Prima candidatura ufficiale al premio CHIAVICA DELL’ANNO (non indovinate qual è?)

Nella notte di S. Silvestro ci riuniremo (noi della ballotta cinefila) per assegnare i premi CHIAVICA ITALIANA e INTERNESCIONAL KIAVIK.

(per chi si fosse sintonizzato in questo momento, ricordo che l’anno scorso furono premiati MATRIMONIO AL SUD e MORDECAI)
mort
sud
Di fetecchie italiane ce ne sono tantissime quest’anno (TIRAMISU’ per esempio), cosa che rende difficile per il momento selezionare almeno un terno di candidati.

Ma per la categoria CHIAVICHE INTERNAZIONALI c’è già una candidatura forte, nel senso che è veramente difficile immaginare uno schifo simile o peggiore.

Mi riferisco a INDEPENDENCE DAY – RIGENERAZIONE

Chi l’ha visto non ha bisogno che spieghi perché va evitato come la peste. Chi ancora non l’ha visto (fortunato!) risparmi i soldi e vada a vedere le anatre ai giardini pubblici.

Una recensione vera e propria non la faccio. Magari a dicembre, quando si confronteranno i candidati al Premio Chiavica.

In sintesi, dirò che è il sequel dell’ID del 1996. Però quello, almeno, vinse un OSCAR per gli effetti speciali. Questo può aspirare solo ai Razzie…

E mi pare di cattivo auspicio, per concludere, far morire la Presidente degli Stati Uniti. Proprio nell’anno di Hillary, porco cane!
lan

Published in: on settembre 11, 2016 at 10:39 am  Comments (4)  
Tags: , , ,

Premio VNAV (ex CHIAVICA D’ORO)

Quest’anno il trofeo CHIAVICA D’ORO cambia nome.

Attribuirò il premio VORREI NON AVERLO VISTO a una chiavica entrata nel mio campo visivo nel periodo 1/1/2015 – 31/12/2015 (anche se prodotta nell’anno precedente)

Per i film migliori della stagione, come ho già detto, deciderò alla fine di giugno.
oscar

Dopo attenta riflessione il premio VNAV 2015 sembra destinato a MORTDECAI. Ma anche LEFT BEHIND – LA PROFEZIA ha ancora delle chance.
vnav

Decideremo anche (durante il cenone di S. Silvestro) se e a chi assegnare il premio VNAV – settore italiesco. Ne ho visti pochi quest’anno, ma alcuni sono veramente chiavicosi.
subell

Published in: on dicembre 26, 2015 at 11:57 am  Lascia un commento  
Tags: , , , ,

A chi andrà il premio CHIAVICA D’ORO? Prime candidature (e album degli orrori)

L’anno non è ancora finito, ma qualche candidato c’è già.

Prima di elencarli però vi rivelo che sto pensando di cambiare nome al Premio.

Potrei chiamarlo Premio VNAV

VNAV sta per Vorrei Non Averli Visti.

Paola mi ha fatto notare che tanti filmazzi non li ho visti e questo mi impedisce di valutare obiettivamente quale sia il peggiore. Ad esempio, non ho visto 50 SFUMATURE DI GRIGIO che a molte/i è sembrato orrendo (ma Cannibal Kid, che di cinema ne sa, gli dà la sufficienza)

Quindi parlo di cose che voi umani non potreste immaginare che questi occhi hanno (ahimè) focalizzato

  • MORTDECAI
  • LEFT BEHIND
  • IL RAGAZZO DELLA PORTA ACCANTO
  • SI ACCETTANO MIRACOLI (non potevo far mancare un concorrente italiesco)

mortboyleftsiani
Per chiudere in bruttezza elenco qui i vincitori degli anni scorsi: tutti visti personalmente (ma chi me l’ha fatto fare? sono un masochista?)

2014 (a pari demerito) THE COUNSELOR e GRACE DI MONACO

2013 DIANA – LA STORIA SEGRETA

2012 PROMETHEUS

2011 L’ULTIMO DEI TEMPLARI

2010 ECLIPSE

2009 IO & MARILYN

2008 ALBAKIARA

Published in: on ottobre 18, 2015 at 9:26 am  Comments (4)  
Tags: , , , ,

premio CHIAVICA D’ORO ALLA CARRIERA al peggior attore italiano: prime candidature

Mentre resta aperta la tenzone sulla PEGGIORE ATTRICE italiana (c’è tempo fino alla mezzanotte del 31/12…) dichiaro aperta la stagione di caccia la selezione dei peggiori attori viventi.

I criteri sono analoghi a quelli della categoria femminile. Si fronteggeranno coppie di cani attori coetanei, escludendo coloro che hanno meno di 10 titoli nella fedina penale nel curriculum.

Si adoprerà la seguente SCALA DI CAGNAGGINE:

Grado 0 – In fondo in fondo non è un cane

Grado 1 – Lo è, lo è (magari poco, ma lo è)

Grado 2 – Non chiamatelo CANE, i cani potrebbero offendersi

Grado 3 – Orrendo

Grado 4 – Orrendamente orrendo

Grado 5 – Primatista assoluto di orrendità

Grado 6 – Al di là di ogni paragone di cagnaggine

Grado 7 – Non ci sono parole sul vocabolario in grado di descriverlo; bisogna inventare qualche insulto particolarmente sanguinoso

Grado 8 – Se Dante tornerà a scrivere l’INFERNO (così, tanto per rintuzzare Dan Brown) aggiungerà un girone apposta per questo CAGNACCIO, laggiù in fondo….

Grado 9 – Se qualcuno ve ne parla bene FATELO INTERDIRE

Grado 10 – Aaaaaaaarghhhhhh, aiutoooo!!!!!! Chiamate subito Peter Cushing con un crocifisso e un appuntito paletto di frassino!!!!

