Torna il cinema? Quello vero?

Hanno riaperto quasi tutto. Palestre, musei, parrucchieri per signora, ristoranti ecc

Ma le sale (al chiuso o all’aperto) fanno fatica a ripartire.

Lo so, sono troppo all’antica. Adesso i film si vedono sul piccolo schermo o sui tablet. Ma per noi, cinefili della vecchia scuola, la sala buia ha un fascino indistruttibile.

Attendiamo quindi le nuove proposte. Al F.I.C.O. (Fabbrica Italiana COntadina) si apre tra pochi giorni. Lo spazio c’è. Spero solo che non sprechino quest’occasione per la solita sbobba disneyana.
fik

Post Scriptum. A Milano (provincia di Garbagnate) una folla di cialtroni, quasi tutti senza mascherina, ha riempito piazza del Duomo.

Era una manifestazione autorizzata? Va degradato SUBITO chi l’ha autorizzata.

Non c’era il permesso della Questura? Andavano usati gli idranti!

Noi siamo stati in coda per ore (sommando Marzo, Aprile e Maggio credo di aver superato le 50 ore di coda davanti al fruttivendolo, al salumiere, al giornalaio, alla farmacia eccetera) e questi qui se ne fregano di ogni norma di prudenza?

Tra la gazzarra arancione di Milano (e di altre città) e i carri armati che quel simpaticone di Trump sta pensando di usare per mantenere l’ordine pubblico una via di mezzo si dovrebbe trovare.
papp

(nessun gilet arancione è stato molestato nella stesura di questo post)

Published in: on maggio 31, 2020 at 10:47 am  Comments (3)  

Quando un uomo col fucile incontra due contagiati dal virus COSA SUCCEDE?

uomo
Elenco qui alcune risposte. Scegliete voi la mejo.

    • Risposta Gallera – I 2 contagiati infettano l’uomo col fucile purché siano sufficientemente alti (almeno 1,77m ciascuno); se però è un mese senza la erre (Gennaio, Maggio, Giugno, Luglio e Agosto) l’uomo guarisce i 2 contagiati recitando la Vispa Teresa.

galldonal

    • Risposta Trump – Io non capisco tutto ‘sto chiasso sui contagi. Voglio che l’America sia prima in tutto! Siamo i primi nel mondo come contagi e come decessi, anche se quei fottuti latinos del Brasile cercano di sorpassarci! Però fatemi capire: quell’uomo col fucile è un cinese? Hang him! Impicchiamolo!
    • Risposta Chuck Norris – Io una volta ho incontrato due uomini infettati dal virus. Quei due ora sono sotto terra e il virus è in terapia intensiva!

chucksilv

    • Risposta Berlusconi – Vediamo un po’. Se tu disponi di una carabina Winchester 73 non avrai difficoltà a far secchi i due contagiati. Se poi sei una bella figa non devi perdere tempo a premere il grilletto: vieni subito a Mediaset che ti facciamo un provino! Anzi due!!
    • Risposta Eichmann – Per prima cosa dobbiamo accertare se l’uomo col fucile è ariano o ebreo. Se è ebreo lo uccidiamo subito. Se è ariano ha il diritto a sparare ai contagiati. In entrambi i casi i 2 contagiati devono essere eliminati (non si può costruire il Reich Millenario con elementi non perfettamente sani!)

eichm

    • Sentenza Totò – (in riferimento alle risposte precedenti)

fesso

Published in: on maggio 29, 2020 at 12:12 am  Lascia un commento  

TG del (lontano?) futuro

SESTO SAN GIOVANNI (Padania) – Grave atto di inciviltà. Un branco di disoccupati ha aggredito e sbranato un dobermann. Subito intervenuta, una ronda animalista ha abbattuto alcuni malfattori, costringendo i superstiti a rifugiarsi tra le rovine della zona industriale.

