non mi piace sparare sulla croce rossa… ma chi è stato il primo a dire che “saremo tutti migliori”?

Leggo sui giornali di oggi che

  • a Torino un 52enne è stato ucciso (coltello piantato in un occhio); suo fratello è stato arrestato
  • una 16enne è stata uccisa da un amico (dagli amici mi guardi Iddio) nelle campagne presso Bologna
  • non si arrestano le ricerche di una 18enne di origine pakistana scomparsa dalle parti di Reggio Emilia; scomparsi anche i genitori e lo zio (molto probabilmente l’hanno uccisa perché rifiutava di sottostare alle loro regole bigotte)
  • per non parlare delle morti sul lavoro, che purtroppo sono talmente frequenti che non fanno notizia

Commento. Bisogna essere veramente ingenui per aspettarsi un miglioramento dell’umanità. Sottoscrivo pienamente le dichiarazioni di Francesco Guccini: “non impareremo nulla neanche stavolta; è nella natura umana il dimenticarsi presto delle tragedie passate per riprendere la vita di sempre”

migliori

Published in: on giugno 29, 2021 at 4:22 PM  Comments (1)  

DELITTO IN TRE ATTI (ovvero, quando Poirot viene interrotto dalla pubblicità)

L’altra sera mi è capitato di vedere un ibrido cine-televisivo.delittacap

Una trama intrigante (zia Agatha non tradisce mai) ma recitata a cazzo di cane in modo mediocre: tanti primi piani, frasi stereotipate (“nessuno tocchi il cadavere” come se tutti fossero ansiosi di farlo) e sfondi da cartolina in technicolor.

Ma quello che ha suscitato in me un notevolissimo impulso omicida è stata la pubblicità.

  • Poirot è invitato a un cocktail party da una congrega di ricconi e non si è ancora messo comodo che veniamo informati dei problemi della prostata di un fesso.
  • Primo omicidio (ovviamente per avvelenamento, mica per niente è A. Christie) e immediatamente il pathos è stemperato per tessere le lodi di uno sgrassatore universale.
  • Poirot si annoia (come lo capisco!) e prende l’aereo per Los Angeles; appena atterrato lo informano che c’è un secondo omicidio; è incerto se tornare ad Acapulco e, mentre ci pensa, gli spettatori sono deliziati dalla réclame di una merendina (e non c’è neanche un asteroide che schianta mamme e postini: che noia!)
  • Nuovo cocktail party, nuovo avvelenamento; Poirot è già sulla via della soluzione; ma, prima che riunisca tutti i sospettati,  eccoci sensibilizzati sul cibo dei gatti sterilizzati e sui disturbi intestinali (meno male che ci sono pastiglie miracolose bla bla bla)

Ritornando all’impulso omicida di 18 righe fa non date retta all’antico detto che la miglior vendetta è il perdono.

LA MIGLIOR VENDETTA si può scegliere in quel MANUALE DEL PERFETTO SADICO noto come Antico Testamento. Ad esempio

  1. tutti i programmatori di pubblicità televisiva possono essere inceneriti da una pioggia di zolfo e fuoco (libro della Genesi)
  2. possono essere essere tormentati da un’invasione di cavallette (libro dell’Esodo)
  3. possono essere sbranati da due orse (libro del profeta Eliseo)
  4. possono essere dispersi dalla confusione delle lingue (libro del profeta Grillo)
  5. possono essere colpiti dalla grandine (libro dell’Esodo)
  6. possono essere sterminati tra le rovine di Gerico (libro del profeta Giosuè)
  7. possono essere ingoiati da un mostro marino (libro del profeta Giona)
  8. possono essere uccisi dal morso di serpenti velenosi (libro dei Numeri)
  9. possono essere colpiti dal flagello delle emorroidi (libro del profeta Samuele)
  10. possono essere impiccati a una trave della loro casa (libro di Esdra)

P.S. Nessun programmatore di pubblicità televisiva è stato maltrattato nella stesura di questo post. Purtroppo.

Published in: on giugno 26, 2021 at 10:56 am  Comments (4)  

Specchio, specchio che hai (quasi) sempre ragione QUALE E’ STATO IL MEJO FILM DELLA STAGIONE?

Caro specchio, tu sai che aspetto la fine della stagione per scegliere THE BEST MOVIE.

Nell’agosto del 2019 ho scelto GREEN BOOK

Nel luglio del 2020 il titolo di mejo film è andato a JOKER

A chi tocca quest’anno?

