Cosa hanno in comune questi 11 film?

  1. A QUALCUNO PIACE CALDO (B. Wilder, 1959)
  2. DOTTOR STRANAMORE (S. Kubrick, 1963)
  3. FRANKENSTEIN JUNIOR (M. Brooks, 1974)
  4. IL POSTO DELLE FRAGOLE (I. Bergman, 1957)
  5. LA DOLCE VITA (F. Fellini, 1960)
  6. MANHATTAN (W. Allen, 1979)
  7. QUARTO POTERE (O. Welles, 1941)
  8. SABRINA (B. Wilder, 1954)
  9. TEMPI MODERNI (Ch. Chaplin, 1936)
  10. THE ARTIST (M. Hazanavicious, 2011)
  11. VIALE DEL TRAMONTO (B. Wilder, 1950)

Risposta ovvia. Sono tutti in BN (e sono dei veri capolavori)

Con questo non voglio dire che non ci siano film a colori bellissimi.

Lungi da me sminuire i meriti di AVATAR, BINGO BONGO, I PIRATI DEI CARAIBI, QUEL GRAN PEZZO DELL’UBALDA, SCUSA MA TI CHIAMO AMORE, WONDER WOMAN, ZOOLANDER…
art

Ciao, Gene

Sapevo che il tuo vero nome era Eugene Silberman. Non sapevo che “Wilder” l’avevi scelto in omaggio al grande Thorton Wilder.
gene
A renderti indimenticabile basterebbe il tuo ruolo di Frankenstein Jr.

Ma voglio ricordare qualche altra pagina della tua splendida carriera.

Leo Bloom in THE PRODUCERS (1968)
lop

Willy Wonka in LA FABBRICA DI CIOCCOLATO (1971)
will

Jim il pistolero in MEZZOGIORNO E MEZZO DI FUOCO (1974)
jim

Rudy in IL PIU’ GRANDE AMATORE DEL MONDO (1977)
rudy

Belinski il rabbino in SCUSI DOV’E’ il WEST? (1979)
west

Skip Dohahue in NESSUNO CI PUO’ FERMARE (1980)
skip

Published in: on agosto 30, 2016 at 1:22 pm  Comments (1)  
Tags: ,