VNAV 2014 (Vorrei Non Aver Visto i seguenti film…)

Avvicinandosi la fine dell’anno, elenco le delusioni più cocenti del 2014.

Naturalmente questo non è il peggio del peggio. Ci sono film che neanche mi sogno di vedere (da Cretin De Sica a Cameron Diarreaz) e altri di cui nemmeno sospetto l’esistenza. Questi li ho visti e li voglio sputacchiare.

  • Grace di Monaco (Olivier Dahan) – Una fiction televisiva finita malauguratamente sul grande schermo. Può piacere a qualche americano (di quelli che adorano il cinema anni ’50, con A. Hitchcock guest star).
  • La Bella e la Bestia (Christoph Gans) – Inutilmente pomposo. L’idea di raccontare come il Principe era stato bestificato era buona, ma è stata sprecata.
  • Lucy (Luc Besson) – Mi sono già divertito a sfrugugliare questo fumetto. Non infierisco (non sparo sulla Crocerossa).
  • Noah (Darren Aronofsky) – Forse la delusione maggiore. Sprecare così un regista di talento (per non parlare di attori/attrici di ottimo livello) è un delitto che merita la vendetta del cielo. Sarà per questo che piove così tanto?
  • Tutta colpa di Freud (Paolo Genovese) – Freud, perdonali perché non sanno quello che fanno!!!!
  • Un fidanzato per mia moglie (Davide Marengo) – Dispiace dirlo. Geppi mi è simpatica. Luca&Paolo in passato sono stati bravi. Ma su questa commediola deve passare lo schiacciasassi.
  • Un ragazzo d’oro (Pupi Avati) – Un fiasco colossale; me l’avevano detto e io (testardo che non sono altro) l’ho voluto vedere lo stesso.

schiaccia
Candido ufficialmente queste 7 perle al premio CHIAVICA.

E l’anno non è ancora finito. Spero che Aldo, Giovanni e Giacomo non mi deludano…

Published in: on novembre 22, 2014 at 10:47 am  Comments (3)  
Tags: ,

come fu che BRUCE e DIEGO (che non si erano mai incontrati) si ritrovarono nello stesso film spaccatutto

B (sta per Bruce Willis, nato a Oberstein-mit-Krauten il 19 marzo 1955) è un attorone (alto come un armadio e altrettanto pesante) che ha fatto di tutto: drammi, sparaspara, picchiapicchia, anche commedie…

Volete che elenchi le sue interpretazioni migliori, quelle che mi piacciono di più?

  • il detective Hallenbeck in L’ULTIMO BOY SCOUT (1991)
  • lo psichiatra Crowe, in IL SESTO SENSO (1999)
  • il misterioso Dunn in UNBREAKABLE (2000)
  • il poliziotto Hartigan in SIN CITY (2005)

Naturalmente, in una carriera così lunga, B ha pestato molte mer ha collezionato figure meno brillanti. Difficile indicare in quali film la sua faccia inespressiva (in piccole dosi, può essere un pregio) è stata meno espressiva.

Ve lo ricordate, for example, in LA COLAZIONE DEI CAMPIONI (1999), in L’ULTIMA ALBA (2003) o in FBI: PROTEZIONE TESTIMONI 2 (2004)?

Ah, non li avete visti?

Meglio così…

Ora parliamo di D (sta per Diego Abantanuono, nato a Milano il 20 maggio del 1955). Coetaneo di B (2 soli mesi di differenza) e di uguale statura (1,85) e stazza, ha alternato cose pregevoli a cagate pazzesche.

Visto che insistete butto giù una lista sul meglio e il peggio di D.