In questo primo turno eliminatorio INVITO CALDAMENTE (no, niente caldamente: c’è troppa afa) a dare un voto complessivo ai primi 2 candidati.

Dopo le immagini, se vi interessa, aggiungerò i film che ho visto. Per la serie VNAV (Vorrei Non Averli Visti).bovavolo
Inordinealfabetico

  • Bovaraoul. Personaggio più televisivo che cinematografico, ha comunque occupato il grande schermo con capolavori epocali quali MUTANDE PAZZE (1992), LA LUPA (1996), ALIEN vs PREDATOR (2004), SCUSA MA MI FAI CAGARE (2008), LA NOSTRA VITA (2010), NESSUNO MI PUO’ GIUDICARE (2011) e IL RITORNO DEGLI IMMATURI (2012).
  • Volofabio. Anche questo nasce in tv ma, per ragioni a me ignote, esordisce nel cinema con CASOMAI (2002), MANUALE D’AMORE 2 (2007), BIANCO E NERO (2008), MATRIMONI E ALTRI DISASTRI (2010), IL GIORNO IN PIU’ (2011) e STUDIO ILLEGALE (2013).

Puntate!

Mirate!

FUOCO!!!!!

Published in: on luglio 24, 2013 at 12:39 pm  Comments (8)  
Tags: , , ,

Ferilli vs Gerini (chi è più cagna?)

Riassunto dei turni eliminatori precedenti.

Preparandomi a conferire, nel gennaio prossimo venturo, la CHIAVICA D’ORO alla carriera, ho stabilito quanto segue

  1. possono ambire a tale premio attrici con almeno 10 pellicole all’attivo; sono pertanto escluse Alba Parietti e Marina Punturieri, non perché sprovviste di cagneria, ma perché (grazieaddio) non arrivano a 10.
  2. sono escluse le over 70, come Sandra Nonnapapera Milo e Laura Comesonocadutainbasso Antonelli; hanno entrambe attraversato momenti difficili e non voglio infierire; spero che capirete.
  3. nel primo turno si è classificata per la finale Valeria Marini; nel secondo Cristiana Capotondi; chi sarà la terza finalista?

miloDopo le immagini illustrerò vita morte e miracoli di altre due campionesse della categoria.

lauraIn ordine alfabetico, cominciamo da Claudia GeriniclaudiaEccola in una particina in un film di Mel Gibson (era la moglie di Ponzio Pilato), ma potete vederla nelle vesti (e anche senza) di Lisa nella sua ultima fatica: un film (TULPA) girato un anno fa e circolante solo ora in qualche sala di Roma, Rimini e Moncalieri. I motivi per cui hanno aspettato tanto e hanno distribuito così poche copie lo scoprirete da soli.

Di mio posso dire che il vero scopo di questo pseudothriller è dimostrare che, grazie a un assiduo lavoro in palestra, il lato B della protagonista regge ancora.

Per ragioni di spazio cito qui solo alcuni registi che l’hanno avuta davanti alla cinepresa:

  • L. Pieraccioni (FUOCHI D’ARTIFICIO)
  • M. Ceccherini (LUCIGNOLO)
  • P. Costella (TUTTI GLI UOMINI DEL DEFICIENTE)
  • S. Castellitto (NON TI MUOVERE)
  • S. Rubini (LA TERRA)
  • F. Brizzi (EX, COME E’ BELLO FAR L’AMORE)
  • U. Carteni (DIVERSO DA CHI?)
  • S. Soldini (IL COMANDANTE E LA CICOGNA)
  • G. Farina (AMICHE DA MORIRE)

Chi l’ha valorizzata di più, com’è noto, è Carlo Verdone (VIAGGI DI NOZZE, SONO PAZZO DI IRIS BLOND e GRANDE GROSSO E VERDONE). Nel primo di questi compare il personaggio di Jessica la coatta.

Ce l’avete presente?

Diciamo che, come Rutger Hauer rimarrà nella storia del cinema con I’VE SEEN THINGS YOU PEOPLE WOULDN’T BELIEVE…, Claudia Gerini ce la ricorderemo per A STRONZI! ‘NDO STATE? CHE FATE? ‘ND’ANNATE?

sabrina

A quanto ricordo, Sabrina Ferilli ha iniziato la sua fulgida carriera con uno spot: “Turisti fai da te? No Alpitour? Ahi, ahi, ahi, ahi…”

La passione per i viaggi non l’ha più lasciata. Cominciando con Rimini (1988), Ventotene (1994) e trascorrendo, con la premiata ditta Filmauro Tour, il natale 2004 a Gstaad, nel 2006 a New York, nel 2009 a Beverly Hills e nel 2011 a Cortina (c’è la crisi, sapete?)

Mi è stato riferito, a onor del vero, che in queste trasferte Sabrina ha avuto importanti incontri con la stampa internazionale.

  • a Gstaad annunciò ai reporters di Al Jazeera che “il sofà, è beato chi se lo fa”
  • a New York tenne una memorabile conferenza stampa presso la sede dell’Actors Studio, spiegando come avesse utilizzato il Metodo Stanislavskij nell’interpretare FERIE D’AGOSTO
  • a Beverly Hills, durante la cerimonia degli Oscar, chiese polemicamente come mai non avesse avuto almeno una nominescion per ECCEZZZIUNALE VERAMENTE – CAPITOLO SECONDO
  • a Cortina propose a un cronista del Gazzettino di vedere insieme IL SIGNOR QUINDICIPALLE in dvd (ma quest’ultima affermazione mi sembra davvero poco credibile)