La prima volta che… mi accorsi che non c’era da fidarsi dei grandi

Andavo alle elementari, in quinta. C’era un concorso radiofonico: UN AMICO CHE VALE UN TESORO.

La Rai chiese a me e a millantamila miei coetanei di scrivere a Via Arsenale 21 (Torino) su quale fosse il nostro personaggio preferito.

Scelsi Paperino.
don
Avrei scritto Tiramolla sulla lettera. Era un personaggio che mi piaceva molto per la sua pigrizia (ma diventava riluttante alleato nelle imprese di Cucciolo e Beppe). Però Tiramolla nell’elenco (che comprendeva eroi come Sandokan e Nembo Kid) non c’era.
tir
Alla fine chi vinse?

Dopo il turno eliminatorio, gli ottavi di finale, i quarti ecc in finale arrivarono

  1. i Ragazzi del libro Cuore
  2. Procopio (che vinse), personaggio creato dal fumettista L. Landolfi per il settimanale Vittorioso

Mi sono sempre rifiutato di accettare quel risultato.

  • anche se il Vittorioso aveva una discreta tiratura non era all’altezza di Topolino (che in quegli anni stampava più di un milione di copie); L’Intrepido vendeva circa 700.000 copie la settimana e neanche Il Monello scherzava… possibile che un poliziotto italo-americano col naso a patata piacesse tanto?
  • ancora meno convincente il successo di Garrone, Derossi etc; anche ammettendo che decine di migliaia di maestre lavassero il cervello dei loro alunni tanto da far loro votare in tal senso, quanti voti potevano ottenere?
  • non venne comunicato il numero dei voti, ma io e tanti miei coetanei eravamo convinti che si trattasse di una bufala enorme; e continuo a pensarla così

pro

Published in: on giugno 17, 2016 at 11:09 pm  Comments (3)  
Tags: , , ,