2 novembre – Tanti ce n’è da commemorare…

Prima di David Bowie, di Dario Fo, di Umberto Eco, di Alan Rickman, di Harper Lee, di Giorgio Albertazzi, di Ettore Scola ecc (allego le foto) celebro il ricordo di Valeria Solesin (ho già spiegato chi era) e delle altre vittime del terrorismo (da Parigi 13 novembre a Nizza 14 luglio).

Care/i amiche/i, non vi dimenticherò.

soledavidfopumbrtleealanalbertscola

Annunci

VALERIA SOLESIN (Venezia 1987 – Parigi 2015)

Alzi la mano chi si ricorda di Valeria, vittima della follia dei terroristi islamisti un anno fa.

Non vedo molte mani alzate.
valeria
Era una bella persona, afferma Aldo Cazzullo nel suo LE DONNE EREDITERANNO LA TERRA.

Volontariato per Emergency. Laurea in Sociologia. Dottorato alla Sorbona. “Non sono ancora un cervello e sono già in fuga” diceva col senso dell’umorismo tipico dei veneti.

I terroristi sparano nel mucchio, si sa. Non l’hanno uccisa perché donna. Noto però che non esiste ideologia più maschilista dei barbuti sostenitori del Califfato Nero. Le donne sono inferiori in tutto, culturalmente socialmente e giuridicamente. Lo dice il Corano.

Perciò Cazzullo l’ha inserita in una serie di ritratti femminili, tra Marie Curie, Giovanna d’Arco, Caterina da Siena, Rita Levi Montalcini ecc; esempi di donne sensibili, intelligenti e coraggiose.

Naturalmente nel libro sono citati anche esempi negativi di donne malvagie o meschine (sarebbe manicheo vedere tutto il bene da una parte e tutto il male dall’altra).

Particolare sarcasmo è dedicato a Erika Leonard, autrice di 50 SFUMATURE ecc. Ma di quelle sfumature mi occuperò un’altra volta.
cazz