Coglionometro

Ha cominciato Michela Murgia col FASCISTOMETRO (ammiro molto la prosa della Murgia e chi non ci crede legga qui ma stavolta la penna è scivolata per eccesso di velocità; dire che l’Italia è ingovernabile è forse un eccesso di pessimismo, ma non scomoderei le camicie nere)

Poi Gramellini ha intitolato SALVINOMETRO uno dei suoi “caffè”.

Tocca a me.

Elenco qui 11 affermazioni coglioniste. Chi le sottoscrive tutte concorre al premio COGLION OF THE YEAR.
coglion

  1. Macchè riscaldamento globale! Oggi fa un freddo cane!
  2. Marilyn Monroe era troppo grassa
  3. Aumenta il prezzo della benzina? Ma io ne faccio sempre 20 euro!
  4. Non sono io che sono omofobo, sono loro che sono froci.
  5. Chi fa da sé fa per tre (commento personale: il difetto principale degli italieschi è l’individualismo; è passata l’epoca dei geni solitari alla Marconi e adesso la ricerca scientifica e tecnologica si fa in gruppo; non lamentiamoci quindi se siamo rimasti indietro)
  6. Tra la moglie e il marito nessuno metta il dito (se uno dei 2 coniugi, quasi sempre LUI, mena di brutto tu hai il DOVERE di usare quel dito per chiamare la polizia)
  7. Meglio un asino vivo che un dottore morto (un asino vivo può provocare guai tremendi, soprattutto se è al governo; un dottore, se è morto, NO)
  8. Qui lo dico e qui lo nego (puoi dirlo solo se ti chiami Luigi Pirandello)
  9. Se tutti parlano male di lui è senz’altro colpevole… (#liberate Barabba)
  10. Lei non sa chi sono io! (sì, lo sa: soltanto un COGLIONE può pronunciare questa frase)
  11. Hitler ha raggiunto la piena occupazione nel suo stato: metà dei tedeschi era sotto le armi, l’altra metà costruiva armi (questa frase, incredibilmente coglionesca, è stata pronunciata davvero in una cerimonia pubblica da un coglion da un tale che si chiama Ettore ed era il Presidente dell’Istituto delle Opere di Religione; primato mondiale tutt’ora imbattuto di stracoglionaggine con rincorsa)

Potrei aggiungere altre frasi coglion-friendly, ma ora il sonno mi vince. Magari riprenderò il tema.

Annunci

tre trame per Dan Brown

Non ho potuto fare a meno di ricordare la trama di ANGELI E DEMONI quando ho sentito di uno scheletro sotto un pavimento della nunziatura di Roma.

Per chi non l’abbia letto (si può, per la verità, farne a meno) il romanzo parla di complotti all’ombra della cupola di San Pietro e di cardinali uccisi alla vigilia di un conclave; poi arriva Tom Hanks Robert Langdon e aggiusta tutto.

angeli

E stanotte ho sognato di incontrare Don Brown al pub. Gli ho suggerito qualche trama per il suo prossimo romanzo.

  1. Trama maddaleniana (o dell’universo parallelo) – Sono le ossa della Maddalena! (che Dan Braun immagina sepolte sotto la piramide del Louvre per decisione del presidente Mitterand; in realtà Mitterand era stato ingannato da alcuni mariuoli di Forcella, specializzati nel produrre reliquie fasulle e altre patacche); Villa Giorgina, sede della nunziatura vaticana, è il punto di transito tra questo universo e un altro universo dove le persone vanno a vivere dopo la morte
  2. Trama romoliana (o dell’origine dell’ostilità tra laziali e romanisti) – Sono le ossa di Rema, sorella di Romolo!  Non si chiamava Remo, come ha scritto Tito Livio (Livio era al servizio dei poteri forti e diffondeva fake news; trasformò Rema in Remo per rendere meno spregevole la figura di Romolo); i numerosissimi amanti di Rema giurarono odio eterno a Romolo e fondarono la società sportiva Lazio; da allora ogni derby è il prolungamento di una faida infinita
  3. Trama aliena (o esiste davvero il Vaticano?) – Sono le ossa di una femmina aliena! Come insegnano i MEN IN BLACK gli alieni vivono tra noi da decenni e influenzano le nostre menti mediante messaggi subliminali; si spiegano così le vittorie di Donald Trump (è un cyborg costruito dagli alieni), l’interesse suscitato da un personaggio come Chiara Ferragni e gli incassi dei film di Zalone Checco; tra le altre cose ci hanno fatto credere che esiste uno stato chiamato Città del Vaticano (esente da tasse…), il quale stato ha rappresentanze diplomatiche in tutte le capitali del mondo, chiamate Nunziature, luoghi misteriosi dove gli alieni organizzano tornei di poker alieno (non ci provo neanche a spiegare cos’è), di tennis quadridimensionale e di rutti cosmici.