  • ATTILA, FLAGELLO DI DIO (Castellano, 1982) – Orribile.
  • REGALO DI NATALE (Avati, 1986) – D è Franco, “pollo” spennato a poker.
  • MEDITERRANEO (Salvatores, 1991) – D è il sergente Lo Russo, abbandonato dal caos della guerra in un’isoletta greca.
  • PUERTO ESCONDIDO (Salvatores, 1992) – D è Mario, bancario in fuga verso il Messico.
  • CONCORRENZA SLEALE (Scola, 2001) – D è Umberto, sarto milanese nella Roma del 1938.
  • IO NON HO PAURA (Salvatores, 2003) – D è Sergio il Milanese, capo di una banda di rapitori.
  • 2061 – UN ANNO ECCEZIONALE (Vanzina, 2007) – D è il professor Maroncelli, leader di una specie di armata Brancaleone del futuro; peccato: poteva essere una storia interessante, ma è una vera fetecchia…
  • INDOVINA CHI VIENE A NATALE? (Brizzi, 2011) – Indisponente.

Premesso tutto ciò, dopo le immagini, vi accennerò una trama che potrebbe vedere, uno accanto l’altro, B e D in un blockbuster spaccatutto.
gentemortaabatan
TRAMA ESSENZIALE. Una Megamultinazionale (capitale anglocinofrancolussemburghese interamente versato) acquista una company dissestata e opera una DRASTICA riduzione del personale. Vengono convocati 2 specialisti: un americano e un italiano.

“Ve la sentite, Mr. Willis, di risanare l’azienda?”

“Quando si comincia?”

B parte e stermina. Con la letale efficienza illustrata nel ciclo DIE HARD (in ogni film riduce la popolazione terrestre di una buona percentuale) va dritto per la sua strada. Mezzi utilizzati:

  • bombe anticarro
  • sciabole
  • kalashnikov
  • mazze ferrate
  • palette per il dolce
  • lanciafiamme
  • pistole Beretta 92F
  • alabarde spaziali
  • fionde
  • varie ed eventuali

fionda
Contemporaneamente D esegue il suo compito con metodo italiesco.

Fa partire le lettere di licenziamento, ma poi riassume, poi mette tutti in cassa integrazione, ricolloca, smista, licenzia di nuovo, riassume, abolisce l’articolo 18, poi lo rimette ecc

I dirigenti della Megamultiecc non sono contenti di D e incaricano B di farlo fuori.

B è amico di D, ma il lavoro è lavoro. Sta per premere il grilletto quando suona l’allarme.
allarme
Un asteroide grande come la provincia di Cuneo sta per sfritellare la Terra.

B corre a infilare una supposta nucleare nell’asterCuneo e salva il genere umano a prezzo della sua vita, proprio mentre il canestro di Ginobili a 17 secondi dalla fine ghiaccia le speranze dei Cleveland Cavaliers.

Musica solenne. Applausi in sala. Titoli di coda.

All’interno dei titoli di coda Diego continua le trattative con i sindacati.

TITOLO PROVVISORIO: VIUUUUUUULENZAAAAA AZIENDALE

Published in: on novembre 20, 2014 at 10:12 am  Lascia un commento  
Tags: , ,

a proposito della FIBRA OTTICA; prima, però, un’anticipazione…

Perché non parlo subito della fibra ottica e inizio il post con le solite menate cinematografiche?

Perché sì.

Nel 1955 nacquero 2 attori (uno il 19 marzo, l’altro il 20 maggio) di cui, nel prossimo postaccio, riassumerò le vite parallele (nel senso che non si incontrarono mai; ma io li farò lavorare insieme in una storia che sto elaborando)

brucediego

Ma ora parliamo di cose serie.

In Italia siamo bravissimi a complicarci la vita, con liti e scontri spesso feroci. Ci siamo divisi tra ghibellini e guelfi, bartaliani e coppiani, juventini e antijuventini, renziani e antirenziani.

Adesso si combatte per la fibra ottica.
fibra
In passato mi capitava di incontrare (anche sulle scale di casa) qualche scocciatore, geoviano o no, che mi annunciava l’imminente Finedelmondo.

Adesso l’Apocalisse è passata di moda. A rompermi le palle ci pensano gli scherani di Fastweb, Telecom, Vodafon ecc che vogliono impiantarmi la prodigiosa fibra.

Telefonano almeno 4 volte al giorno, mortacci loro…

Appaiono sui manifesti, in tv, sul grande schermo (prima dei film c’è sempre una carrettata di pubblicità) e mi aspetto a breve un loro agguato sul pianerottolo.

