domanda facile facile

La domanda è: COSA HANNO IN COMUNE I DUE FILM CHE IN QUESTA STAGIONE (da Ferragosto in poi) HANNO INCASSATO DI PIU’?

I film in questione sono

  1. BENVENUTI AL SUD (quasi 30milioni di euro)
  2. LA BANDA DEI BABBI NATALE (oltre 20milioni di euro a tutt’oggi; secondo me supererà i 22)

Risposta: entrambi i film si giovano della presenza di una grande attrice, in entrambi i casi in ruolo di “spalla”.

Parlo, ovviamente, di Angela Finocchiaro. Simpatica, versatile, bravissima attrice “brillante” (ma riesce anche nei ruoli drammatici, come si è visto in IL MURO DI GOMMA) che dà sempre il meglio di sé, anche in film poco importanti.

Viene dal teatro, non dalla televisione o dagli spot, e deve il successo NON alla sua bellezza (anche se madrenatura l’ha dotata di due occhi luminosi e di un bel sorriso) ma alla straordinaria mimica e alla bella voce, capace di scarti e di piroette eccezionali. Della sua bravura sia testimone il video che allego.

Published in: on gennaio 10, 2011 at 11:46 am  Comments (6)  
Tags: , , ,

i film delle feste

Questo non è un gran periodo per i cinefili. Non c’è molto di nuovo (a parte le solite panettonate) e c’è troppa gente in sala.

Ho rivisto NOI CREDEVAMO (ci tenevo a farlo giudicare da mio figlio, appena tornato da Londra) nel cinemino di via Pietralata e ho visto (e recensito) IL VIAGGIO DEL VELIERO e LA BELLEZZA DEL SOMARO

https://ilbibliofilo.wordpress.com/2010/12/26/il-viaggio-del-veliero-inteso-come-film/

https://ilbibliofilo.wordpress.com/2010/12/20/la-bellezza-del-somaro/

Ora dedico il post a LA BANDA DEI BABBI NATALE, con Aldo Giovanni & Giacomo.

Premetto che l’umorismo di questi tre è di un tipo particolare.

Difatti non a tutti piace. E’ diversissimo da quello della commedia all’italiana (da Sordi a Verdone, da Totò a Ficarra&Picone) e semmai mi ricorda il duo Cochi e Renato. Infatti Cochi Ponzoni appare nel film, in una particina.

Cito una di queste situazioni surreali. Aldo si è chiuso dentro l’auto di Giacomo “per riflettere” e non trova più il modo di uscire. Giacomo fa di tutto per aprire la portiera ma non ci riesce. Arriva Giovanni. Richiesto di aiuto si limita a pronunciare (a bassa voce) due parole: “Dài, esci…” Un istante dopo Aldo esce

In sintesi estrema, a me è piaciuto.

E non solo a me: le risate in sala (il Medica) erano frequenti e fragorose, gli incassi in tutta Italia sono più che cospicui e sfidano quelli del becero NATALE IN SUDAFRICA.

TRAMA ESSENZIALE. Tre amici sono arrestati mentre scalano la facciata di un palazzo milanese, vestiti da babbonatale. Interrogati dal commissario Bestetti (Angela Finocchiaro) ricostruiscono in flashback le vicende che li hanno portati a compiere un atto apparentemente criminoso.

In realtà non erano venuti a portar via, ma a rimettere un oggetto sotto l’albero di Natale. Chiarito l’equivoco, il film non finisce: arrivano in commissariato (comprensibilmente furibondi) la fidanzata di Giovanni e il di lei padre. Chi glielo spiega che Giovanni è già sposato?


Published in: on dicembre 29, 2010 at 7:20 pm  Comments (4)  
Tags: , ,