drogati dalla televisione…

DOMANDINA FACILE FACILE. Cosa hanno i comune i sottoelencati personaggi, oltre ad essere protagonisti di film di grande successo (in fondo al post, se ci arrivate vivi, potete leggere la graduatoria)?

  • Paola Cortellesi
  • Claudio Bisio
  • Checco Zalone
  • Ficarra&Picone
  • Luca&Paolo
  • Antonio Albanese
  • Luciana Littizzetto
  • Raoul Bova
  • Alessandro Preziosi
  • Aldo Giovanni&Giacomo

Risposta: devono la loro popolarità alla TV.

NON VOGLIO DIRE che non siano bravi. Alcuni sono bravissimi (Albanese, per esempio), ma non si può negare che il “piccolo schermo” è il trampolino che li ha lanciati.

Se non li vedessimo continuamente in TV, magari negli spot di un telefonino o di un supermercato, non si riempirebbero le sale per i loro film, spesso mediocri (IMMATURI) o meno che mediocri (FEMMINE CONTRO MASCHI).

Mi rendo conto di non esagerare in fatto di originalità, ma LO DICO LO STESSO: il pubblico italiano è drogato dalla tv. Vediamo la faccetta o la facciona di X o Y sul piccolo schermo e l’andiamo a rivedere al cinema.

GRADUATORIA dei film più visti in Italia dal 1° gennaio

  1. CHE BELLA GIORNATA (Checco Zalone)
  2. IMMATURI (Raoul Bova, Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu)
  3. QUALUNQUEMENTE (Antonio Albanese)
  4. PIRATI DEI CARAIBI
  5. FEMMINE CONTRO MASCHI (Claudio Bisio, Luciana Littizzetto, Ficarra e Picone, Paola Cortellesi, Alessandro Preziosi)
  6. FAST AND FURIOUS 5
  7. IL DISCORSO DEL RE
  8. UNA NOTTE DA LEONI 2
  9. NESSUNO MI PUO’ GIUDICARE (Paola Cortellesi, Raoul Bova)
  10. LA BANDA DEI BABBI NATALE (Aldo, Giovanni&Giacomo)

(AGGIORNAMENTO del 14 luglio). E’ sorprendente che HABEMUS PAPAM abbia già fatto staccare più di 800.000 biglietti, nonostante Nanni Moretti non sia “televisivo” 


IMMATURI, molti bravi attori sprecati

Tentativo (non proprio riuscito) di inseguire il successo di NOTTE PRIMA DEGLI ESAMI. Dopo aver sintetizzato la (balorda) trama del film, dirò qualcosa degli attori principali.

Un gruppo di amici, dovendo rifare l’esame di maturità 20 anni dopo, si ritrovano, litigano, fanno la pace e (in parte) maturano. Qualcuno accetterà un figlio non desiderato, altri troveranno il Vero Amore.

Gli interpreti (a parte Raoul Bova, inespressivo come sempre) lavorano bene, con un impegno degno di miglior sceneggiatura:

  • Ricky Memphis è Lorenzo, un “bamboccione” che non vuol rinunciare alle comodità della coabitazione con mamma e papà (anzi convince un coetaneo che invece vuol vivere da solo, nella scena migliore del film)
  • Francesco Mattioli è il papà
  • Giovanna Ralli è la mamma
  • Barbora Bobulova è Luisa, quella che farà cambiare idea a Lorenzo
  • Ambra Angiolini (che nella realtà ha 33 anni) è Francesca, che deve disintossicarsi da uno smodato appetito sessuale (parte forse autobiografica)
  • un discorso a parte, infine, su Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu; sono due attori bravissimi, non solo televisivi (li ho apprezzati in tanti sketches, ad esempio in Camera Cafè) e non solo in ruoli brillanti (in …E SE DOMANI Luca aveva un ruolo veramente drammatico); beh, stavolta sono davvero SPRECATI: uno finge di essere sposato per non legarsi definitivamente (in questa parte si era cimentato ben diversamente Cary Grant), l’altro è un erotomane che rimpiange Cicciolina e Moana

Alla fine tutti esultano: hanno superato l’esame prendendo tutti 60!

Vagli a spiegare che oggi 60 è il voto minimo e non il massimo.