è ora che Babbonatale capisca che i bambini non esistono…

ovvero l’arte di capovolgere una “frase fatta”

Esiste un sito interessante (www.luoghicomunialcontrario.net) in cui chiunque può divertirsi a stravolgere un proverbio o un luogo comune.

Ed esiste un libro (Einaudi 2010) di Alfredo Bucciante, che raccoglie 500 esempi del genere. A cominciare dal titolo: SCUSA L’ANTICIPO, MA HO TROVATO TUTTI VERDI.

In certi casi basta aggiungere o togliere un NON: L’appetito viene non mangiando, quando accendo la radio non trovo mai Radio Maria, ci siamo sposati ma ha funzionato, tutto il male viene per nuocere…

Oppure si sostituiscono parole: Mi piaci dal sedicesimo momento che ti ho vista, li arrestano e dopo due giorni stanno ancora in galera…

O si inverte l’ordine delle parole. A volte penso senza agire, non voglio giustizia voglio vendetta, le droghe pesanti sono l’anticamera delle canne, è scoppiata una ragazza a causa di una lite…

Complessivamente è una lettura amena e stimolante. Non perdetevi l’introduzione di Stefano Bartezzaghi.

Altre perle:

  • i mezzi giustificano il fine
  • ne uccide più la spada che la lingua
  • imparando si sbaglia
  • io non sono giusto, sono severo
  • non è tanto per il principio, quanto per i soldi
  • il clientelismo spesso degenera nella politica
  • la famiglia tradizionale sta distruggendo il matrimonio omosessuale
  • appena svengo vedo il sangue
  • ha detto che spariva per sempre invece è andato a comprare le sigarette
  • i popoli sono l’oppio della religione
  • premetto che sono razzista però sopporto gli ebrei
  • dicono di essere di sinistra e poi non hanno la barca a vela

einaudi

Published in: on ottobre 13, 2010 at 12:43 pm  Comments (4)  
Tags: , , , , ,