Ogni giorno in Africa…

Ogni giorno in Africa sorge il sole. La gazzella si sveglia e sa che se non si procura il GREEN PASS rafforzato non potrà salire sull’autobus.

Ogni giorno in Africa sorge il sole e il leone si sveglia e sa che se non si procura il SUPER GREEN PASS morirà di fame perché non lo lasceranno entrare nel ristorante.

Ogni giorno in Africa sorge il sole. Non importa che tu sia una gazzella o un leone, un’echidna o un armadillo. L’importante è che tu abbia con te il GREEN PASS.
afric

Published in: on dicembre 3, 2021 at 11:39 am  Comments (2)  

Questa notte sono morto…

…e sono andato in paradiso. Mi aspettavo di incontrare S. Pietro sulla porta, ma era occupato (doveva smistare i pacchi di Amazon) e ad accogliermi c’era Gianni Agnelli.
agnell
Cominciarono i problemi.

L’avvocato pretese che mi sottoponessi al test molecolare paradisiaco PCR e che sottoscrivessi una polizza assicurativa sanitaria per almeno 30.000 dollari celestiali.

“Se sei venuto qui per essere curato gratis dai virus non hai capito niente del capitalismo!”

Ero rimasto a bocca aperta (me l’aspettavo diverso il paradiso). Ma una risata mise tutto a posto. Agnelli si dissolse e al suo posto davanti a me c’erano Giorgio Gaber e Dario Fo.
gabefo

Lo scherzo era riuscito. Ci mettemmo a ridere e a cantare vecchie canzoni, tipo questa

Un’idea un concetto un’idea

finché resta un’idea è soltanto un’astrazione

se potessi mangiare un’idea

avrei fatto la mia rivoluzione.
gab

Published in: on dicembre 1, 2021 at 11:42 am  Comments (5)  

Sui giornali di oggi

Un conto sono i quotidiani, legati all’attualità. Un conto sono i libri di storia, dai quali ci si aspetta un respiro più ampio. Me ne rendo conto.

Ma resto a bocca aperta quando sfogliando giornali anche autorevoli (Corriere della sera, Repubblica, il Giorno, The Washington post eccetera) vedo pagine intere dedicate alla gara Musk-Bezos sul tema il più ricco sono me!

Una settimana fa le stesse pagine erano riempite da servizi sulle nozze di un granduca russo e la figlia di un ambasciatore italiano.
ricchezzaroman

E invece (mi chiedo) dei problemi dell’ambiente non si parla più? L’intervento di Greta Thunberg a Milano è già stato dimenticato?

A mio modesto parere è più importante parlare (e agire) di questi problemi. O ci siamo rassegnati alla catastrofe ecologica che renderà inabitabile il nostro pianeta, alla faccia di granduchi, ambasciatori e miliardari?
ambient

Published in: on ottobre 13, 2021 at 2:10 PM  Comments (4)  

Ho preso il treno per Verona…

… e non ho pagato il biglietto!

E’ andata così. Quando è arrivato il controllore l’ho fissato negli occhi.

-Sono un diplomatico! Rappresento uno stato extragalattico e quindi non sono tenuto a rispettare le arcaiche usanze terrestri!!!-

Preso alla sprovvista il controllore è andato a cercare un suo superiore. Ecco dunque il Controllore Capo: si avvicina, accenna un saluto militare e mi chiede i documenti.

-Vengo da un universo parallelo e da noi non usano i documenti. Comunichiamo tra noi telepaticamente, cosa che lei evidentemente non è in grado di fare!-

Sembra interessato. Chiede com’è fatto il nostro universo.

Gli faccio un disegno.

Come può vedere tutto poggia sulle schiene di tre titanici elefanti che a loro volta poggiano su un’enorme tartaruga che nuota eternamente in un oceano senza sponde-
cosmo
A questo punto si era formato un assembramento nel vagone. Un tale, presentatosi come docente di Cosmologia all’Università del Valpolicella, ha sostenuto che la Tartaruga avanza all’infinito su un Serpente Cosmico che si morde la coda.
serpente
-Niente affatto! Questa è una dottrina sconcia ed eretica e stiamo andando a Verona proprio per confutarla! interviene il Divino Otelma.

