C’era una volta GAME POWER (in allegato, considerazioni su TERRAFERMA e sensazionali novità sul Premio CHIAVICA 2012)

Correvano (in ordine sparso) gli anni 1992, 1993, 1994 ecc e GAME POWER era la rivista preferita da mio figlio.

Non era tanto un mensile di videogiochi: era il mensile dei videogiocatori, come ripeteva Apecar, al secolo Tiziano Toniutti (adesso scrive su Repubblica), factotum della rubrica L’APPOSTA.

game L’APPOSTA piaceva anche a me. Era “la posta del cuore”, un frizzante scambio di battute surreali e saturnine tra Apecar e i lettori.

E c’erano i dibbbbbattiti su MORTAL KOMBAT (è pericoloso, eccita i giovani alla superviolenza o salutarmente scarica le loro naturali pulsioni?)

Ogni tanto mi capita di rileggere quelle pagine (ne ho conservate molte) e di farmi qualche risata.

Tornerò sull’argomento. Oggi mi scappa di commentare la bocciatura di TERRAFERMA.

Mi dispiace. Crialese è un bravo e coraggioso regista e il suo film mi ha commosso.

MA NON E’ ROBA DA MANDARE AL CERTAMEN HOLLYWOODIANUM

Intendiamoci: se pensi che “l’importante è partecipare” e/o vuoi mandare un messaggio di incoraggiamento a 01 DISTRIBUTION allora va bene così, ma se vuoi avere qualche minima possibilità non candidare film come questo.

SOPRATTUTTO NON E’ ROBA PER GLI AMERICANI (non conosco proprio tutti tra la California e il Maine, ma so cosa pensa la maggior parte di loro dell’emigrazione clandestina).

A loro sarebbe piaciuto moooolto di più HABEMUS PAPAM. Lì c’è tutto quello che piace là: la psicanalisi, una (bonaria) satira del mondo ecclesiastico e (parallelamente) del giornalismo televisivo, il teatro (che da noi è diventato una cosa-di-nicchia, ma negli USA ci credono davvero) e ci sono i COLORI (la porpora dei cardinali, l’arlecchinata delle guardiesvizzere, il bianco del papa).

Insomma, la volta prossima che dovete decidere telefonatemi…

Per concludere UN AGGIORNAMENTO SUL PREMIO CHIAVICA.

Il sondaggio sulla PEGGIOR PELLICOLA APPARSA SUGLI SCHERMI ITALIANI NEL 2011 si concluderà nella notte tra il 31 gennaio e il 1 febbraio.

Attualmente la classifica vede appaiati

  • L’ULTIMO DEI TEMPLARI (votato da 5 lettori)
  • TRANSFORMERS3 (idem)

Seguono I FANTASTICI VIAGGI DI GULLIVER e PRIEST (entrambi con 3 voti) e I SOLITI IDIOTI (2 voti).

torno a parlare di THE ARTIST (e la volta prossima…)

Una settimana fa mi chiedevo quanti Oscar avrebbe portato a casa. Intanto ha beccato 3 Golden Globe: miglior commedia, miglior attore, miglior colonna sonora.

Ribadisco il giudizio: è un film FURBO.

Comincia col commuovere (il grande divo che tramonta ingloriosamente mentre la giovanissima star si arrampica sulla cima dell’Olimpo: un classico) e finisce in gloria. Un omaggio al cinema muto (la scena con l’attaccapanni ha un sapore chapliniano) confezionato molto bene.

E non sottovalutiamo la mossa antisovietica (nell’iniziale film-nel-film). “Putin, non alzare la voce! Noi a Hollywood sappiamo cosa pensare di voi, sporchi russi…”

Anche MIDNIGHT IN PARIS ha ricevuto un Goldenglobe (per la sceneggiatura; e qui non c’è distinzione tra soggetti drammatici e “leggeri”).

Altro film furbo: W. A. contrappone all’America contemporanea (che considera prosaica e bigotta) gli “anni folli” di F. S. Fitzgerald e di Gertrude Stein. Sesso alcool e charleston (niente droga per Woody e il rock potrà piacere a Celentano, non a lui).

Beh, ne riparliamo tra un mese…

Postscriptum: nel prossimo post si parlerà di GAME POWER, un mensile degli anni ’90 che molti non hanno dimenticato…

art

Published in: on gennaio 16, 2012 at 7:02 pm  Comments (9)  
Tags: , , , , ,