“firmi qui, firmi là, guardi che con noi è meglio, noi facciamo i miracoli, noi di più…”

Intendiamoci, non sono contro il progresso. Ho persino capito che il computer funziona su basi scientifiche e non per gli incantesimi del mago Gandalf.

Quello che mi secca è l’aggressività con cui si fanno sotto.

Finirà che fanno cadere il governo sulla fibra? Già ci manca così poco…

Published in: on novembre 14, 2014 at 10:28 am  Lascia un commento  
Tags: ,

ciao, Francesco

Come insegna Ferruccio Gianola, bloggando è bene non parlare di cose private. Gli eventuali lettori potrebbero obiettare “ma perché ci vieni a raccontare ‘ste cose?”

Ma lasciatemi scrivere qualche riga su Francesco Lambertini, bolognese.
lambertini

Era un brav’uomo, simpatico e intelligente. Con una gran passione per le viti (intese come piante).

Ora lo immagino nel paradiso dei viticoltori, dove ogni annata è sempre ottima e il vino non sa mai di tappo.

Published in: on novembre 12, 2014 at 10:38 am  Comments (1)  
Tags: ,

questa è la vera storia di Alan e di Ivano, tutti e due nati nel febbraio del 1946

Di Alan Rickman (nato nel Borgo di Martello-del-Fabbro) ho già cantato le lodi qui. Posso aggiungere di averlo visto recentemente in UNA PROMESSA, nel ruolo (non esaltante) del cornuton marito di Lei.

severOggi compito in classe. Non sperate di usare il telefonino. Quando ci sono io non funziona!

Perciò mi concentro su Ivano Marescotti, nato a Bagnacavallo (in inglese, Horsewash). Riassumerò la sua carriera di attore e poi, se mi avanza spazio, proverò a immaginare una trama in cui i due potrebbero lavorare insieme.

PREMESSA. Ivano fin da piccolo era perseguitato dai coetanei che giocavano col suo nome: “Ivano, ma quanto sei strano!” (poteva andargli peggio: pensate se si chiamava Oronzo). Decise perciò di uccidere detti coetanei (così imparavano a vivere)

Non potendo realizzare subito il suo progetto (ma dategli tempo…) cominciò a recitare parti da “cattivo” o comunque da “duro”.

  • Ve lo ricordate in IL PORTABORSE? E in JONNHY STECCHINO? (entrambi del 1991)
  • Sta molto bene in uniforme: IL TALENTO DI MR. RIPLEY (1999) lo vede come colonnello dei Carabinieri; stesso grado in UNA BELLA GIORNATA, mentre in LA LEGGENDA DI AL, JOHN E JACK è soltanto capitano; è commissario di P.S. in UN DELITTO IMPOSSIBILE (2000) e in ALBAKIARA (2008), preside in I LICEALI, vescovo in KING ARTHUR (2004)
  • il suo ruolo più provinciale ha a che fare con Fabriano (AN), dove fa il ricco burbero (ispirandosi lontanamente al conte di Dorincourt)
  • il ruolo più internazionale è quello del bandito Carlo, in HANNIBAL (Ridley Scott, 2001); il suo antagonista è un certo Hannibal Lecter

Ora immaginate che i produttori di Ollivùd decidano di rilanciare il personaggio Hannibal: “mica possiamo rinunciare a un filone così redditizio! stiamo elaborando una ventina di soggetti…”

  • HANNIBAL IN PARIS: CUCINARE (AL)LA FRANCESE
  • INDOVINA CHI MANGIO A CENA
  • COLAZIONE CON TIFFANY
  • IL PRANZO CON BABETTE
  • LA CENA CON I CRETINI FRITTI
  • A QUALCUNO (L’OSPITE) PIACE CRUDO
  • I CINESI SONO SQUISITI, MA DOPO UN PO’ TI SEMBRA DI NON AVER MANGIATO NIENTE ecc

Ma Anthony Hopkins non è più disponibile.