La confusione aumenta. Tutti vogliono dire la loro, a cominciare da Will Shakespeare (non perde mai l’occasione per tornare a Verona). Intervengono anche Sergej Sergeevic Prokofiev (per via del balletto) e Omorzo Cactaceo, oste della Locanda del Puledro Impennato.
willpony

L’ipotesi del Serpente Cosmico è respinta a grande maggioranza. Anche perché i Controllori non saprebbero se far pagare il biglietto anche a lui (il regolamento non è chiaro a proposito dei serpenti).
controll

Shakespeare si domanda da dove venga l’acqua in cui nuota la Tartaruga.

-Where it comes from all that water? This is the question…-

La risposta viene da Bilbo Baggins (dimenticavo di dire che nel treno c’è una carrozza speciale per Hobbit)
bilbsam

-Avevo dato il compito di innaffiare il prato al mio giardiniere, Sam Gamgee; lui si è distratto un momento e l’universo è rimasto allagato; quando ripasserà Gandalf dalle mie parti ristabilirà l’equilibrio!-

Sam protesta. Dice che la colpa è del tubo di gomma che Mr. Baggins si ostina a non sostituire; e che lo sanno tutti che la gomma prima o poi si deteriora; e che comunque farà ricorso ai sindacati (ci sono i sindacati, anche nella Contea) per proteggere la sua reputazione.

Quando si butta in politica anche una questione seria come gli universi paralleli non se viene più fuori

  • salta fuori che c’è un Universo a 5 Stelle dove tutti sono onesti e le decisioni vengono prese on line
  • e c’è un Universo Democratico in cui hanno appena fatto le primarie
  • e c’è la Lega Universale dove però se non sei un settentrionale non fai carriera

Eccetera eccetera eccetera. Io però sono riuscito a non pagare il biglietto relativo alla tratta Bologna Centrale – Verona Porta Nuova.

(la prima versione di questo postaccio risale al marzo 2019)

Published in: on agosto 12, 2021 at 12:09 am  Comments (6)  

TRIANGOLO-QUADRILATERO ALLA FRANCESE – post del maggio 2017

Atto unico.

Si odono urla femminili da dietro il sipario. Non le traduco perché sarebbe indelicato.

Si apre il sipario. In scena ci sono Emmanuel M (in pigiama) e sua moglie Brigitte (visibilmente alterata)
sip
B. – Non essere patetico nel negare l’evidenza!! C’è un’altra donna qui!!! Sento un profumo dozzinale… è nell’armadio?

E. – Brigitte, ti prego… ci sentono tutti!

B. (alzando la voce) E’ nell’armadio!! La puttana è nell’armadio!!! Gli armadi sono stati inventati per questo!!!! Per nascondere…

Angela M (uscendo dall’armadio) Usi un altro linguaggio, madame! Lei non è una borghesuccia qualunque!
rele
B. (voltandole le spalle di scatto) Potevi sceglierne una che vestisse meglio, almeno! E comunque mi rendo conto che se si togliesse il vestito smorzerebbe qualsiasi slancio…

E. Cerca di capirmi, Brigitte! Tutto quello che ho fatto l’ho fatto per l’Europa…

B. Non offendere la mia intelligenza! Europa il mio culo! E poi che Unione sarebbe? Capitale Berlino? No, jamais! Arrivati a questo punto, c’è una sorpresa: ho invitato un amico con cui sarà bene unirci! Tutti quanti! Entra, Vladimir!

(entra Putin, che si inchina profondamente e le bacia la mano)

Vladimir Frau Merkel, Signor Presidente… (leggeri inchini). Giungo inaspettato, ma spero non sgradito. Mi rendo conto che siamo in presenza di una crisi. Ma possiamo discuterne con calma. Ho l’onore di invitarvi tutti nella mia dacia per il week-end. Potremo gettare le basi per una nuova unione europea. Entreremo nella storia! (strizza l’occhio a Macron)
put
Angela M. Sono d’accordo! Ci uniremo per il bene dell’Europa! Ma a una condizione…

(gli altri si voltano verso di lei)

Qualsiasi cosa, ma per piacere non deve entrarci Trump!