La stagione non è ancora finita. Per cui mi pronuncerò il 31 luglio prossimo venturo.

    • potrebbe essere TENET, filmone surreale di Christopher Nolan; l’ho visto il 27 agosto e l’ho molto apprezzato per l’essere uscito dai soliti schemi bondeschi (peccato la durata)

tnen

  • niente male NOMADLAND (che poi ha vinto l’Oscar, ma questo non mi interessa); un film sulla dura vita del west; i cattivi, però non sono gli apaches, ma gli uomini bianchi

nomad

  • entra nella terna LA VITA CHE VERRA’ – HERSELF, film britannico (veramente i soldi li ha messi un produttore francese, ma regista e cast sono anglo-irlandesi) su come una donna povera e sull’orlo dello sconforto trova donne e uomini che l’aiutano disinteressatamente… insomma, un miracolo.hersell

 

Published in: on giugno 24, 2021 at 12:25 am  Comments (1)  

Ogni mattina in Italia sorge il sole…

…e comincia un talk show in televisione.

Ogni mattina un infettivologo si veste per andare in tv e pensa che se non dimostra di essere un superespertologo di vaccini e di tamponi non lo chiamano più.
show

Ogni mattina un virologo si sistema il nodo della cravatta e sa che se non si inventa qualche cosa originale sulla variante delta o sull’anduia non lo chiameranno più.
anduia

Ogni mattina io mi sveglio, faccio la doccia e col cazzo che accendo la tv e metto su il dvd di C’ERA UNA VOLTA A HOLLYWOOD
cinese

Published in: on giugno 22, 2021 at 12:30 am  Lascia un commento  

tutto quello che non sapete sul GREEN PASS (ve lo svelo A GRATIS)

  1. Se volete entrare nello STATO LIBERO DI BANANAS (e non siete W. Allen) dovete recarvi nel più vicino negozio di ferramenta e comperare una chiave inglese “a pappagallo”; attenzione però! il pappagallo deve avere un piumaggio prevalentemente verde e deve ripetere senza errori “sotto la campa la schiatta è capra, sopra la capra la crepa è fessa”
  2. Se volete recarvi a Gotham City (provincia di Batman) dovete assolutamente transitare prima per uno stato sovrano nella cui bandiera nazionale sia presente il colore verde (tipo Irlanda); siete esentati da questa norma se provenite da una regione italiana che cominci per L (liguria, lombardia, lazio e lumbria)
  3. GREEN PASS è anche un video gioco della Nintendo; difficile, ma non impossibile; chi oltrepassa il dodicesimo livello può attraversare qualsiasi confine dalla Striscia di Gaza al Paese dei Balocchi, utilizzando il tunnel Parigi-Singapore
  4. per ottenere il rilascio gratuito del GREEN PASS è necessario farne richiesta presso l’Ufficio Complicazione Affari Semplici (UCAS) allegando una tesina sul tema “perché Francesco Schettino ha causato la morte di 32 persone cavandosela con soli 16 anni di carcere?” evitando di usare parole scurrili

P:S: Strettamente legato alla questione GREEN PASS è il quesito 8×1000. Per motivi di spazio tratterò l’argomento nel prossimo post (al più potrei scrivere qualche riga di introduzione dopo l’immagine)
mill

8×1000? 8.000!

Questa è troppo scema. Sarà meglio cancellarla immediatamente-

Published in: on giugno 18, 2021 at 10:43 PM  Lascia un commento  

altre 3 notizie che concorrono per il premio NMNPFDM (Non Me Ne Può Fregare Di Meno)

Una settimana fa elencavo 4 notizie il cui interesse per me variava dallo zero assoluto allo zero assoluto + 0000,1.

Proseguo nell’elenco.

  • impeachment è il titolo di una serie tv prodotta da Monica Lewinsky (protagonista, 24 anni fa, di una squallida storia di sesso col presidente Clinton); il concetto stesso di serie tv mi annoia: io ho la mia vita da vivere, perché sprecare tempo davanti alla tv e, in questo caso, con i pompini di un’arrivista?
  • sarà venduta all’asta l’auto che Carlo, principe di Nonsocosa, regalò alla moglie fidanzata Diana nel 1981; con tutto il rispetto che si deve ai defunti chissenefrega dei regali di un nullafacente a una stupidella? (oltretutto quel royal regalo ha portato una royal sfiga)
  • sfilata di moda negli stabilimenti Ferrari a Maranello; questa notiziola riesce a mettere nella stessa riga due cose di cui faccio tranquillamente a meno: le sfilate di moda e la formula uno

not

Published in: on giugno 16, 2021 at 12:42 PM  Lascia un commento  

I PROFUMI DI MADEMOISELLE WALBERG

TRAMA ESSENZIALE. Un pezzo grosso deve spostarsi; ha bisogno di un buon autista; coesistenza molto difficile inizialmente, ma alla fine del film tutto si aggiusta.