Si costituisce perciò una commissione di esperti per selezionare un attore adatto al ruolo (commissione formata da Mr. Hyde, Jack lo squartatore, Bill Cutting, Capitan Uncino, Norman Bates e Bruno Vespa).

Dopo aver scartato vari candidati restano in ballottaggio AlanIvano. 

I due sono rinchiusi nei sotterranei della Casa del Grandefratello. Niente cibo (potranno, nottetempo, mangiarsi qualcuno del piano di sopra?); uno solo sopravviverà.

ivanoSono un tipo tosto, Hannibal! Con me ti romperai i denti!

Published in: on novembre 8, 2014 at 7:01 pm  Comments (2)  
Tags: , , , ,

VITE PARALLELE di due under 18

Torno a chiedermi: perché il cinema americano (o comunque straniero) offre di continuo parti importanti a giovani e giovanissime attrici, mentre qui no? E’ solo colpa della televisione?

E che fine hanno fatto le nostre Alice Teghil (incantevole in CATERINA VA IN CITTA’) e Carla Marchese (così brava in I BACI MAI DATI)?

Tema da riprendere nelle prossime settimane.

Qui di seguito dirò qualcosa su due attrici, una di Atlanta e una di Los Angeles…

Ah, un momento! Lasciatemi anticipare che nel prossimo post i protagonisti saranno attori con la faccia da duro, specializzati in ruoli drammatici (ma se la cavano egregiamente anche nelle commedie), nati nello stesso anno (e stesso mese) in cui sono nato io. Potevo ignorarli?

Tornando alle attrici, da chi comincio?

grintDa Hailee Steinfeld (d’ora in poi denominata H), nata l’11 dicembre 1996?chloe
O da Chloe Grace Moretz (d’ora in poi, C), nata il 10 febbraio 1997?

Comincio da C.

  • ha appena 8 anni quando interpreta Chelsea Lutz in AMITYVILLE HORROR
  • tra un horror e una commedia (ve la ricordate in 500 GIORNI INSIEME?) la carriera di C arriva al top; in KICK-ASS (2010) è “Hit-Girl” Mindy, scatenata supereroina in lotta contro il crimine
  • nel frattempo sono diventati di moda i teen-vampiri e C non poteva mancare; in BLOOD STORY è Abby, che ha 12 anni, ma li ha da tanto tempo…
  • C non passa tutto il suo tempo a sterminare cattivi e a bere sangue; ha anche uno sguardo dolce e lo dimostra in HUGO CABRET (2011)
  • tornano parti dark nel 2012 (DARK SHADOWS) e nel 2013 (LO SGUARDO DI SATANA; troppo bella C per interpretare Carrie: ditemi voi, una sventola così… evitata e sbeffeggiata dai maschi?)
  • se Carrie muore nel 2013, Mia Hall ritorna in vita (dal coma profondo) in RESTA ANCHE DOMANI (2014)

H, invece, ha girato pochi film. Ma ha lasciato il segno.

  • Nomination all’Oscar per l’interpretazione di Mattie Ross in IL GRINTA (201o). Ve la ricordate con Jeff Bridges e Matt Damon nel Territorio indiano?
  • TUTTO PUO’ CAMBIARE è del 2013. Violet è la figlia del protagonista.
  • nello stesso anno H è Giulietta Capuleti, in un film girato completamente in Italia.
  • e di Petra Arkanian (una 16enne intelligentissima, ma tenera e comprensiva) non vogliamo parlare? se, come è stato detto, ENDER’S GAME è la risposta americana al ciclo di Hogwarts, Petra è l’Hermione della Scuola di guerra (Ender è Harry, Bean è Ron)

C comparirà presto sugli schermi italiani in SILS MARIA, dove interpreta Jo-Ann, una giovane attrice.

H, a sua volta, ritorna nel vecchio West; in THE HOMESMAN (che ha rischiato di vincere la Palmadoro a Cannes) Tabitha attraversa le pianure del Nebraska insieme a Tommy Lee Jones (anche regista), Hilary Swank, Miranda Otto e Meryl Streep.

