13 cose che Giulio Verme non ha fatto (ovvero, come vivere con un cervello utilizzato al 2% delle sue potenzialità)

Tempo fa avevo cazzegg dissertato sul caso di LUCY, la quale utilizzò il 100% delle sue potenzialità.

Dopo aver visto un filmuzzo non privo di arguzia, provo a elencare cose assurde che il protagonista (Giulio Verme) fa o non fa. Una delle 14 è presente nel film, le altre 13 no.

Film italiano, naturalmente. Infatti parla di risorse inutilizzate (mentre LUCY, diretto da un francese con enfasi americana, è decisamente più ottimista)

Dunque parliamo di Giulio (l’itagliano medio) il quale

  • convinto che i Medjugorie siano un complesso folk che si esibisce con Madonna, da tempo cerca di procurarsi on line un biglietto del loro concerto (ma non ci riesce: “come sono disorganizzati!!!”)
  • si presenta a un convegno di femministe con 50 SFUMATURE DI GRIGIO in mano dicendo “Questo romanzo mi ha fatto capire che a voi donne piace essere schiavizzate…”
  • propone di raddoppiare lo stipendio e la pensione ai parlamentari (“se sono ricchi non hanno bisogno di rubare”)
  • racconta al presidente Mattarella la storiella della siciliana che rimase incinta guardando la foto del fidanzato
  • quando chiama un taxi dà sempre un indirizzo sbagliato per poi potersi lamentare (“non arrivano mai questi scemi…”)
  • confondendo Antonio Conte con Carlo Conti, nota un conflitto di interessi (“come può allenare il festival di sanremo e contemporaneamente presentare la nazionale di calcio?”)
  • va da Maxim’s e ordina hamburger e Cocacola
  • entra in una discoteca dicendo di essere Ruud Gullit
  • investe i suoi risparmi in titoli di stato greci (“lo so,  i greci sembrano in difficoltà; ma una notte entreranno nella Banca Europea nascosti in un cavallo di legno fregandosi tutti i soldi”)
  • ricevendo una telefonata spaccamaroni (tipo “se lei cambia compagnia telefonica le regaliamo una batteria di pentole e una mountain-bike con reggisella placcato oro…”) si impegna in un’approfondita discussione sulla dialettica essere-divenire nei filosofi presocratici
  • compra un cane e ogni giorno lo chiama in modo diverso: l’altro ieri Nabucodonosor, ieri Precipitevolissimevolmente, oggi Neuroendocrinoimmunologia… domani il cane ha una seduta dal suo psichiatra
  • raccoglie firme per un referendum “volete sostituire l’euro con il gelato al pistacchio?”
  • consiglia ai dirigenti della RAI di piazzare potenti cariche di dinamite sotto il palcoscenico del teatro Ariston per ottenere un BOOM di ascolti
  • invita Schettino all’Università per spiegare agli studenti come si gestisce il panico… ah, dimenticavo, questo l’hanno già fatto…
Published in: on febbraio 12, 2015 at 10:49 am  Lascia un commento  
Tags: , ,

Transformers 5 – Minaccia Multipla

Ho un amico imolese, un po’ matto.

Ha visto TRANSFORMERS4 e me lo ha raccomandato: “E’ così balordo che potrebbe piacerti…”

 “Ma neanche se mi paghi!” (e comunque Giuliano non ha alcuna intenzione di pagarmi)

Però ieri sera ho mangiato pesante (Pizza del Minatore: salame piccante, cipolla, peperoni ecc) e ho sognato l’episodio italiano della transformersaga

TORINO, anni novanta. La FIAT inizia a produrre un veicolo incredibile. Talmente brutto che gli operai si chiedono “Ma questa è un’auto?” “Boh..”

Infatti non erano auto, ma autoboh (transformers brutti ma buoni) che difendevano l’umanità da Megastronz, il robottone cattivo.

Sappiate, se siete mai stati a bordo di una Multipla, che eravate a bordo di un Transformer.

Se non temete di saperne troppo, dopo l’immagine di un autoboh vi rivelerò in che modo Megastronz si sia nascosto e come un eroe italiano ha tentato di distruggerlo.
multi
L’astuto Megastronz si è trasformato in una nave da crociera.

L’eroico capitano Schettino se ne è accorto e ha fatto di tutto per distruggere la nave, cercando di speronare l’isola del Giglio.

Ma Megastronz è rimasto a galla.

Anzi lo hanno rimorchiato fino a Genova. E lì inizierà il prossimo episodio: Transformer contro i camalli.
costa

Published in: on luglio 27, 2014 at 6:17 pm  Comments (8)  
Tags: , , , ,