Odio la pubblicità televisiva (Collodi la prevedeva quando immaginò il Paese dei Balocchi?)

Tempo fa scrivevo che la tv è l’oppio dei popoli.

Aggiungo che, in questi giorni cupi, vedere gli spot pubblicitari mi fa inkazzare ancora di più.

Perché li vedo? Vi spiego.

Ogni tanto qualche bel film viene programmato. Domenica pomeriggio sulla 7 hanno mandato in onda un evergreen: IL VISONE SULLA PELLE. Purtroppo interrotto da 3 intervalli (mortacci loro)

Va meglio con SKYCINEMA. Niente intervalli (stasera è programmato IL TRADITORE di M. Bellocchio; non è il massimo, ma credo proprio che lo registrerò).

Però tra un film e l’altro riparte lo strazio.
tradto

Occorre esemplificare quanto sia frustrante il confronto tra la realtà e il mondo irreale degli spot?

Là ci sono torme di giovani (tutti belli, euforici, in perfetta forma fisica) che corrono verso un bar affollatissimo per sbevazzare un aperitivo coloratissimo. Qui non ci sono né i bar, né la forma fisica.

E ci sono fratellini e sorelline che non litigano mai tra loro. Troppo carini per essere veri. E cani che non fanno mai la kakka. E auto luccicanti, appena uscite dal concessionario… Non so voi, ma io apprezzo l’aspetto “vissuto” della mia Yaris, come apprezzo se la copertina di un libro è un po’ sgualcita, ciancicata (come dicono a Roma).

E c’è un padre porta a spasso una viziatissima figlia sulla sua Mercedes splendida splendente. Immagino che sia il classico padre divorziato con figlia in affidamento promiscuo.

“Voglio un gelato! Anzi no, voglio un hamburger… Portami in pizzeria!” (se io fossi il computer di bordo le direi: “ragazzina, stai venendo su molto male! cambierai i tuoi partners con la stessa superficialità?”)

E c’è la sirena che nuotando in alto mare emerge nella piscina di una nave da crociera. Dev’essere stato così che il comandante Schettino si è distratto.
cruz
Alla fine spengo la tv e ritorno alla realtà. Mi accorgo che non ci sono più navi da crociera, né bar affollatissimi, né auto splendide splendenti.

Ma la cacca dei cani c’è. Sì, quella c’è.

Published in: on marzo 24, 2020 at 9:56 am  Comments (2)  

San Marino – Russia: 14 a 1 (no, non è il risultato di una partita)

Popolazione di San Marino: 34 mila circa

Popolazione della Federazione Russa: 150 milioni su per giù

Decessi sanmarinesi: 14

Decessi russi: 1

C’è qualcosa che non mi convince…

IPOTESI A: mentre a San Marino sono misteriosamente gracili (mangiano troppa piadina?) in Russia sono fatti di ferro.

IPOTESI B: nella Repubblica di S. Marino la stampa è libera e le notizie non sono censurate; nell’Impero dello Zar decide il governo quanti sono morti e perché sono morti.

IPOTESI C: in Russia sono più disciplinati; se ricevono l’ordine NIET CONTAGIO si mettono sull’attenti e non si fanno contagiare; noi, nati tra l’Adriatico e il Tirreno, siamo anarchici…

IPOTESI D: in Russia attuano su vastissima scala il metodo nordcoreano (descritto qui); scavano buchi per terra, profondi 3 metri e con 2 metri di diametro, ci mettono i malati e poi passano con la ruspa.
buco

Published in: on marzo 19, 2020 at 12:58 pm  Comments (4)  

L’ultima cena (Leonardo da Vinci)

cenacolo

A Milano ci sono molte restrizioni…

Published in: on marzo 16, 2020 at 5:48 pm  Lascia un commento  

ODIO LA TELEVISIONE (soprattutto in questi giorni)

Meno male che ci sono i film di SKYCINEMA.

Non sono tutti di altissimo livello, ma offrono un ampio ventaglio. Ce n’è per tutti, da RITORNO AL FUTURO a CLOSE ENEMIES, da Walter Veltroni a Edwige Fenech.

In particolare ho apprezzato IL VERDETTO, con una strepitosa Emma Thompson, programmato più volte. Ne ho già parlato qui e, prima o poi, gli dedicherò tutto lo spazio che merita.

Aggiungo GHOST, mandato in onda questo pomeriggio. Non è un capolavoro, ma ha dei bei momenti.
act
gost

A parte certi film, dicevo, la tv in questi giorni è ansiogena al 12° grado Mercalli. Telegiornali in cui si parla solo di una cosa, discorsi di Conte (tutto impettito e visibilmente soddisfatto: sta pensando che i libri di storia parleranno di lui?). Anche nelle previsioni del tempo ci rompono le palle con la quarantena.