buchi

Published in: on novembre 10, 2018 at 12:14 am  Comments (2)  
Tags: , , , ,

2 novembre – Hurrah per Charles, Aretha, Montserrat, Paolo, Milos, Ermanno, Silvio e Stephen

E’ mia abitudine celebrare oggi chi ci ha lasciato negli ultimi 12 mesi.

Nelle foto che seguono riconoscerete cantanti, un attore (noto ai consumatori di fustini DASH), registi e una mente geniale imprigionata in un corpo deformato.
aznzvouraretmontsitaferramilossilvioolmi
hawk

Published in: on novembre 2, 2018 at 12:22 am  Comments (2)  

autunno, stagione di rincari

Benvenuto Autunno!

Ti do il benvenuto con sincera cordialità, anche se so già che arrivi accompagnato da un corteo di luoghi comuni:

  • non si sa come vestirsi; la mattina fa freddo e poi viene il caldo ecc
  • i giocatori della Juve sono dopati fino agli occhi ecc
  • Gianni Morandi non invecchia mai ecc
  • tutti si lamentano per il traffico e poi vedi che in auto c’è solo chi guida ecc
  • non si sa come vestirsi…
  • quando c’è la salute c’è tutto ecc
  • l’importante è che le scarpe siano comode ecc
  • alle donne svedesi piacciono gli italiani ecc
  • non si sa come vestirsi…

Inoltre sei accompagnato, caro autunno, da “una raffica di rincari” (anche i titolisti del Resto del Carlino hanno un’ampia riserva di frasi fatte)
rinc

  1. Nel primo mistero dispendioso si contempla l’aumento del prezzo dei biglietti al cinema. I fedeli considerino che per vedere un film (magari è bello, ma si rischia di sbattere contro una fetecchia come THE NUN) tocca spendere quasi 10 euro (anche di più se è 3D). E’ vero che gli over 65 come me hanno diritto a uno sconticino, ma in certe sale (Odeon, The Space ecc) il sabato e la domenica ringiovaniscono prodigiosamente…
  2. Nel secondo mistero dispendioso si contempla l’aumento del prezzo della benzina. I fedeli considerino che in molte pompe la “verde” costa più di 2 euro (prevedo ulteriori aumenti). Si chiedano inoltre per quale miracolo quando il petrolio cala il prezzo dei carburanti cala pochissimo, ma quando il petrolio aumenta i prezzi dei carburanti schizzano in alto che neanche Tamberi.
  3. Nel terzo mistero dispendioso si contempla l’aumento delle tariffe autostradali. I fedeli considerino che chi percorre la Torino-Milano paga l’8,34% in più e chi viaggia da Milano alla Liguria paga il 13,91% in più rispetto all’anno scorso, ricordino il disastro di Genova e, quando passano su un viadotto, si tocchino le palle.
  4. Nel quarto mistero dispendioso si contempla l’aumento del prezzo dei neutrini. Com’è noto quest’anno c’è stata una grande morìa di neutrini (a causa dell’atmosfera inquinata nel tunnel tra il CERN di Ginevra e la galleria del Gran Sasso) e di conseguenza il loro prezzo è salito alle stelle. In compenso i neutroni sono in offerta speciale.
  5. Nel quinto mistero dispendioso si contempla l’aumento delle tariffe dei killer professionisti. Fino a pochi mesi fa bastava poco per assoldare un gruppo di fuoco in grado di appianare le questioni condominiali; ora si deve spendere un patrimonio (non vi dico le cifre per non invogliarvi a entrare nel giro). Pensate che per risparmiare sto pensando di mettermi in proprio. Ho comprato un kalashnikov di seconda mano e mi sto esercitando falciando i passanti lungi i viali. Quando avrò terminato l’addestramento potrete cercarmi on-line (chiederò molto poco).
Published in: on settembre 26, 2018 at 8:40 am  Comments (3)  
Tags: , , , ,

Io, fioraio italiano, amo suonare viole e violini a Imola, a Soave e a Eboli (frase apparentemente priva di senso)

Ogni tanto penso alla signorina Sanchioni. La mia indimenticabile maestra elementare.