BARANZATE DI BOLLATE (Padania) – Ennesimo caso di doping. La Squadra Supersonica, militante nella Seconda Divisione della Salvini League, è risultata positiva a un esame antidoping. Erano tutti dopati: gli atleti, l’allenatore, i medici, i massaggiatori e i raccattapalle.

Gli inquirenti (già insospettiti per aver detta squadra vinto le ultime gare per 90 a zero) hanno avuto la prova decisiva quando durante una trasferta, avendo il pullman finita la benzina, lo hanno sollevato e lo hanno portato di corsa fino ad Abbiategrasso. A discolpa l’allenatore Muringhio ha detto: “la società è fallita, non siamo pagati da 7 mesi, cerchiamo con ogni mezzo la promozione in Prima Categoria, il nostro cartellino varrà di più…”

VALLE CASSIA (Etruria-Romagna) – Quasi completato il Muro di 115 km che isolerà i villaggi della zona, proteggendo i residenti dalle bande di disoccupati che infestano la regione. Affiancato da reticolati ad alta tensione, il Muro sarà munito di missili terra-aria e di mitragliatrici di ultima generazione. Un tunnel congiungerà Valle Cassia al Chiantishire, precedentemente recintato.

Infine parliamo di TELEVISIONE. Grande attesa per l’ultima puntata del reality show IL CONDOMINIO.

Due sole concorrenti sono rimaste in gara: Olinda la Tenace (ha superato diversi shock: le hanno bruciato vivo il gatto, hanno orinato quotidianamente sulla biancheria appesa ad asciugare e le hanno disturbato sistematicamente il sonno) e Erika la Tosta (ha resistito nel suo monolocale agli attacchi batteriologici e chimici dei vicini)

Venerdì sera sapremo quale delle due sarà la vincitrice e avrà la soddisfazione di rasare a zero la rivale.

Published in: on maggio 27, 2020 at 11:51 am  Comments (2)  

Ci siamo persi qualcosa? (l’autore di questo bloggaccio si pone alcune domande e cerca di rispondere)

Ogni comune della nostra regione (presumo anche nelle altre) ha un servizio di affissioni stradali.

Funziona così: tu vuoi far conoscere un’iniziativa (culturale, sportiva, parrocchiale, gastronomica ecc) e stampi qualche milione di manifesti. Poi vai in comune e paghi per farli affiggere in giro.
tourpingopenoblivionnullaAdesso succede questo.

Tu vai in giro per la città e ti accompagnano le immagini e le date di eventi che si dovevano tenere a Marzo: concerti mostre e film (ce n’era uno di A. Adriatico che doveva apparire nelle sale il 12/3).

PRIMA DOMANDA – question n°1 – primera pregunta.

Quando è apparso chiaro che era tutto rinviato a chissaquando chi aveva stampato i manifesti poteva chiedere indietro i soldi all’ufficio affissioni del Comune?

Rispondo. NO

(antico proverbio cinese dice “chi chiede rimborso a ufficio affissioni si attacca al cazz rimane deluso”

SECONDA DOMANDA – question n°2 – segunda pregunta.

Perché detti manifesti non sono stati rimossi e sostituiti da nuove affissioni?

Rispondo. Chi è stato fortunato NON ha portato i manifesti a detto ufficio e li ha utilizzati per accendere il caminetto o per fare i coriandoli per il carnevale 2021 (non è difficile: ci vuole un compasso, poi con un paio di forbicine si ritagliano i cerchietti e con un pennellino si colorano di verde, giallo blu ecc). Perciò non ci sono nuove affissioni e i manifesti che vedo adesso rimarranno lì fino a ferragosto.

TERZA DOMANDA – question n°3 – tercera pregunta.

Ci siamo persi molto?

