando SANVALENTINO!!!!!

Per la Festa degli Innamorati si regalano cioccolatini e diamantini, cuorirossi e stelled’argento, profumi, fiori e opere di bene. E si scambiano centilioni di bigliettini con frasi più o meno originali.

Se ti serve ispirazione e il tempo stringe leggi le righe sotto l’immagine. Potrebbe essere stimolante.

(se vuoi tradurre in italiano il biglietto qua sotto senza usare il vocabolario aspetta la fine del post)
valen

  • bianca è la schiuma, rosso l’estintore, solo per te batte il mio cuore
  • azzurro è il cielo, roseo il porcellino, darei qualunque cosa per un tuo bacino
  • lenta è la lumaca, veloce l’ambulanza, dei tuoi baci non ne ho mai abbastanza
  • allegra è la vacanza, triste è la galera, non vedo l’ora che sia stasera
  • rosse le tue labbra, bianche le tue mani, non vedo l’ora che sia domani (da consegnare la sera del 13)
  • il sangue è rosso, la viola è blù, mi piace il Cagliari ma tu di più (a richiesta posso adattarlo a tutti i colori della serie A)
  • Barbie ama il rosa, Zorro il nero; amo te e il Palermo con cuore sincero (la serie B crea qualche problema, ma se mi impegno li risolvo tutti)
  • rossa è la fragola, grigio l’elefante, ti voglio far le coccole, ma tante tante tante
  • giallo è il limone, nero è il pianoforte, quando ti vedo il cuore batte forte
  • verde è il pisello, verdi i fagiolini, quelli che non ti applaudono sono cretini
  • verdi i fagiolini, verde il pisello, tu della mia vita sei il sogno più bello

Traduzione del biglietto: ho capito di amarti quando ho scoreggiato e tu hai fatto finta di niente

Published in: on febbraio 2, 2018 at 12:07 am  Comments (2)  
Tags: , , ,

i SETTE SAGGI del mondo moderno

Sono stato informato da Pendolante su un’iniziativa che mi intriga assai assai.

Essendo il numero 7 il più affascinante di tutti (i colori dell’arcobaleno, le note musicali, i nani di Biancaneve, i vizi capitali ecc) proviamo a individuare le categorie settimine e a ragionarci su.

Aperta parentesi. L’idea è nata da Tratto d’unione: non voglio privarla di questo merito. Chiusa parentesi.

Premesso ciò ecco una lista di Saggi moderni; la lista dei Saggi dell’antichità la conoscono tutti: Solone, Talete, Orzoro, Mulino bianco, Omino bianco, Vetril e Dixan.

  1. E. A. MURPHY (personaggio veramente esistito, anche se molte massime che gli si attribuiscono non sono sue) – “Se qualcosa può andar male, sta sicuro che andrà male” (corollario “per quanto imprevedibile sia un fallimento, c’è sempre qualcuno che salta su a dire che lui l’aveva detto che andava a schifìo”)
  2. A. EINSTEIN – la frase “due cose sono infinite, l’universo e la stupidità umana… ma riguardo all’universo ho ancora dei dubbi” è probabilmente apocrifa; ma continuo a tenerlo in campo; se dovrò sostituirlo, in panchina c’è F. SCHILLER che scrisse “nemmeno gli Dei possono far qualcosa contro la stupidità umana”
  3. K. VON HAMMERSTEIN-EQUORD (generale tedesco antinazista, progettò invano di uccidere Hitler) – “In ogni esercito ci sono 4 categorie di uomini: i pigri stupidi, i pigri intelligenti (spesso sono brillanti condottieri), gli infaticabili intelligenti e gli infaticabili stupidi (questi ultimi, da eliminare senza pietà)
  4. B. RUSSELL“il problema dell’umanità è che gli stupidi sono strasicuri, mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi”
  5. S. POLYAK“Prima di lavorare sull’intelligenza artificiale perché non facciamo qualcosa sulla stupidità naturale?”
  6. A. BLOCH“Un idiota in un posto importante è come un uomo in cima a una montagna: tutto gli sembra piccolo e lui sembra piccolo a tutti”
  7. E. DE FILIPPO “Ogni minuto muore un imbecille e ne nascono due”; frase forse apocrifa, ma se dovrò far uscire Edoardo si sta scaldando FLAIANO: “La stupidità degli altri mi affascina, ma preferisco la mia!”

mur

Published in: on gennaio 15, 2018 at 1:25 pm  Lascia un commento  

ORIGIN (by D. Brown)

PREMESSA. Daniel Brown (per gli amici, DAN) è antipatico al mio computer. Appena digito Dan lui fa le bizze. Ciò dimostra indubitabilmente che D. Brown è l’Anticristo; anzi no, è il Messia di una nuova Era; anzi no, è un replicante prodotto dalla Tyrell Corporation (lo hanno fabbricato nell’Area 51, nel Nevada); anzi no, è la reincarnazione di J.F.Kennedy (tra il 22/11/1963 e il 22/06/64 passano esattamente 7 mesi; ci può stare); anzi no, è un discendente di Maria Antonietta Maddalena e di re Artù (quindi può rivendicare il Trono di Spade!).