Per non parlare dei talksciò, dove c’è la gara a chi le spara più grosse: “Non serve a niente superare l’emergenza sanitaria se poi le fabbriche devono chiudere!” “Cosa faceva il governo quando il vairus incubava dal nord al sud?” “Avete visto che a Bibbiano stanno tutti bene?” ecc

Per sfogarmi ho bisogno di aprire la finestra preparandomi al flash mob. Sono incerto se intonare “Fratelli d’Italia” o una celebre ballata rinascimentale dove si narra di Fanfulla da Lodi, cavaliere di gran rinomanza, che una notte si unì in una stanza a una dama di facili amor.

Published in: on marzo 14, 2020 at 12:21 pm  Comments (4)  

Comunicato del sIKEA (Sindacato Italiano Killer E Affini)

In ottemperanza alle Nuove Ordinanze siamo spiacenti di comunicare alla gentile clientela quanto segue:

  • Le uccisioni sono sospese nelle giornate di sabato e domenica
  • Negli altri giorni le uccisioni potranno aver luogo dalle ore 6 alle ore 18
  • In casi urgenti (suocere che vogliono il sangue delle nuore e viceversa) si potranno usare solo fucili di precisione, in grado di far esplodere il cervello a grande distanza, e non i consueti pugnali (per quanto lunghi siano, non permettono di rispettare la distanza di 1 metro).

killfucil

Published in: on marzo 13, 2020 at 10:16 am  Comments (2)  

Mal comune mezzo gaudio? Comunque ecco cosa NON dire se ti chiedono perché osi uscire di casa

Tu puoi muoverti in Italia solo se hai un valido motivo. Ma qual è il motivo valido?

Non aspettarti che io, ignorante qual sono, sappia suggerirti cosa dire quando le Forze dell’Ordine (le guardie forestali, la municipal polizia, la CIA, la guardia di finanza e l’Esercito della Salvezza) ti fermeranno per chiederti dove cazzo vai per quale valido motivo ecc

Al contrario.

Elenco qui le spiegazioni che NON devi dare. Frasi che provocherebbero, se pronunciate, serissimi guai.

      1. Dove vado? A rapinare una banca! Ma state tranquilli: manterrò la distanza interpersonale di un metro.
      2. Perché andiamo in giro? Per nutrirci. Apparteniamo a una specie aliena che si nutre di virus; se non ne mangiamo 10 miliardi al giorno ci sentiamo male.
      3. Io sono Pdor, figlio di Kmer, della tribù di Istar nella terra desolata del Knifr! Sto andando al mercatino rionale a comprare la piadina, il Cibo degli Dei!
      4. Grande Giove, il flusso canalizzatore non ha funzionato! Avevo programmato di apparire nell’area di parcheggio della superstrada Lecco-Crema alle 22 del 12 novembre 1955… Ma non ci si può fidare di una Delorean fabbricata in Cina!
      5. Ma davvero siamo in Lombardia? Vede, signor vigile, adesso le spiego. Avevo imboccato il tunnel Gelmini a Teramo, ma invece di uscire in Svizzera ho preso lo svincolo di Vergate sul Membro…
      6. Noi vampiri siamo immuni da virus così banali. E andiamo dove ci pare.
      7. Soy un marinero de Cristoforo Colombo y voy a buscar el Levante por el Ponente! (l’uso delle lingue straniere è molto impopolare con l’aria che tira)
      8. Noi troppo odiammo e sofferimmo! Amate: la vita è bella e santo è l’avvenir! (anche Carducci è fuori moda)

    ponen

Published in: on marzo 10, 2020 at 10:37 am  Comments (5)  

Ci sono classifiche in cui sarebbe bene essere ultimi

Ad esempio la classifica dell’evasione fiscale (il Paese dei Cachi è messo bene in classifica) o quella degli incidenti stradali dovuti all’alcool o quella dei femminicidi.

Faccio un altro esempio.

Non so se ne siete al corrente, ma c’è in giro un’epidemia di influenza causata da un virus piuttosto fastidioso. In testa alla classifica mondiale c’è la Repubblica Popolare Cinese. Medaglia d’argento alla Korea del Sud. Per il terzo posto ce la giochiamo noi e l’Iran.

Ma adesso prendete un atlante e apritelo alla pagina dell’estremo oriente (dopo ricordatevi di lavare bene le mani).

C’è un paese che confina a Nord con la Cina e a sud con la Korea del Sud.

In questo paese che chiamerò Korea del Nord (nome di fantasia) non risulta nessun caso di contagio.

Strano, vero?

Sono state avanzate due ipotesi.