Rispondo. Mah… siamo nell’ambito del soggettivo. Esistono dei fan dei Pinguini Tattici Nucleari che ritengono il rinvio della loro tournée il lutto maggiore della storia della musica dalla morte di Mozart. Qualcun altro ha provato altrettanto dolore quando è andato a puttane il monologo di Michele Serra (era in programma il 3 e il 4 di Aprile). Lo stesso vale per il balletto OPEN di Daniel Ezralow o per il festival del Jazz alla sala Paradiso di San Lazzaro o per lo spettacolo di Ivano Marescotti. E’ questione di gusti.

jaz

L’ERA DELLE FILE (forse) sta finendo…

Non so com’è da voi, ma qui a Bologna il bimestre marzo-aprile è stato caratterizzato da file incredibili davanti ai negozi e soprattutto ai supermarket
super

C’era un clima da attesa-della-guerra e molti hanno riempito i frigo, le cantine e i solai di quantità esagerate di

  • acqua (gasata e non)
  • vino
  • alcool denaturato
  • surgelati
  • tonno in scatola
  • carta igienica, saponette, detersivi et similia
  • mascherine (qualcuno ne ha fatto incetta in modo prossimo al crimine; ecco perché non se ne trovavano mai)

Adesso va meglio.

Ci siamo convinti che non ha senso intasare il frigo e le code sono molto più corte.

In certe ore del primo pomeriggio scompaiono. La guerra è finita?

coda

Published in: on maggio 23, 2020 at 9:12 am  Comments (4)  

MOVIDA, voce del verbo NON CAPIRE UN CAZZO

Se avessi ancora capelli mi metterei le mani nei medesimi. Avete visto che specie di carnevale maggiolino?
pratelratell

E non è successo solo una volta (il 25 aprile si poteva fare un’eccezione, lo ammetto). Succede praticamente ogni sera in certe strade di Bologna.

Non sto a ripetere tutte le considerazioni epidemiologiche che conoscete tutti (potete leggere il post maschere della blogger Cecilia).

Non vi voglio annoiare con la certezza (non ipotesi, CERTEZZA) della pericolosità di un portatore sano che diffonde il virus a chi gli passa vicino ecc ecc.

Non faccio il moralista di professione, anzi tendenzialmente sono un anarchico anch’io.

Ma ci sono regole che vanno rispettate.

C’è bisogno di prudenza, c’è bisogno di buon senso.

C’è bisogno di rispetto per chi in questi 3 mesi ha fatto il suo dovere, rinunciando a baci abbracci assembramenti cinematografo concerti partite di tennis (si sarebbe dovuto sanificare ogni palla dopo averla giocata; passa la voglia…).

E tutti i nostri sacrifici rischiano di essere cancellati perché qualcuna/o non riesce a contenersi.

Cosa vi dice il cervello?padov

Published in: on maggio 21, 2020 at 11:04 am  Comments (9)  

Ciao, Michel

Caro Michel, quando ero un ragazzino non mi eri simpatico perché ti avevo visto interpretare ruoli sgradevoli. Come in BELLA DI GIORNO.
piccoli
Non occorre che ti dica che col passare dei tuoi film ho cambiato completamente opinione.

Non occorre perché lo sai già. Ho applaudito la tua bravura in molte occasioni.

L’ultima volta è stata qui, in occasione di un film riuscito a metà.
papVoglio dire che HABEMUS PAPAM è un film straordinario solo quando in scena ci sei tu, grandissimo attore alle prese con un ruolo difficile (se penso a come sono riuscite male, anzi malissimo, le storie “pontificie” di Sorrentino).

Come te ne ho visti pochi.

Published in: on maggio 20, 2020 at 12:39 am  Comments (2)  
Tags: ,

IL MISTERO DI VARENNES (quando Maria Antonietta cercò di raggiungere la seconda casa)

Narrano autorevoli storici che Maria Antonietta (moglie di re Luigi il Babbeo) tentò una prima volta di fuggire da Parigi dove era di fatto prigioniera.

Quando arrivò nei pressi di Versailles la fermarono i gendarmi della Guardia Nazionale.