Premesso ciò, ho letto fino all’ultima pagina ORIGIN.

Chi mi conosce mi regala libri, tra Natale e l’Epifania. Regalare libri costa poco e fai (quasi sempre) bella figura.

Inoltre mi avevano detto: “E’ un romanzo molto interessante! Si celebra una specie di riconciliazione tra religione e scienza…”

Nell’ultima pagina, infatti, l’ascia di guerra sembra sotterrata. Dialogando con un religioso spagnolo (padre Bena) Robert Langdon si rammarica di non averlo conosciuto prima e poi “addolcisce” un famoso verso di W. Blake.

“Le religioni oscure spariranno e la dolce scienza regnerà” diventa “La dolce scienza fugherà le religioni oscure per far fiorire quelle illuminate”
langdon
Già. E quali sono le religioni oscure? Magari nel prossimo romanzo Brown ci dirà cosa pensa dell’Islam.

Quanto al valore letterario di ORIGIN, noto la solita inflazione di aggettivi. A pag. 90 ne ho contati 29! E’ proprio indispensabile all’economia del racconto dirci che Ambra (l’equivalente di Sophie Neveu) ha un’elegante veste bianca, che la sua pelle è olivastra, che la sua voce è colta e raffinata ecc? Secondo me bastava dire che Ambra è attraente… anche se Langdon (come negli altri romanzi) è troppo cerebrale per innamorarsi.

Niente di nuovo sotto il sole, dice Qoèlet. E’ come IL CODICE DA VINCI, con le stesse pallosità e gli stessi giochini di parole: scomporre il nome Churchill in church + hill (il Monte della Chiesa) ricorda molto il “cavaliere sepolto da un papa” (si allude a Sir Isaac Newton la cui sepoltura fu curata da Alexander Pope)

Ma ci sono dei pregi, devo riconoscerlo. A un lettore di media cultura (tipo me) LA SAGRADA FAMILIA di Barcellona, L’ABBAZIA DI MONTSERRAT (idem), IL MUSEO GUGGENHEIM di Bilbao e LA VALLE DE LOS CAIDOS non sono ignote.

Per molti altri (i bovari del Kansas o dell’Australia, Matteo Salvini ecc) non c’è differenza tra Pompei e Disneyland, tra i centurioni e le guardie svizzere; magari imparano qualcosa.

Concludo. Non so se il nostro futuro, come si sostiene nel cap. 96, consiste in una specie ibrida (corpi umani + intelligenze artificiali). So che il presente è rappresentato (ahimè) da Donald Trump, che di intelligenza non ne ha, né tradizionale né artificiale…
orig

Published in: on gennaio 12, 2018 at 11:46 pm  Comments (1)  
Tags: , , , ,

Cosa aboliamo oggi?

Vedo che è di moda proporre (a fini elettorali) l’abolizione di questo o quello.

Mi accodo.

Prometto che, se sarò eletto, abolirò

  • l’Epifania, che tutte le feste le porta via (con quale diritto?)
  • il lupo, che perde il pelo ma non il vitalizio
  • la premessa “io non sono razzista, ma…” (segue una serie di banalità xenofobe, che forse anche Hitler si dissocierebbe)
  • l’alta e la bassa marea (basta con queste discriminazioni classiste!)
  • la nazionale di calcio italiana (che comunque si sta abolendo da sola)
  • i sondaggi pre-elettorali, assolutamente inaffidabili in Italia (c’è tantissima gente che voterà Destra, ma si vergogna a dirlo)
  • le malattie, i terremoti, le valanghe, il festival di sanremo, la kakka dei piccioni, le repliche di don Matteo e della prof. Baudino (che chissà quanti compiti arretrati deve correggere, visto che passa il suo tempo a innamorarsi e a risolvere casi polizieschi)
  • le vignette con Romeo Berlusconi che corteggia Giulietta Renzi al balcone (lo sappiamo tutti che finirà così; ma cazzo lasciateci sperare in un futuro diverso!)
  • tutti quelli che propongono l’abolizione di qualcosa (mi rendo conto che abolirei me stesso, ma ne vale la pena)

rome

Published in: on gennaio 11, 2018 at 1:24 pm  Comments (5)