Omaggio a Carlo Croccolo (1927-2019)

Come tutti gli anni il 2 novembre rivolgerò un pensiero agli amici che ci hanno lasciati, da Rutger Hauer ad Andrea Camilleri.

Questa volta, caro Carlo, ci sarai anche tu.

Anticipo qualche immagine.

Con Totò in 47 MORTO CHE PARLA (“e io pago!!!!”)
pago

Con Giancarlo Giannini in O’ RE (1988)
re

In TRE UOMINI E UNA GAMBA (1977)
null

Published in: on ottobre 12, 2019 at 7:11 pm  Lascia un commento  

Non ne azzecco una…

Avevo pronosticato il Nobel per la Letteratura a Claudio Magris.

E niente, l’hanno assegnato a Olga Tokarczuk e a Peter Handke.
olghand

Quanto al Premio per la Pace occorre che vi ripeta a chi l’avrei dato?
gret
Pazienza, ne riparlemo nel 2020.

Published in: Senza categoria on ottobre 12, 2019 at 8:56 am  Comments (2)  

Esistono pianeti simili alla nostra terra… MA QUANTO SIMILI?

In attesa di conoscere i Nobel della Letteratura (ce lo diranno a mezzogiorno) mi sono documentato sulle scoperte di Michel Mayor e di Didier Queloz.
nobe

Meritano il mio applauso questi 2 fisici svizzeri. Hanno individuato un pianeta che potrebbe ospitare la vita (pare che la sua temperatura sia molto alta, ma con un buon impianto refrigerante…). Orbita intorno alla stella 51 Pegasi, a circa 48 anni luce da noi.

Su questo pianeta teoricamente potrebbero essersi evolute forme di vita vegetali e animali, dalle alghe al Dodo.
dod

E se lì il Dodo non si è estinto potrebbero essersi evoluti anche i deputati e i senatori. Magari lì hanno rinunciato al Vitalizio.
vit

E magari esiste (o è esistita) una Televisione di Stato talmente evoluta da aver richiamato in servizio la diversamente giovane Raffaellacarrà
raffa

Aggiornamento delle ore 13.04. Non è andato a Claudio Magris il Nobel per la letteratura (lo avevo candidato qui) né a Dacia Maraini. Peccato. Ma aspetteremo ancora: finché c’è vita c’è speranza…

 

Published in: on ottobre 10, 2019 at 8:19 am  Lascia un commento  

Tassare le merendine a scuola? Ma va là, ti dico io cosa si deve tassare!

Questa cosa di tassare le merendine non mi piace.

Andrebbero tassate a mio modesto parere tutte le affermazioni del tipo

  • io non sono razzista, ma…
  • io non sono favorevole alla pena di morte, però…
  • io non ho pregiudizi sull’omosessualità, ma…

Sento tantissimi discorsi che cominciano così.

Una premessa e subito dopo un dietro front. Non A ma poi A.
mamn
E delle merendine se ne occuperà Montalbano!
ladr

 

Published in: on ottobre 8, 2019 at 8:02 am  Lascia un commento  

Qualche volta anche le commedie francesi deludono

Cosa dirò di NOUS FINIRONS ENSAMBLE (“tradotto” con la solita banalità con GRANDI BUGIE TRA AMICI)?
NOUS

  1. Vorrei Non Averlo Visto – infatti concorre al premio VNAV insieme ad altri tre qui descritti
  2. E’ il seguito di LES PETITS MOUCHOIRS del 2010 distribuito in Italia col titolo PICCOLE BUGIE TRA AMICI… (ma che palle!!! la parola amici i nostri titolisti l’hanno usata millanta volte a partire da QUASI AMICI)
  3. E’ praticamente sparito dalle sale italiche – se lo vedrete (ma lo sconsiglio a tutti) capirete perché
  4. E’ interminabile (dura più di 2 ore, ma sembrano quattro). I protagonisti si piangono addosso, nessuno è contento “che schifo la vita, ahimè, ahinoi, ahitutti…”

POST SCROTUM SCRIPTUM

Mi riferiscono che c’è di peggio. Nelle sale italiesche ha staccato molti biglietti una vaccat un film (chiamiamolo così) sulla Ferragni.

Non l’ho visto. Perciò non posso definirlo un VNAV.

Sospetto però che se lo vedessero oltre confine quel briciolo di simpatia di cui ancora godiamo finirebbe a schifìo.
schfi

Published in: on ottobre 6, 2019 at 10:02 pm  Comments (3)  
Tags: , ,

Settembre 2019. Un bel mese, per i cinefili.

Siamo andati 5 volte al cinema.

Riassumo, in ordine cronologico

  • IT CAPITOLO 2 – Mi aspettavo qualcosa di più dal sequel di IT (è sempre difficile rendere sullo schermo un grande romanzo). Lo giudico comunque Al di sopra del BAH e mi aspetto che nel prossimo carnevale allouinesco la maschera del pagliaccio spopolerà.
  • E POI C’E’ KATHERINE – Grande interpretazione di Emma Thompson. Katherine è una versione femminile di David Letterman; ma confesso che, guardando il film, mi veniva spontanea l’analogia con la tirannica Miranda di IL DIAVOLO VESTE PRADA. Al di sopra del BAH
  • C’ERA UNA VOLTA A HOLLYWOOD – Quentin, nato nel 1963, rende omaggio al cinema della sua gioventù (se non li ha visti in sala non si è perso le video cassette). Non posso che applaudirlo con tutte le mani che ho, essendo anch’io un patito degli spaghetti western. Finale epico. Prevedo più di una luccicante statuetta.
  • SELFIE DI FAMIGLIA – Titolo originale della commedia: MON BEBE’ (il Bebé in questione è la 18enne figlia della protagonista, in partenza per l’università canadese McGill); la mamma, divorziata ma piena di amicizie, si consola (a Parigi è facile, ma prova a consolarti a Roccacannuccia…)
  • LOU VON SALOME’ – Vita e amori di una donna molto anticonformista, tra Nietzsche, Rilke e Freud. Fumava molto Louise (non solo tabacco). Anzi fumavano tutti: è un continuo accedere di sigarette e sigari (mentre nel film precedente è un continuo vuotare calici di vino bianco). Quando non si fuma si discorre di Spinoza, Schopenhauer… un po’ palloso, ma quando si accendono le luci ti vien voglia di studiare filosofia.

katherbeblou

Published in: on ottobre 2, 2019 at 11:04 am  Lascia un commento