Tutti  Trump no! Trump no! Qualsiasi cosa, ma niente Trump!

Sipario

Published in: on agosto 8, 2021 at 12:26 am  Comments (4)  
Tags: ,

tutto quello che non sapete sul GREEN PASS (ve lo svelo A GRATIS)

  1. Se volete entrare nello STATO LIBERO DI BANANAS (e non siete W. Allen) dovete recarvi nel più vicino negozio di ferramenta e comperare una chiave inglese “a pappagallo”; attenzione però! il pappagallo deve avere un piumaggio prevalentemente verde e deve ripetere senza errori “sotto la campa la schiatta è capra, sopra la capra la crepa è fessa”
  2. Se volete recarvi a Gotham City (provincia di Batman) dovete assolutamente transitare prima per uno stato sovrano nella cui bandiera nazionale sia presente il colore verde (tipo Irlanda); siete esentati da questa norma se provenite da una regione italiana che cominci per L (liguria, lombardia, lazio e lumbria)
  3. GREEN PASS è anche un video gioco della Nintendo; difficile, ma non impossibile; chi oltrepassa il dodicesimo livello può attraversare qualsiasi confine dalla Striscia di Gaza al Paese dei Balocchi, utilizzando il tunnel Parigi-Singapore
  4. per ottenere il rilascio gratuito del GREEN PASS è necessario farne richiesta presso l’Ufficio Complicazione Affari Semplici (UCAS) allegando una tesina sul tema “perché Francesco Schettino ha causato la morte di 32 persone cavandosela con soli 16 anni di carcere?” evitando di usare parole scurrili

P:S: Strettamente legato alla questione GREEN PASS è il quesito 8×1000. Per motivi di spazio tratterò l’argomento nel prossimo post (al più potrei scrivere qualche riga di introduzione dopo l’immagine)
mill

8×1000? 8.000!

Questa è troppo scema. Sarà meglio cancellarla immediatamente-

Published in: on giugno 18, 2021 at 10:43 PM  Lascia un commento  

altre 3 notizie che concorrono per il premio NMNPFDM (Non Me Ne Può Fregare Di Meno)

Una settimana fa elencavo 4 notizie il cui interesse per me variava dallo zero assoluto allo zero assoluto + 0000,1.

Proseguo nell’elenco.

  • impeachment è il titolo di una serie tv prodotta da Monica Lewinsky (protagonista, 24 anni fa, di una squallida storia di sesso col presidente Clinton); il concetto stesso di serie tv mi annoia: io ho la mia vita da vivere, perché sprecare tempo davanti alla tv e, in questo caso, con i pompini di un’arrivista?
  • sarà venduta all’asta l’auto che Carlo, principe di Nonsocosa, regalò alla moglie fidanzata Diana nel 1981; con tutto il rispetto che si deve ai defunti chissenefrega dei regali di un nullafacente a una stupidella? (oltretutto quel royal regalo ha portato una royal sfiga)
  • sfilata di moda negli stabilimenti Ferrari a Maranello; questa notiziola riesce a mettere nella stessa riga due cose di cui faccio tranquillamente a meno: le sfilate di moda e la formula uno

not

Published in: on giugno 16, 2021 at 12:42 PM  Lascia un commento  

Avvistamenti di ufo (ma poi se ne sono andati: perché?)

Nei mesi scorsi Oggetti Volanti Non identificati sono stati visti in molte località dell’emisfero settentrionale. Dalla California alla Valmalenco.

Poi sono scomparsi.

Io posso dirvi cosa è successo veramente. Lo farò dopo l’immagine.uff

Gli alieni erano già stati sul nostro pianeta parecchio tempo fa e si erano divertiti moltissimo a sterminare i dinosauri.

Poi erano tornati lassù (presumo per farsi una doccia) ed ora rieccoli.

