Pellegrin che vien da Roma… (sempre a proposito di “Igor il russo”)

Le ricerche continuano nel triangolo Bologna-Ravenna-Ferrara. Battaglioni di poliziotti cercano “Igor” giorno e notte tra i boschi e i casolari della zona col mitra spianato.
cadore
Come ho già detto chi si muove nel “triangolo delle bermude” rischia una raffica, partita per errore da un grilletto “amico”. Per cui consiglio vivamente a chi proprio non può fare a meno di passare di lì di cantare ad alta voce PELLEGRIN CHE VIEN DA ROMA.

Tràttasi di un’antica canzone folk, una storia boccaccesca di osterie e birocci (=carretti).
biroc
Comincia così:

Pellegrin che vien da Roma (al va el birocc)

con le scarpe rotte ai pié

(al birocc al va, al birocc al va)

pellegrin che vien da Roma con le scarpe rotte ai piè…

Se riuscite a pronunciare bene birocc (c dolce come l’inglese coach) nessuno vi scambierà per il Ricercato Igor e vivrete.

Se non vi viene bene quella c dolce vi suggerisco un’alternativa. Recitate ad alta voce la seguente poesia:

Qui giace Fagiolino morto di dolore.

Fèrmati o passeggero se hai scadore!

E se hai scadore gràttati la panza!

Qui giace Fagiolin senza speranza.

Chi sia Fagiolino e cosa significhi scadore (etimo incerto, probabile radice etrusca) Igor non lo può sapere, ma tu lo imparerai qui.

 

Annunci
Published in: on maggio 28, 2017 at 10:12 am  Comments (4)  
Tags: ,