Published in: on novembre 4, 2014 at 9:24 am  Comments (1)  
Tags: ,

2 novembre: elenco quelli che ci hanno lasciati (e pensare che Lele Mora è ancora vivo…)

Dal 2 novembre scorso ci guardano dall’alto.

Ciao Nelson.

Ciao Peter.

Ciao Arnoldo.

Ciao Robin.

Ciao Lauren.

Ciao Philip Seymour.

Ciao Claudio.

Ciao Giorgio.

Ciao Gabriel.

Ciao Eli.
nelson
peterarnolrobinlaurenphilclaugiorgiogaboeli

Published in: on novembre 2, 2014 at 9:12 am  Comments (4)  
Tags: , , ,

TEST: oggi è una giornata sfigata?

  1. Svegliandovi questa mattina avete scoperto che un Tyrannosaurus Rex si è seduto sulla vostra auto in cortile? (quanto puzza la merda del Tirannocoso…)
  2. La zia moribonda e stramiliardaria (di cui siete unico erede) è guarita improvvisamente? (questa sì che è mala sanità)
  3. Ieri avevate scommesso 50mila euro sulla Juve vincente a Genova?
  4. Avete ricevuto una comunicazione del Comune di Roma, notificante che l’auto di un vostro antenato parcheggiata in Piazza Venezia la mattina del 10 giugno 1940 è stata rimossa dai vigili? (indovinate per quale motivo? comunque la multa, compresi gli interessi maturati, è di 95.729,11 euro)

Se non è successo, in fondo in fondo la vostra giornata non è poi tanto brutta!

SORRIDETE!!!!!!!
smilAggiornamento del primonovembre: domani pubblicherò le immagini di grandi uomini (e una donna) che ci hanno lasciato negli ultimi 12 mesi; non ho inserito nella lista Giacomo Venturi (già omaggiato) perché se mettevo tutti quelli che ho salutato per sempre non finivo più…

Published in: on ottobre 30, 2014 at 1:11 pm  Comments (4)  
Tags: , ,

vite parallele di SAOIRSE e di DAKOTA (in allegato, qualche considerazione sulle attrici italiane…)

Dirò qualcosa di due giovani attrici (nate entrambe nel 1994); ma prima, come ho promesso a Cecilia, un’ipotesi per spiegare l’innegabile divario tra le nostre “minidive” e le loro.

Da noi, nella terra italiesca, non esistono scuole di recitazione per bambini. In America si fa teatro fin dalle elementari. Se poi hai fortuna incontri S. Spielberg e lui ti dà una parte a 6 anni (vi ricordate E.T.?)

Qui (ditemi voi se non è vero) attrice fa rima con zoccol donna di facili costumi. VADE RETRO, CINEMA…

Ma c’è la televisione.

In tv la rima di cui sopra non c’è. Dai piccoli schermi sono sempre arrivate immagini tranquillizzanti: Cristina d’Avena, Licia Colò (che presentava Bim bum bam a 19 anni), Anna Valle, Banderas, Topo Gigio…

Insomma, da noi le ragazze generalmente preferiscono la strada della televisione che del cinema. Oltre tutto è più facile (il pubblico è meno esigente).

Ora parliamo di Hannah Dakota Fanning (d’ora in poi indicata come D) e di Saoirse Ronan (d’ora in poi, S)
dakoron
D nasce a Conyers, in Georgia, il 23-2-1994.

S nasce a NYC (ma poi tutta la famiglia torna nella natìa Irlanda) il 12-4-1994.

Alla domanda quale sia stato il primo ruolo importante di D si risponde con le lettere E R. In un episodio della sesta serie (anno 2000) Delia Chadsey arriva all’ospedale dopo essere andata sotto un’auto. E’ grave, ma vivrà. Seguono altri piccoli ruoli in CSI, The practice e Spin City.