Ma il loro comandante aveva visto un film con Tom Cruise (in cui il virus del raffreddore era risultato letale per gli invasori) e aveva attivato le antenne riceventi, provando a decodificare i messaggi dei terrestri con l’aiuto del computer dell’astronave madre.
nostrEcco il messaggio più semplice che sono riusciti a decodificare:
CTS, CSS, FSE SPID, AUSL, ENPAV, FIGC, DGP (scarica l’app) PNRR, PNR&S, CSPI, CNOAS, TULPS, ENPA, DGOSV, CPIGVSR, SEN (il logo SEN permette in qualsiasi momento all’utente di tornare alla homepage; poiché il logo è sia un grafico che un link, viene identificato come “link-grafico” ed è possibile intercettarlo utilizzando sia la shortcut “G” che le shortcut “U” e “V”, rispettivamente “link non visitato” e “link visitato”)

A questo punto il supercomputer è andato in crisi. Si è acceso un segnale di allarme: “Attenzione! Questo linguaggio è evidentemente opera di una civiltà di matti. Matti pericolosi!!!! Scappiamo!!! Si salvi chi può!!!!”

Published in: on giugno 7, 2021 at 12:28 am  Comments (2)  

Perché fanno così?

Interrompo la vaccineide (iniziata qui e qui) che, forse, riprenderà col celebre romanzo I PROMESSI VACCINATI.

La interrompo per un argomento più serio.

Nella foto qua sotto (scattata dopo la mezzanotte in piazza Verdi, Bologna) c’è un assembramento che più assembramento non si può.

Alla faccia del coprifuoco. Alla faccia di ogni norma di prudenza. Chissenefrega della prudenza?
verd

Non sono un moralista. Non invoco l’ergastolo per chi vuol divertirsi in questo modo.

Capisco che hanno paura della solitudine. Vogliono suonare il bongo, cantare, ubriacarsi ecc. Tutto pur di non trovarsi da soli nel cuore della notte.

La solitudine non è una bella cosa. Lo sappiamo. Magari da vecchi ci si abitua e la si può apprezzare. Ma i giovani (diciamo fino ai 40) non vogliono essere soli; perciò affollano i bar, le piazze, le spiagge e le discoteche.

Non hanno paura della morte. La morte, se sei giovane, non esiste. Forse esiste, ma non riguarda te.

Perciò ti metti al volante totalmente sbronzo, guidi a fari spenti nella notte (chiamale, se vuoi, emozioni…) e non usi la mascherina.

Se poi i tuoi comportamenti provocano un incidente o contribuiscono a diffondere il contagio… beh, quella è sfiga!
sfig

Published in: on aprile 23, 2021 at 9:29 am  Comments (6)  

Pasquetta in città

Avete presente L’ULTIMA SPIAGGIA (1959, regia di S. Kramer)? Con quelle spettrali immagini di una città dove la radioattività ha ucciso tutti?
beach

Beh, questa mattina Bologna era un pochino più animata. Ma solo un pochino.

E meno male che qualche supermarket era aperto.

Andavo appunto al Despar per il pane e il latte fresco (detesto il latte “più giorni”) e notavo che nelle strade del quartiere c’erano più posti liberi che auto parcheggiate.

Cazzo! Fino a due giorni prima non si trovava un parcheggio neanche a piangere in turco!

Insomma dove sono andati?

Sono andati al mare? Hanno tutti una seconda o terza casa?

Suggerisco alla Agenzia delle Entrate una raffica di accertamenti. Lo so che la mia è spregevole invidia…

AGGIORNAMENTO di martedì 6 (ore 9)

Sono uscito per le stesse strade di ieri (Galletti, Roncati, Audinot, piazza Volta ecc) e ho avuto conferma.

Sono tornati tutti: non si trova uno spazio per parcheggiare!

Dunque è vero: quasi metà degli abitanti del quartiere ha la seconda casa, sulla Riviera o in montagna.

Sono tornati a Bologna in tarda serata o nella notte. E immagino che si scambiassero messaggi cifrati: “il salmone vola basso” (tornate per gli Stradelli Guelfi, non ci sono controlli) “3 civette sul comò” (al casello di San Lazzaro c’è la Polizia stradale) “il cielo stellato sopra di me la legge morale dentro di me” (a porta San Felice c’è un’auto sospetta, ferma all’altezza dell’incrocio con via del Chiù; meglio passare per zona Stadio).
poliz

Published in: on aprile 6, 2021 at 8:58 am  Comments (6)