Ci sono notevoli analogie con GREEN BOOK (bellissimo film giustamente premiato con l’Oscar 2 anni fa), ma adesso elenco le differenze.

  • nella commedia francese il ruolo di pezzogrosso è affidato a Anne Walberg, famosissima in passato per la sua eccezionale sensibilità ai profumi (lavorava per Dior); ma questa sensibilità va scemando…; nella commedia americana Don Shirley è una star del pianoforte e i suoi problemi derivano dal colore della pelle
  • l’autista in Francia si chiama Guillaume (è nei guai fino al collo: rischia il fallimento totale); sulle autostrade dalla Pennsylvania all’Alabama l’autista si chiama Tony, un bravo guaglione di Brooklyn che, a parte qualche amicizia mafiosetta, galleggia bene nel mare della vita

In sintesi LES PARFUMS è un bel film che vi consiglio vivamente. Elegante e pieno di sentimento, soprattutto nel finale.

Provo a immaginare come questa storia sarebbe stata trattata dagli sceneggiatori italiani. Anzitutto sarebbe farcita di trivialità toscano-romanesco-napoletane (qui da noi non si riesce proprio a fare a meno dei dialetti). Peggio ancora: in un paese maschilista come il nostro è molto difficile descrivere un rapporto in cui lui viene salvato da lei.

Volete sapere come va a finire?

Ho promesso di non spoilerare… vabbé, dopo l’immagine vi dirò qualcosa.

In tedesco.

profum

Einige Zeit spater kann Guillaume beim Sorgerechtsgesprach seinen Arbeitsvertrag bei Anne vorzeigen und hat endlich auch eine neue Wohnung. Er arbeitet als Parfumeur mit Anna susammen und beide begeben sich mit Duftentwurfen zu Dior. Kurze zeit spater ist er in Léas Schule zu Gast, wo er seine Arbeit als Parfumeur vorstellt.

Published in: on giugno 14, 2021 at 4:48 PM  Comments (2)  

4 notizie di cui non mi frega nient… il cui interesse è alquanto limitato (+ una che invece ha attratto la mia attenzione)

Notizia n°1 – Dovete sapere che una città della Penisola delle Banane ha 2 squadre di calcio e che una sarà allenata da un tizio per il modico compenso di millanta lingotti d’oro, mentre l’altra ha già ingaggiato la reincarnazione di Leonardo Da Vinci (sempre per un simbolico gruzzoletto di fantastiliardi) – ah, naturalmente questa città ha da tempo risolto tutti i suoi problemi di traffico, fognature, smaltimento rifiuti…

Notizia n°2 – Un ex-ministro della Penisola di cui sopra ha improvvisamente scoperto che un Senato di 200 membri non ha molto senso e propone di fondere 400 deputati con 200 senatori; un ex-Cavaliere delle Banane si è spinto oltre: “mi sono già accordato con Maria De Filippi; avremo un parlamento composto esclusivamente da Amici! sul numero devo ancora decidere, ma potrebbero bastare 44 parlamentari in fila per 6 col resto di 2!”

Notizia n°3 – Un importante funzionario pubblico francese ha preso una sberla; a Bologna lo chiamiamo smataflone, gli spagnoli lo chiamano bofetada, gli inglesi, più concisamente, slap; il grido di guerra dello schiaffeggiatore “Montjoie! Saint-Denis!” mi ha fatto ricordare il film comico I VISITATORI (1993) resta da stabilire chi in questa storia abbia preso gli schiaffi: l’altezzoso Godefroy de Montmirail o il suo scudiero Jean Cojon.
godefrscuder

Notizia n°4 – Dopo un’interminabile serie di sentenze, rinvii e centrosentenze non si sa ancora se il sequestro del Forcebleu (un incrociatore che allora apparteneva a uno di Cuneo) avvenuto nel maggio 2010 fosse legittimo o meno. La Corte di Cassazione ha cassato la sentenza precedente. A parte le (legittime?) considerazioni su come sia lenta la Giustizia nella Penisola delle Banane vi annuncio che l’incrociatore blu non appartiene più al Cuneese. L’ha venduto. Secondo fonti bene informate servirà alle future nozze tra Lagranputa Quetepariò (nobildonna andalusa) e l’imprenditore paraguagio Tengomucho Dinero.
force

Dicevo nel titolo che delle 4 notizie precedenti non mi può fregare di meno. Invece mi sembra veramente importante l’approvazione da parte della FDA di un farmaco (un anticorpo monoclonale) che rallenta quel devastante processo di distruzione del cervello chiamato Morbo di Alzheimer.

