Kristin Scott-Thomas

Attrice anglo-francese, nata a Redruth (GB) ma vive a Parigi da trent’anni.

Lunga esperienza teatrale (la ricordo come Lady Anne nel Riccardo III di Shakespeare): non ha iniziato la carriera come certe celebrità nostrane con gli spot dell’Alpitour o del Maxibon.

Recentemente ha alternato ruoli brillanti a ruoli drammatici. Più commedia che tragedia comunque. Cito qui gli ultimi 4 film in cui l’ho ammirata.

LA FAMIGLIA OMICIDI (keeping mum, 2005). Moglie stressata di un distratto prete anglicano, ne riconquista l’amore e riesce a liberarsi di un vicino atrocemente villano e di un amante volgarotto. E scopre di essere figlia di… (non ve lo posso dire).

UNA TOP MODEL NEL MIO LETTO (la doublure, 2006). Stramiliardaria parigina, smaschera allegramente il marito infedele e si diverte alle sfilate di Kurt Lagerqualchecosa.

L’ALTRA DONNA DEL RE (the other Boleyn girl, 2008). Madre di Mary e Anna Bolena, assiste all’ascesa delle figlie al ruolo di puttane regali fino al tragico epilogo. Non la consolerà per niente avere una nipotina dai capelli rossi che regnerà col nome di Elisabetta I.

UN MATRIMONIO ALL’INGLESE (easy virtue, 2008, in sala da venerdì scorso). Nel ruolo di Suocera aristocratica e amareggiata. E ne ha motivo: il marito non l’ama, i figli sono un disastro, il patrimonio di famiglia si sta sgretolando e la nuora americana (da lei definita la fallofila) non l’aiuta certo a tirarsi su.

Secondo me, migliora di film in film. Attendo perciò (ci vorrà un po’ di tempo) di vederla nel ruolo di madre di John Lennon.