Coincidenza! Anche S debutta con una serie ospedaliera. THE CLINIC (2003-2004) è ambientato in un ospedale di Dublino. Niente di strano, a pensarci bene: una faccina sofferente commuove i telespettatori…

D appare sul grande schermo in ruoli sempre più impegnativi. Nel 2001 è la figlia di Sean Penn in IO SONO SAM. Nel 2005 suo padre è Tom Cruise in LA GUERRA DEI MONDI (la porta a spasso dal New Jersey a Boston). Poi la vediamo (2009-2012) nei panni vampireschi di Jane (crudele e gelida come usa nel clan dei Volturi)

ESPIAZIONE è del 2007. S è la 13enne Briony, che combina un guaio terribile (cercherà poi di espiare…). Nomination all’Oscar.

AMABILI RESTI è del 2009 (per me è un capolavoro, come ho già scritto). Nel 2011 S interpreta Hanna, che semina cadaveri per tutto il film (Jane, come assassina non sei nessuno!). Nel 2014, una parte in seconda fila in GRAND BUDAPEST HOTEL (vedi l’immagine di profilo… vi sembra strana quella voglia a forma di Messico? Ma siamo al cinema, mica in tv!!)

Presto vedremo D in un film con Richard Gere. Si dovrebbe intitolare FRANNY.

A sua volta S sarà la protagonista di BROOKLYN, una commedia romantica.

Aspetto entrambi i film.

Published in: on ottobre 28, 2014 at 7:10 pm  Comments (5)  
Tags: , ,

I GUARDIANI (abusivi) DELLA GALASSIA (ovvero, qualche consiglio ai produttori italiani)… in appendice, clamorose rivelazioni sulla prossima puntata delle VITE PARALLELE

Un filmuzzo come LUCY ha incassato più di 7 MILIONI di euro (più di 1.100.000 di biglietti staccati); la cosa non sorprende, essendo una storia di picchiapicchia sparaspara, adattissima agli adolescenti che infestan affollano le sale… e aspettate di vedere gli incassi dei GUARDONI DELLA GALASSIA…

IL GIOVANE FAVOLOSO, film pieno di difetti, ma comunque interessante, difficilmente arriverà a tale cifra. E ti credo: lo vanno a vedere solo prof e prime/i della classe; neanche il tentativo di Martone di metterci un po’ di sesso (a un certo punto Giacomo Leopard corre in bagno e si fa una sega) acchiappa il grande pubblico.

Io, nel mio piccolo, avevo proposto uno script a Martone: la vita meravigliosa di GL, che potete leggere nell’altro blog. Ma pare che certe scene (come la sparatoria all’OK CORRAL di Tombstone e la discesa in deltaplano dalla cima della Tour Eiffel) fossero troppo costose.

Pazienza. Quando mancano i mezzi… Comunque, ecco qualche ideuzza per il futuro.

TRAMA. La terribile Merkelspread progetta di pietrificare tutti gli esseri viventi dell’Universo con una potentissima arma (potremmo chiamarla Legge di Stabilità, ma questi sono dettagli…).

Jack Leopard raduna la sua vecchia band, composta da

  • BEATRIX (che tanto gentile e tanto onesta appare); una volta combatteva in coppia con Dante, poi l’ha mandato all’inferno
  • CRAZY ORLANDO (detto il Furioso)
  • ANGELIQUE (la sua ex, ma forse si rimettono insieme); un’asiatica ci sta sempre bene in queste storie
  • RENZO “COUNTRYMAN” TRAMAGLINO
  • LUCY MONDELLA (che aveva chiesto alla Monza Monk di unirsi al gruppo, ma quella non rispose al telefono)
  • TRAVICELLO KING (non gli daresti 2 soldi, ma è uno che sta sempre a galla)
  • WILL “RADIOMAN” MARCONI

Patapim, patapum, patapam… la cattivona è sconfitta (ma non uccisa: ci saranno numerosi sequel)
ange
Detto ciò (e sperando che Medusafilm o Raicinema mi chiamino) annuncio che nel prossimo postaccio riassumerò le vite parallele di due ventenni: Saoirse Ronan (12 aprile 1994) e Dakota Fanning (23 febbraio 1994).

E le italiane? Le attrici italiane ventenni?

Beh, lasciamo perdere…

Published in: on ottobre 24, 2014 at 1:12 pm  Comments (6)  
Tags: ,
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 113 follower