Happy Birthday, Scarlett!!!! (sei ancora giovane, prima o poi l’Oscar lo danno anche a te)

Finora nemmeno un oscar!!! 

Eppure non sei una bella oca. Hai talento! (almeno io la penso così)

Comunque sei in buona compagnia. Marilyn Monroe, Greta Garbo, Rita Hayworth, Marlene Dietrich, Catherine Deneuve, Ava Gardner e Sigourney Weaver messe insieme totalizzano ZERO OSCAR.

Dopo l’immagine elencherò i film in cui mi sei piaciuta di più. Agli eventuali commentatori di questo postaccio il compito di aggiungere altri titoli.
perl

  • LOST IN TRANSLATION (2003; Charlotte è a Tokyo, dove incontra un attore sul viale del tramonto; lei è sposata con un coglione… chi si contenta gode? no, credo proprio di no!)
  • LA RAGAZZA CON L’ORECCHINO DI PERLA (2003; Griet è una servetta in casa Vermeer, che la ritrae in un quadro giustamente famoso; la signora Vermeer non apprezza, chissà perché…)
  • LE SEDUTTRICI (2004; Meg è ad Amalfi, in vacanza col ricchissimo marito; sospetta che detto marito faccia il cretino con una fatalona, ma alla fine scopre che… lo sapete già, vero?)
  • IN GOOD COMPANY (2004; Alex è la figlia del protagonista, un dirigente di alto livello che dall’oggi al domani viene scavalcato nella gerarchia aziendale per decisione del Megadirettoregalattico -interpretato da Malcolm McDowell, che dai tempi di Arancia Meccanica ha fatto molta carriera-)
  • THE ISLAND (2005; Jordan Due Delta è un clone -ma nessuno glielo dice- di una top model che si chiama Sarah Jordan; ne ho parlato giovedì scorso)
  • MATCH POINT (2005; Nola è un’attrice americana, al cui fascino è difficile resistere; rimasta incinta dell’ex tennista Chris, gli chiede di divorziare dalla moglie; non aspettatevi il lieto fine)
  • SCOOP (2006; Sondra vuol diventare una grande reporter e le capita un caso incredibile; alla fine le sarà utilissimo essere una brava nuotatrice)
  • THE PRESTIGE (2006; Olivia lavora per il Magoricco e cerca di scoprire i segreti del Magopovero; con chi andrà a letto? 1 con il Magoricco, 2 col Magopovero, x con tutti e due)
  • L’ALTRA DONNA DEL RE (2008; Maria Bolena, sorella di Anna, diventa l’amante di Enrico lo Sporcaccione; alla fine ha ancora la testa sul collo; come nei 3 film precedenti, l’azione si svolge a Londra)
  • VICKY CRISTINA BARCELONA (2008; questa volta non siamo a Londra; Cristina è una turista americana perennemente insoddisfatta; se non le bastano Bardem e il vino tinto temo che non abbia molte speranze)
  • LA VERITA’ E’ CHE NON GLI PIACI ABBASTANZA (2009; Anna è un’insegnante di yoga alquanto disinibita; perché non ti danno mai l’Oscar, Scarlett? è che non gli piaci abbastanza…)
  • THE AVENGERS (2012; interpreta Natasha, la Vedova Nera; non è la miglior interpretazione della tua vita, Scarlett, ma è la meglio pagata; è il mercato, bellezza…)
  • HITCHCOCK (2013; Janet Leigh è scelta dal Maestro della Suspence come protagonista di PSYCHO, quella che viene pugnalata nella doccia; lo scherzo che Hitch fa a Janet al termine delle riprese è davvero pesante)
  • AVE, CESARE! (2016; DeeAnna è una star nella Hollywood degli anni 50; a quell’epoca una gravidanza -senza sapere esattamente chi fosse il padre- era scandalosa; ma si trova sempre il rimedio)
  • JOJO RABBIT (2019; Rosie, berlinese, è antinazista per molti motivi e nasconde un’adolescente ebrea in casa; nel 1945 finirà impiccata in piazza davanti agli occhi del figlio)

charlottscoopsorrentojojo

Kristin Scott-Thomas

Attrice anglo-francese, nata a Redruth (GB) ma vive a Parigi da trent’anni.

Lunga esperienza teatrale (la ricordo come Lady Anne nel Riccardo III di Shakespeare): non ha iniziato la carriera come certe celebrità nostrane con gli spot dell’Alpitour o del Maxibon.

Recentemente ha alternato ruoli brillanti a ruoli drammatici. Più commedia che tragedia comunque. Cito qui gli ultimi 4 film in cui l’ho ammirata.

LA FAMIGLIA OMICIDI (keeping mum, 2005). Moglie stressata di un distratto prete anglicano, ne riconquista l’amore e riesce a liberarsi di un vicino atrocemente villano e di un amante volgarotto. E scopre di essere figlia di… (non ve lo posso dire).

UNA TOP MODEL NEL MIO LETTO (la doublure, 2006). Stramiliardaria parigina, smaschera allegramente il marito infedele e si diverte alle sfilate di Kurt Lagerqualchecosa.

L’ALTRA DONNA DEL RE (the other Boleyn girl, 2008). Madre di Mary e Anna Bolena, assiste all’ascesa delle figlie al ruolo di puttane regali fino al tragico epilogo. Non la consolerà per niente avere una nipotina dai capelli rossi che regnerà col nome di Elisabetta I.

UN MATRIMONIO ALL’INGLESE (easy virtue, 2008, in sala da venerdì scorso). Nel ruolo di Suocera aristocratica e amareggiata. E ne ha motivo: il marito non l’ama, i figli sono un disastro, il patrimonio di famiglia si sta sgretolando e la nuora americana (da lei definita la fallofila) non l’aiuta certo a tirarsi su.

Secondo me, migliora di film in film. Attendo perciò (ci vorrà un po’ di tempo) di vederla nel ruolo di madre di John Lennon.