“Madame, voi non avete il diritto di raggiungere la vostra seconda reggia!”

-Devo solo recuperare alcuni effetti personali…-

Non ci fu verso. La riaccompagnarono al Louvre e le fecero anche pagare l’ammenda.

Si organizzò meglio la seconda volta.

La mattina del 20 giugno 1791 una grande carrozza, appesantita da 4 quintali di vestiti, creme di bellezza, balocchi e profumi, uscì da Parigi, direzione est.

La Regina aveva preparato anche il Modulo Rivoluzionario di Autodichiarazione (redatto personalmente da Maximilien de Robespierre). Dichiarando di voler incontrare a Vienna sua cugina Maria Elisabetta Alberti-Casellati.
antonisenatLa carrozza venne fermata a Varennes (dipartimento della Mosa). I vigili urbani non ritennero valida la motivazione di cui sopra, eccependo che Vienna era oltre il confine della Francia.

-Ma l’Austria fa parte dello Spazio Schengen!-

-Spazio di Schengen mon cul! La Nazione se ne fotte dei trattati internazionali! E quel cicisbeo lo riconosco: è il conte Fersen! Non venitemi a dire che è un vostro congiunto, che tra voi c’è “uno stabile legame affettivo”: quello è uno da una botta e via, l’ho letto su CHI. Alla ghigliottina, tutti alla ghigliottina!-
varennNon tutti gli storici sono a conoscenza che c’era una seconda carrozza, a debita distanza. Dentro c’erano Ettore Scola, Leonardo di Caprio e Quentin Tarantino, impegnati in una partita a tressette col morto.

Scola parlava di un suo futuro film, intitolato IL MONDO NUOVO. “Mi piacerebbe avere Mastroianni come Giacomo Casanova, Harvey Keitel come Tom Paine, Hanna Schygulla come contessa De La Borde e Laura Betti…”

Di Caprio lo interruppe: “Cast troppo europeo! Non avrebbe successo internazionale! Io potrei essere il protagonista!”

Quentin si mise a ridere: “Ma certo, Leo! Se ti ricordi come si usa il lanciafiamme potresti concludere il film incenerendo tutti i Giacobini!”
caprio

Published in: on maggio 18, 2020 at 8:26 am  Comments (2)  

Requiem per il Modulo di Autocertificazione

Gli archeologi dei millenni futuri, scavando nei livelli di guano che ricopriranno i resti dell’italiesca civiltà, si chiederanno il significato di quello strato di carta che chiameranno Stratus autocertificationis.

Scavando fino al livello cartaceo sottostante (che sarà definito Stratus Fumettorum) non avranno difficoltà a interpretare il messaggio anarco-libertino in voga alla fine del secondo millennio d. C. ispirato al filone di pensiero che gli storici chiameranno “Nietzsche-Brass”.
sturmvampdiabolidogMa temo che non capiranno i diversi Moduli di autodichiarazione, riprodotti in decine di milioni di copie.

-Che spreco di parole, cifre e simboli! (si diranno tra loro) E tutto ciò per significare che un tizio voleva spostarsi da Roccacannuccia di Sotto (prov. di Rocca) a Roccacannuccia di Sopra (prov. di Rocca) per fare pace con la fidanzata che non si accontentava di una conversazione telefonica, ma lo voleva lì, a dichiarare il suo amore sotto il balcone come Romeo Montecchi!-

E si chiederanno quanti anni avranno studiato giurisprudenza gli estensori dei moduli.

Probabilmente c’è voluto un master in diritto bizantino per distinguere tra situazione di necessità e assoluta urgenza.

Per non parlare della fonte biblica. Pare infatti che un certo Mosè (che faceva parte del Comitato tecnico-scientifico) avesse così formulato l’Ottavo Comandamento: TU NON RILASCERAI DICHIARAZIONI MENDACI A PUBBLICO UFFICIALE.

