VOGLIO RENDERE OMAGGIO A PARMA, CITTA’ DI CULTURA (però, che sfiga!)

parm
La terra parmense ha generato personaggi come Memo Benassi, Bernardo Bertolucci, Alberto Bevilacqua, Giovannino Guareschi, Paola Pitagora, Ildebrando Pizzetti, Arturo Toscanini, Giuseppe Verdi (scusate se è poco)

Città colta, raffinata e sensuale, Parma era stata scelta come Capitale italiana della Cultura per il 2020. Ma, come tutti sanno, la fortuna è cieca e la sfiga ci vede benissimo!

C’è stato un contrattempo. Un’epidemia. Ne avete sentito parlare, credo.

Per via dell’epidemia tantissime belle iniziative sono andate sotto l’uscio. Mostre, concerti, conferenze ecc…

Rinviamo all’anno prossimo. Parma 2020-2021.

Noi abbiamo visitato Parma ai primi di Luglio. In città si respirava un cauto ottimismo. Ma poi anche l’ottimismo è andato sotto l’uscio.

Non sappiamo proprio cosa si potrà fare nel 2021; contro la sfiga contro il destino non si può fare molto.destiAuguro di cuore tanta fortuna alle donne e agli uomini di cultura dell’area parmense. Buon duemilaventuno!

Published in: on dicembre 21, 2020 at 8:18 am  Comments (5)  
Tags: , , ,

Marina vs. Sgarbi: SCONTRO DI TITANI

Come recita il sottotitolo, questo blog tratta del meglio e del PEGGIO della nostra cultura.

Nel caso in questione, documentato nella bella città di Spoleto, non ci sono dubbi sulla valutazione: PEGGIO DEL PEGGIO DEL PEGGIO…

Se mai qualcuno potrebbe chiedersi se la parola CULTURA non venga utilizzata a sproposito.

Ebbene sì: è cultura anche questa. Di bassa, bassissima lega… ma cultura, SE PER CULTURA SI INTENDE L’INSIEME DEGLI ATTEGGIAMENTI E DELLE ABITUDINI di una popolazione.

Così è cultura la televisione italiana (compreso B. Vespa!!!) e l’uso dello Sciacquone (sul quale Sciacquone posterò nel prossimo futuro).

In sintesi, è stato lanciato contro Sgarbi un barattolo contenente liquido escremento. Episodio emblematico dellariachetira che ha come protagonisti

  • un’arrivista, nota all’anagrafe come Marina Punturieri, che non ha lavorato un solo giorno della sua vita, a meno che per LAVORO non si intenda comparire nei peggiori  programmi della tv o aver firmato la regia di uno dei più brutti film della storia (correva l’anno 1992: chi indovina vince una bambolina)
  • uno snob, ex-critico d’arte, ex-parlamentare (bisogna dire che in Parlamento hanno poggiato il deretano figuri peggiori di lui…), attualmente frequentatore di un obbrobrio come LA PUPA E IL SECCHIONE nonché estimatore di quadri (si fa pagare molto bene) e Curatore del padiglione italiano alla Biennale di Venezia (basterebbe questo per capire come siamo messi in Italia).
Comunque, niente di nuovo sotto il sole. Futuristi, surrealisti e Dada ricorrevano spesso a queste trovate scatologiche QUANDO SI ACCORGEVANO CHE NESSUNO SE LI FILAVA e volevano farsi un po’ di pubblicità.
Quindi non parliamone più. Buon sciacquone a tutti.

Tetro Duse

Siamo passati ieri davanti al caro vecchio teatro di via Cartolerie. CHE TRISTEZZA…

In questo luogo mia moglie ed io abbiamo goduto tanti spettacoli (prosa, danza, operette) e ora il sipario è sceso tetramente per l’ultima volta.

Sugli stipiti delle porte si stanno formando cospicue ragnatele.

Per gli spettacoli di “evasione” (da Sanremo a Panariello, dal carnevale di Cetraro a Missitalia) i soldi si trovano, per la cultura NO…

P.S.: il gioco di parole TEATRO-TETRO l’ho copiato da Alessandro Bergonzoni

Published in: on gennaio 6, 2011 at 1:51 PM  Comments (9)  
Tags: , , , ,