Data la mia veneranda età l’Alzheimer è un vero problema. 

Gli schiaffi a Macron, le esternazioni di Claudio Martelli e l’ingaggio di Sarri no!

Published in: on giugno 11, 2021 at 12:25 am  Comments (3)  

Avvistamenti di ufo (ma poi se ne sono andati: perché?)

Nei mesi scorsi Oggetti Volanti Non identificati sono stati visti in molte località dell’emisfero settentrionale. Dalla California alla Valmalenco.

Poi sono scomparsi.

Io posso dirvi cosa è successo veramente. Lo farò dopo l’immagine.uff

Gli alieni erano già stati sul nostro pianeta parecchio tempo fa e si erano divertiti moltissimo a sterminare i dinosauri.

Poi erano tornati lassù (presumo per farsi una doccia) ed ora rieccoli.

Ma il loro comandante aveva visto un film con Tom Cruise (in cui il virus del raffreddore era risultato letale per gli invasori) e aveva attivato le antenne riceventi, provando a decodificare i messaggi dei terrestri con l’aiuto del computer dell’astronave madre.
nostrEcco il messaggio più semplice che sono riusciti a decodificare:
CTS, CSS, FSE SPID, AUSL, ENPAV, FIGC, DGP (scarica l’app) PNRR, PNR&S, CSPI, CNOAS, TULPS, ENPA, DGOSV, CPIGVSR, SEN (il logo SEN permette in qualsiasi momento all’utente di tornare alla homepage; poiché il logo è sia un grafico che un link, viene identificato come “link-grafico” ed è possibile intercettarlo utilizzando sia la shortcut “G” che le shortcut “U” e “V”, rispettivamente “link non visitato” e “link visitato”)

A questo punto il supercomputer è andato in crisi. Si è acceso un segnale di allarme: “Attenzione! Questo linguaggio è evidentemente opera di una civiltà di matti. Matti pericolosi!!!! Scappiamo!!! Si salvi chi può!!!!”

Published in: on giugno 7, 2021 at 12:28 am  Comments (2)  

CRUDELIA (a metà strada tra IL DIAVOLO VESTE PRADA e il dottor Jekyll)

Quando ero giovane (molti secoli fa, quindi) apparve sul grande schermo LA CARICA DEI 101, dove la cattivissima Crudelia Demòn smaniava per scuoiare tutti i cani dalmati di Londra. E fumava sempre; appariva chiaro che chi fuma non ama gli animali (ci saranno eccezioni a questa regola, ma io non ne ho mai osservate)
de mon
Ora scopriamo che da giovanissima Crudelia (nella v.o. Cruella) ha patito frustrazioni e dolori terribili. Almeno in parte possiamo capire il suo odio per i dalmati.

Non voglio raccontare troppo (sono già stato diffidato dal farlo da un importante personaggio). Mi limito a nominare la tracotante tiranna della moda Baronessa Von Hellman, interpretata dalla bravissima Emma Thompson (nel ruolo a lei insolito di dark lady)
hell

Tra i miei dvd non ho, né mai ebbi, quello relativo a IL DIAVOLO VESTE PRADA. Ma credo di ricordare bene il personaggio di Miranda (Meryl Streep).

Notate anche voi qualche analogia? Vabbè, Miranda è americana e la baronessa è londinese… ma a parte questo?
miratomp

Considerazione finale.

La giovane Estella (che poi chiameremo Cruella De Vil) all’inizio della storia ha un’anima in parte buona e gentile, in parte gelida e spietata. Quest’ultima prevarrà in modo clamoroso.

Tutti noi siamo un po’ Jeckyll e un po’ Hyde. Resta da stabilire se la durezza della vita (o le botte di fortuna) ci spingano in modo irresistibile in una direzione o nell’altra.

O se esista quello che i filosofi chiamano libero arbitrio. Magari ne riparleremo.

Published in: on giugno 3, 2021 at 4:55 PM  Comments (4)