Cinquanta sfumature di Trump

Punto primo. Siamo sicuri che le primarie siano un buon sistema per selezionare i candidati alla presidenza?

C’erano dei personaggi più presentabili tra i repubblicani (ad esempio, Ben Carson) e più brillanti tra i democratici (ad esempio, Bernie Sanders)
benberni
Ma alle primarie non emergono i migliori. Almeno non sempre.

Ci vogliono MOLTI SOLDI per concorrere. Chi li ha, i soldi, va avanti anche se non ha niente da dire. Chi ha mezzi limitati prima o poi si ferma.

Punto secondo. La cultura è utile per diventare Presidente… oppure è un ostacolo?

Qui siamo convinti che in America tutti siano stati all’università (o almeno al college) e che facciano la fila per vedere i film di Woody Allen o dei fratelli Coen.

Mica vero. La maggior parte degli americani non ama la cultura e soprattutto non ama le persone colte. Successe 12 anni fa con John Kerry (che si è laureato a Yale e parla 4 lingue oltre all’inglese) e succede oggi a Hillary.

Hillary (anche lei laureata a Yale) è la classica “prima della classe” che suscita poche simpatie. Troppo brava, troppo colta, troppo in alto.

Meglio un rozzone come Trump: molti tra i suoi elettori firmano con la croce sono più rozzi di lui.

Punto terzo. Perché i sondaggi sono così poco attendibili?

Molti, quando sono intervistati, mentono (o semplicemente non vogliono essere intervistati). Succede anche da noi. Avete notato nelle edicole quelli che comprano un giornale berlusconesco? Lo chiedono a bassa voce e lo piegano in due, in modo che non si veda il titolo…

Beh, per oggi mi sono immagonito troppo e mi fermo.

Magari la prossima volta riprendo il tema.

Published in: on novembre 9, 2016 at 8:05 pm  Comments (7)  
Tags: , ,

LE DONNE EREDITERANNO LA TERRA. Sono d’accordo… ma perché mettere Katniss Everdeen in copertina?

donne
Mi sono ripromesso di leggere il libro di Aldo Cazzullo. Recentemente non ho potuto dedicare tempo alla lettura (se volete sapere il perché leggete l’ultima riga del post).

Se qualcuna/o lo ha letto mi spieghi la presenza di una guerriera sagittaria in copertina.

L’espressione erediteranno la terra viene dal Vangelo secondo Matteo (Atto quinto, scena quinta): Beati i miti perché erediteranno la terra.

Dunque le donne, che in genere sono molto meno bellicose dei maschi, salvaguarderanno la pace. Magari aiutate da maschi dotati di mitezza (ce ne sono, ce ne sono…)

  • ve la immaginate Hillary che scatena la Terza Guerra Mondiale?
  • ve la immaginate Angela che espelle i profughi dalla Germania?
  • ve la immaginate Theresa che fa lo stesso in Gran Bretagna?
  • ve la immaginate Laura che minaccia di sprangare la Camera e di trasformarla in bivacco di manipoli?
    hillaylauramay
    merk
    Post scriptum. In queste ultime settimane la preparazione del gioco BOOKLAND mi ha molto assorbito. Ora è tempo di leggere qualche buon libro
Published in: on settembre 28, 2016 at 7:18 pm  Comments (5)  
Tags: , , ,

Prima candidatura ufficiale al premio CHIAVICA DELL’ANNO (non indovinate qual è?)

Nella notte di S. Silvestro ci riuniremo (noi della ballotta cinefila) per assegnare i premi CHIAVICA ITALIANA e INTERNESCIONAL KIAVIK.

(per chi si fosse sintonizzato in questo momento, ricordo che l’anno scorso furono premiati MATRIMONIO AL SUD e MORDECAI)
mort
sud
Di fetecchie italiane ce ne sono tantissime quest’anno (TIRAMISU’ per esempio), cosa che rende difficile per il momento selezionare almeno un terno di candidati.

Ma per la categoria CHIAVICHE INTERNAZIONALI c’è già una candidatura forte, nel senso che è veramente difficile immaginare uno schifo simile o peggiore.

Mi riferisco a INDEPENDENCE DAY – RIGENERAZIONE

Chi l’ha visto non ha bisogno che spieghi perché va evitato come la peste. Chi ancora non l’ha visto (fortunato!) risparmi i soldi e vada a vedere le anatre ai giardini pubblici.

Una recensione vera e propria non la faccio. Magari a dicembre, quando si confronteranno i candidati al Premio Chiavica.

In sintesi, dirò che è il sequel dell’ID del 1996. Però quello, almeno, vinse un OSCAR per gli effetti speciali. Questo può aspirare solo ai Razzie…

E mi pare di cattivo auspicio, per concludere, far morire la Presidente degli Stati Uniti. Proprio nell’anno di Hillary, porco cane!
lan

Published in: on settembre 11, 2016 at 10:39 am  Comments (4)  
Tags: , , ,

CE L’HA FATTA!!!!!!! An american dream

Un anno fa, in questi giorni, manco lo sapevo chi fosse. Pensavo a Hillary Clinton come possibile presidente.

Fu mio figlio a parlarmene. Era tutto preso della sua tesi di laurea, ma una sera mi concesse udienza: “Spero che vinca Obama… è giovane, è intelligentissimo, può cambiare davvero l’America! Hillary è antipatica, con quella sua aria da prima della classe, è stata ambigua con la guerra in Iraq… e poi gli americani sono parecchio misogini,  oppressi dalle loro mogli… non la voteranno!”

Io non ero convinto. Ma adesso devo riconoscere che aveva ragione lui. Hanno eletto un dirty nigger, tanto per essere espliciti. Sarebbe a dire, come se a Treviso eleggessero sindaco un rom.

Mi chiedo: perchè gli americani hanno il coraggio di cambiare e noi no?

Perchè là amano il cambiamento, la modernità, sperano accanitamente in un futuro migliore? E noi ce ne stiamo qui, a lamentarci sterilmente…

Da noi, se non cadeva il muro di Berlino, c’era ancora il pentapartito! Andreotti o Forlani al Quirinale, De Mita o Casini o Mastella al governo… E tutti a rimpiangere il passato! A dire: “Se ci fosse ancora Berlinguer, De Gasperi, Mussolini, ecc…”

Forse la differenza è che là leggono spesso i profeti dell’Antico Testamento, che annunciano un futuro di giustizia e di pace…

OPPURE, più laicamente, dal Vecchio Mondo sono emigrati là i più ottimisti, i più coraggiosi.

Mentre i rassegnati, i pessimisti, gli uccelli del malaugurio sono rimasti qua.

Published in: on novembre 5, 2008 at 3:02 am  Comments (3)  
Tags: , , , , ,