Si scoprirà poi che a partire dal maggio 2020 il modulo riguardò solo gli spostamenti tra regioni diverse: un tizio dichiarò di dover ribadire il suo amore sotto il balcone situato in Gabicce Monte (nelle Marche) partendo da Gabicce Mare (era in Romagna) perché lei non si accontentò di una dichiarazione telefonica ecc ecc

POST-SCRIPTUM – Le perplessità degli archeologi dei prossimi millenni aumenteranno quando si troverà, inciso in una parete di granito nero alta 18 metri (a cui sarà dato il nome di Stele di Volturara Appula) un geroglifico intitolato LINEE DI INDIRIZZO PER LA RIAPERTURA DELLE ATTIVITA’ ECONOMICHE PRODUTTIVE E RICREATIVE; tale documento (più lungo delle Costituzioni italiana, americana e sovietica messe insieme) sarà variamente interpretato; secondo alcuni faceva parte dei Riti di Iniziazione Orfica, secondo altri derivava da formule penitenziali tipo “Ricordati che sei polvere e che in polvere ritornerai”; secondo altri (ma è un’ipotesi azzardata) i giovani della Riviera Adriatica lo ballavano nelle discoteche, dopo aver sniffato una polverina bianca…

Published in: on maggio 16, 2020 at 12:58 am  Comments (2)  
Tags: ,

L’immunità di gregge (novelletta boccaccesca)

Premessa. Ci sono tante cose che non capisco in questo tempo pandemico.

Ad esempio non capisco questa FASE 2. Appena nata è già vecchia, tanto che si parla già di fase 3 (se la fase 1, detta anche Età delle File, è durata due mesi fino al 4 maggio ultimo scorso, la fase 2 dura appena due settimane? e la successiva Età delle Parrucchiere quanti giorni durerà?)

Task Force. Pare che l’espressione bisillabica sia nata nel giugno 1942. La Marina USA era in difficoltà dopo l’attacco di Pearl Harbour. Bisognava prevenire uno sbarco giapponese all’atollo di Midway, ma non si poteva sguarnire l’immenso scacchiere del Pacifico. Quindi si calcolò il numero giusto di corazzate e di portaerei da impiegare in battaglia. Sarà così o no? Comunque in italiano si potrebbe usare unità operativa… ma vuoi mettere come suona meglio Tesc Fors?

Premesso ciò ecco come (forse) è nata l’espressione Immunità di gregge.

V’era in terra toscana un gregge di bellissime pecore. Le quali schifavano grandemente i montoni e le loro insistenti proposte di congiungimento.

-Siete brutti, puzzate, non avete gentilezza nel parlare né garbo nel gestire! Piuttosto che soddisfare i vostri appetiti preferiamo farci tosare a zero!-

Quindi, votàtesi a sempiterna castità, dedicarono i loro pomeriggi alla fiction IL PARADISO DELLE PECORELLE in onda su Rai 1.
pecus

Avvenne dunque che sullo schermo apparve, intervistato da Alberto Matano e Lorella Cuccarini, un venditore di aria fritta (autodefinitosi epidemiologo) il quale disse:

-La comunità scientifica internazionale è concorde nel sostenere che il sesso rende immuni dal virus! Se, per ipotesi, la maggioranza delle pecore di un gregge fosse penetrata dai montoni l’intero gregge sarebbe presto immune!-

A udire cotali parole le pecore presero a dirsi l’un l’altra:

-Non lo fo per piacer mio, ma per la salvezza del gregge!-

E i montoni furono finalmente soddisfatti. Versare 3.000 fiorini sul conto del venditore di aria fritta dell’epidemiologo era stato un sacrificio notevole, ma ne era valsa la pena!
pecore
Nessuna pecora è stata molestata nella stesura di questo post.

Published in: on maggio 14, 2020 at 8:43 am  Comments (3)  
Tags: , ,