PREMIO CHIAVICA per il peggio film: le prime nominations (però lasciatemi dire qualcosa anche su BLUE JASMINE)

Ve lo ricordate il Principio di Indeterminazione di Heisenberg?

Ha dei postulati interessanti anche nel mio Trofeo per i PEGGIORI FILM.

Dìcesi bruttofilm quello che viene visto e smerdato da almeno 2 osservatori cerebromuniti; in caso contrario il film è magari una mostruosa bischerata, ma non è possibile candidarlo al Trofeo chiavichesco perché è inosservabile”

Qualche esempio. Dicono che MAI STATI UNITI sia stato il peggior italiano dell’anno… ma chi lo può dire? Nessuno dei miei conoscenti lo ha visto (o ammette di averlo visto).

Lo stesso valga per RIPD – POLIZIOTTI DALL’ALDILA’ (chi l’ha visto? io no…)

Si sussurra che UN FANTASTICO VIA VAI sia davvero orribile, la brutta copia di UNIVERSITARI di F. Moccia. VALE LA PENA OCCUPARSENE? Io direi di no.

Ma se qualche amica/amico vuol candidarlo al PREMIO CHIAVICA me lo scriva. Magari ci butto un occhio e lo STRONCO per bene.

Qui propongo qui un trio di fetecchie internazionali (international kiaviks) candidandole al Premio. Chi vuole aggiungerne altre?

  1. AFTER EARTH (l’ho visto io)
  2. HANSEL&GRETEL CACCIATORI DI STREGHE (non l’ho visto, ma mi fido di Sailor Fede)
  3. WORLD WAR Z (non l’ho visto, ma mi fido di Cannibal Kid)

E, dopo tanta monnezza, parlerò di un film bellissimo, diretto da un certo Allen. Oltrepassate le immagini, please…

aftergretel
zombi
Interpretazione maiuscola di Cate Blanchett.

Tira aria di Oscar in BLUE JASMINE. Ne ho parlato nell’altro blog, quello della fragolina.

Certo è un film amarissimo. Se vi aspettate qualche battuta, qualche tono leggero RESTERETE DELUSI. Se, poi, vi aspettate una caramella finale (tipo BASTA CHE FUNZIONI) arriverà la mazzata definitiva.

Detto ciò, vorrei aggiungere qualcosa su uno dei comprimari.

Ve lo ricordate M. Sthulbarg? Protagonista di A SERIOUS MAN e sentenzioso alieno in MEN IN BLACK 3?

Qui è un dentista, presso il cui studio Cate cerca lavoro. Uno dice “ah, sì, come in FIORE DI CACTUS, dove il dentista era Walter Matthau e lei era Ingrid Bergman…” e magari spera che… MACCHE’, IL DENTISTA CI PROVA E LEI SCAPPA (dovevo dirlo, perché non ci fossero illusioni)

Se invece Sthulbarg si fosse ricordato di essere stato Griffin l’Arcaniano (in un’altra dimensione), avrebbe ammonito Cate: “la verità è l’unica strada… la verità più amara è meglio della bugia più dolce…”

Invece la sventurata continua a raccontare balle e i nodi vengono al pettine, anzi i nodacci vengono al pettinaccio.

Moccia come Salinger?

Moccia Federico, celeberrimo autore di pilastri della letteratura mondiale come “tre metri sopra il cielo”, ha presentato il suo ultimo romanzo.

Ha azzardato un’analogia con IL GIOVANE HOLDEN di J. D. Salinger.

Per me le analogie tra Moccia e Salinger si limitano al fatto che entrambi hanno scritto romanzi.

Allo stesso modo c’è analogia tra MARTIN LUTHER KING e Piero Marrazzo: entrambi hanno avuto alcune “disavventure”.

Published in: on novembre 5, 2009 at 9:27 am  Comments (3)  
Tags: , , , ,