Era un po’ matta, ma ci divertiva.

Uno dei suoi temi preferiti era la musicalità della nostra lingua contrapposta a quella dei tedeschi (le erano molto antipatici, chissà perché) e all’inglese.

“Pronunciate con me: SCHWARZ”

Noi, in coro: SCHWARZ!!!!

“Significa nero, colore molto tedesco… e ora tutti insieme: TO-TEN TANZ

Noi a sgolarci con la TOTEN TANZ che (come lei spiegava) era la danza degli scheletri, un tema pittorico assai diffuso a nord delle Alpi.

Dopo di che ci faceva notare come nelle parole italiane le vocali siano spesso più numerose delle consonanti (mentre in SCHWARZ la povera A era circondata dalle consonanti).

“Persino la parola BUIO suona bene! 3 vocali e una sola consonante! In tedesco si scrive DUNKEL e in inglese DARK!”

Ce n’era anche per gli inglesi, infatti. Troppe consonanti in MIST (negli anni ’50 era di moda parlare della nebbia e dello SMOG londinese… e non era ancora nota la parola STRESS, sennò lei l’avrebbe citata).

E allora tutti a scrivere sul quaderno le parole italiane con più vocali che consonanti. Scoprendo che spesso erano cose belle: AMORE, GIOIA, FIORE, ARIA, ACQUA, ACQUARIO, CUOIO, CUOIAIO, AURORA (anche BOREALE), TUONO, PIOGGIA, AIUTARE, AUTOMOBILE, VIOLINO, ADAGIO, ARMONIA, MELODIA…

NOIA (una consonante e 3 vocali) e mi fermo qui perché mi accorgo che questo post è diventato molto noioso.

CIAO

P.S. la frase del titolo è piena di vocali; ecco perché ce l’ho messa.
barla

Published in: on settembre 22, 2018 at 9:02 am  Lascia un commento  

Sono ricco a mia insaputa (naturalmente è un tentativo di truffa…)

Ogni tanto mi arrivano mail di questo tipo…

“La informiamo che Lei ha un accredito in sospeso di EURO (segue cifra, a volte molto alta) ma noi non possiamo effettuare questa operazione perché i dati non sono corretti…”

Seguono alcuni paroloni in gergo bancario e chiedono (se voglio mettermi in tasca le palanche) i dati del mio conto.

Trucco vecchio, ma qualche ingenuo ci casca.

Dopo aver fatto con estremo vigore il gesto dell’ombrello e aver invocato la caduta di asteroidi sui truffatori di tutto il mondo cestino la mail.

Peccato, cominciavo a mettermi nei panni di un miliardario…
scro

Published in: on settembre 20, 2018 at 1:18 pm  Comments (6)  

Chi gioca a tennis vive più a lungo?

Leggo di una ricerca effettuata presso lo Snichisgnossen Institut di Copenhagen.

A loro risulta che chi pratica sport “socializzanti” come il TENNIS campa di più e meglio di chi pratica sport da solitari (tipo i ciclisti e i podisti).

Non discuto. Chi sono io per criticare gli istituti scandi e poi navi?

Posso, se mai, aggiungere un postillo (cioè il fratello di una postilla).

Salvo rare eccezioni, il tennis è uno sport da ricchi. 

Al tennis club (vedi foto) troverete più frequentemente i soci del Rotary che i postini in cassa integrazione.
tenni

Essere ricchi, si sa, non significa essere felici. Però assicura lunghe vacanze rilassanti, cure mediche di alto livello, case ben riscaldate, pasti gustosi e assiduamente controllati dal dietista ecc

Insomma, sei ricco? Vivrai a lungo (se non ti fai di cocaina ogni sera) qualunque sport pratichi: tennis, golf o lancio dello sputo con rincorsa.