IPOTESI MIDDLESBROUGH – Sostenuta da padre Livio Fanzaga il quale, ancora scioccato dalla sconfitta della nostra nazionale nel 1966, ritiene che i nordcoreani siano superuomini, biologicamente superiori a tutti i contagi e alla fatica fisica.

livio

IPOTESI BUCHI PER TERRA – I satelliti rivelano che sono stati scavati nel terreno circa 24 milioni di buchi (diametro 2 metri, profondità 3 metri) ciascuno dei quali dista 10 metri dagli altri. Grazie alle geniali intuizioni di Kim Ping Pong, illuminato imperatore leader del felice popolo nordcoreano e sommo interprete delle immortali dottrine marxiste-leniniste di Kim Bum Bam (suo padre) ogni cittadino si proteggerà dal contagio in detti buchi. Qualora il decorso della malattia non sia fausto sarà agevole colmare il buco a badilate o con miniruspe.

buco

Published in: on marzo 6, 2020 at 11:04 am  Comments (3)  

La notte scorsa mi è apparso Albert Speer, Reichminister fur Bewaffnung und Munition, e mi ha esposto un suo progetto sul problema dell’acqua alta a Venezia

In una notte buia e tempestosa ieri notte il ministro Speer mi ha detto che il suo primo progetto era stato quello di abbassare solo il livello del Mediterraneo.

3 dighe avrebbero sbarrato lo stretto di Gibilterra, il Bosforo e il canale di Suez.

Poi si sarebbero aspirati 251.000.000.000 metri cubi d’acqua (mediante grandi pompe) abbassando di un metro il livello medio del Mittelmeer.
meer
Dopo accurati studi però il progetto venne abbandonato.

Era poco pratico e poco economico. Se la diga di sbarramento di Gibilterra avesse ceduto (magari un terremoto, vai a sapere) un’ondata di enormi proporzioni avrebbe devastato le coste della Francia meridionale (fin qui poco male), rischiando altresì di spazzare via la torre di Pisa e il villino che il camerata Goering si era fatto costruire sul litorale di Fregene.

Per non parlare del costo della manodopera, altamente qualificata, necessaria per la costruzione e la manutenzione delle dighe.

Al contrario, proseguì Speer, il Progetto Sahara avrebbe comportato spese molto più contenute. Impiegando a costo zero duecento milioni di africani (reperibili sul posto) per scavare bacini di 49 metri di profondità e vasti complessivamente 8.019.639 Km quadrati il Sahara si sarebbe trasformato in una serie di mari interni, provocando un abbassamento di m1,5 del livello di tutte le masse marine del pianeta…

A quel punto l’incubo è finito.

Bisogna che la smetta con la peperonata nello spuntino di mezzanotte.
sasa

Published in: on novembre 20, 2019 at 11:14 am  Lascia un commento  
Tags: , ,

NON ME NE PUO’ FREGARE DI MENO!

Tutto il mondo è col fiato sospeso… Leggo su un sito di alta cultura che “l’intero pianeta è ansioso” di sapere quando nascerà una pargoletta. E come la chiameranno.
harr

Io ingenuamente pensavo che fossero più importanti l’emergenza ambientale…
emer

…la crisi libica…
lib

…la crisi venezuelana…
venez

e non vi sembra importante contrastare la ferocia dei camorristi?
camorr

Concludo. Siano rispettate tutte le madri del mondo, ma il mio interesse per questo can can mediatico è nullo.

Published in: on maggio 6, 2019 at 7:48 am  Comments (5)  
Tags: , ,

il Giudizio Universale (io posso raccontarvelo, perché c’ero)

Ci ritrovammo tutti davanti al Trono.

Dentro la mia testa rimbombava la voce severa del Giudice: “Avevo fame e non mi hai dato da mangiare! Ero straniero e non mi hai accolto! Ero malato e non mi hai visitato! Ero carcerato…”

E non ci provavo neanche a chiedere “Ma quando mai?” perché sapevo benissimo come Lui avrebbe ribattuto. E mi ritrovai alla sua sinistra insieme a miliardi di altri peccatori. “Se sapevo che finiva così sarei stato più caritatevole con tutti, bianchi e neri, cinesi e babilonesi. Non c’è più speranza ormai…”

Lui alzò il braccio in un silenzio impressionante. A quel punto…
giott

… squillò il Suo telefonino.

Non ricordo che suoneria fosse. Forse il Dies Irae di Mozart o l’Alleluja di Haendel… insomma non so dirlo. Ricordo solo le Sue parole, piuttosto stizzite.

“Non puoi disturbarmi in questo momento! Lo sai cosa sto facendo?”

Qualcuno accanto a me, intuendo da chi veniva la chiamata, si mise a pregare a bassa voce: “Gesù, dai retta a mamma! Gesù, dai retta a mamma!”

“Ma insomma, non posso… non è giusto!!!”

Ancora silenzio. Si sarebbe spalancato l’Abisso sotto i nostri piedi? Oppure…

La Sua voce, ora meno severa, risuonò di nuovo.

“Cambiamento di programma! L’eternità è rimandata a data da destinarsi! Vi reincarnerete, ciascuno secondo i suoi peccati! E cercate di comportarvi meglio, stavolta!”

La Madre aveva prevalso sul Figlio!!!!! Alleluja!!!!!!!

Io mi sono reincarnato in un blogger bolognese con problemi di stitichezza.

Poteva andarmi peggio.

 

Published in: on marzo 30, 2018 at 8:06 am  Comments (4)  
Tags: , ,