Se invece ti dedichi al podismo… i casi sono 2.
jogg

O corri tra gli alberi della foresta, lungi dallo smog cittadino.
finl

O corri respirando il gas del traffico (in questo caso, auguri di lunga vita!!!)
corsa

Sui rischi che corrono i ciclisti preferisco non dilungarmi (è capitato anche a me di trovarmi con una clavicola rotta…)
ciclo

Meglio il tennis, per chi può permetterselo…

Published in: on settembre 8, 2018 at 7:09 am  Comments (5)  

Indifferenziata (incubo notturno)

Lo confesso.

Ho mancato ai miei doveri di differenziatore.

L’altra sera, approfittando delle fitte tenebre, ho stivato nel cassonetto “indifferenziata” un sacchetto contenente tovaglioli di carta, due bicchieri di plastica e un tappo di sughero.

Nella notte la mala coscienza mi ha fatto comparire davanti Socrate, Abramo Lincoln, Madre Teresa di Calcutta, Vlad Dracul (i vampiri, si sa, sono ecologisti molto scrupolosi) e Maximilien de Robespierre.

Morale: se volete dormire serenamente separate la carta dalla plastica ecc

P.S. Chi mi sa dire dove va stivato il polistirolo?
socrateresaabramvladyrobes

Published in: on agosto 28, 2018 at 11:14 am  Comments (12)  
Tags: , , ,

Che fai tu, luna, in ciel? Dimmi, che fai, silenziosa luna?

Dal Pleistocene in poi continui a suscitare le nostre emozioni, casta diva.
rossa

Abbiamo fatto di te una Dea, chiamandoti Artemide, Trivia, Diana e con tanti altri nomi.

Una Dea gentile e bizzarra, a volte piena altre nuova altre (come stanotte) rossa.
lun
Mentre il dio Sole è maschile (Belenos, Aton, Apollo, Inti ecc): sempre uguale a se stesso, imperioso e qualche volta veramente stronzo.

Non ci provo neanche a elencare le poetesse e i poeti che si sono ispirati a te e ai tuoi misteri: Saffo, Catullo, Francesco d’Assisi, Leopardi, Ungaretti…

Scuotilancia ti chiama incostante (ROMEO AND JULIET, atto II, scena seconda) sempre per via delle fasi lunari che suscitano la curiosità del 1° personaggio di 2001 ODISSEA NELLO SPAZIO…

E anche S. Kubrick l’abbiamo omaggiato.
kubr

Published in: on luglio 27, 2018 at 10:55 pm  Comments (3)  
Tags: , , , ,

Come sopravvivere all’auto-oscuramento di Wikipedia

Rispetto la decisione di Wikipedia (settore italiano) di protestare contro la progettata legge europea sul copyright.

Ci mancherebbe altro.

Però a me (e a molti altri, suppongo) le wikinformazioni servono e come. Nel caso che l’oscuramento riprenda suggerisco di ricorrere alle altre tantissime lingue in cui si esprime la mia enciclopedia preferita.

Esemplifico.

Voglio sapere chi è ancora vivo nel cast di C’ERA UNA VOLTA IL WEST.

Digito Spaghetti western e mi appare la pagina in inglese. ONCE UPON A TIME IN THE WEST. Claudia Cardinale è seguita da is (per gli altri, da Henry Fonda a Charles Bronson, la voce verbale è was)
west
(mi direte che era facile scoprire che Claudia nostra era la superstite… ma provate con COLAZIONE DA TIFFANY o con LAWRENCE OF ARABIA)

Se poi l’inglese non è la vostra lingua preferita provatene un’altra.

Altri esempi.

  • Domenico Modugno was an Italian singer and (later in life) a member of the Italian Parliament
  • Silvio Berlusconi è nu pulitico e ‘mprenditore taliano, chiammat ‘o Cavaliere pe’ ll’unurificenza ‘e cavaliere dda fatica
  • sa Sardigna (o Sardinnia) est sa secunda isula prus manna de su Mare Mediterraneu
  • Andrea Camilleri – scritturi sicilianu, riggista, auturi tiatrali e televisivu

Non trovate che scritturi sicilianu abbia più sapore di Italian writer?

Published in: on luglio 6, 2018 at 12:20 pm  Comments (3)