In una città c’è un parco, nel parco c’è una capanna, nella capanna c’è un tavolo and the book is on the table

La città è Londra, il parco è Hampstead Heath (il più bello che abbia mai visto e legato a un momento significativo della mia vita… ma questo col film APPUNTAMENTO AL PARCO non c’entra niente)
heath
LUI è un irlandese bizzarro (lo sono tutti, ma questo è molto bizzarro) interpretato da Brendan Gleeson. Si è costruita una capanna nel parco e ci vive da eremita da 17 anni.
brendan
LEI è una ex-ricca, diversamente giovane ma battagliera come poche (l’adorabile Diane Keaton)
keato
Lui sta per essere essere sfrattato. Vive da 17 anni (l’avevo già detto?) in un terreno concupito da una megazienda.meg
Lei lo incita a difendere i suoi diritti.

“Lo sai che cos’è l’usucapione? Lasciamo perdere… Qui ci vuole un avvocato!” 

Si va in tribunale e, dopo una serie di colpi di scena, vince Lui.

Non è finita. Lui e Lei si sono innamorati, ma ecco un dilemma mica da poco.

“Vieni a vivere con me?”

“Neanche per sogno! Vieni tu da me, piuttosto!”

Prima di approfondire l’argomento attribuisco la qualifica di al di sopra del bah a questa brillante commedia (ispirata a una storia vera). Andatela a vedere e mi direte.

E adesso oltrepassate l’immagine se ne avete il coraggio.
kea
Pensate che Lui andrà da Lei, in un cottage moderno ma piccolo sulla riva di un fiume? Digitate 1

Pensate che Lei andrà da Lui, nella capanna del parco? Digitate 2

Pensate che Lei e Lui si incontreranno ancora in un modo molto originale? Digitate X

Annunci
Published in: on settembre 26, 2017 at 6:50 am  Comments (6)  
Tags: , , ,

YOUNG POPE, il senso del business di Sorrentino

Chi vuol vendere deve conoscere il mercato.

Ecco dunque messer Sorrentino seduto al tavolino che pensa al Mercato Globale Televisivo.

“Ci sono miliardi di potenziali spettatori, dal Kansas a Osaka e al Sudafrica. Per lo più gente di scarsissima cultura, che fa molta fatica a distinguere le guardie svizzere dai gladiatori, Vatican City dall’Area 51 (quella dove si fa l’autopsia agli alieni) e, se pensano alle suore, la prima che viene in mente è Sister Mary di TUTTI INSIEME APPASSIONAMENTE”

“Cosa serve per questo mercato?

  • scenari esotici
  • un po’ di sesso
  • il classico schema giovane protagonista contro i vecchi detentori del potere

Infatti THE YOUNG POPE si basa su questi 3 pilastri.

  1. Belle immagini di Roma (ritoccate col computer); noi ci siamo abituati, ma a Osaka, Wichita e Capetown no.
  2. Culi; la prima scena è una panoramica di bambini nudi (sul deretano di uno di loro la macchina da presa indugia alquanto); subito dopo si intravvede Jude Law sotto la doccia, di spalle; non credo che nelle prossime puntate si vedrà Belen a letto col Papa
  3. Pio XIII viene eletto a 47 anni (batte il record di Pio IX che ne aveva 54) e si diverte a ridimensionare l’andreottesco card Voiello, segretario di stato. Tra parentesi, è usanza secolare che i segretari di stato si dimettano a ogni nuovo papa, proprio per evitare l’incrostazione del potere (ma che ne sanno a Wichita?)

Conclusione (dopo la prima serata). Mettere insieme buoni attori (Diane Keaton, Silvio Orlando, Jude Law) non basta a fare un capolavoro. A me sembra solo un film furbo. Ne riparlerò alla fine della serie.

pope

Published in: on ottobre 23, 2016 at 3:21 pm  Comments (4)  
Tags: , , ,

Quesito: in quale film DIANE HALL (in arte KEATON) ha dato il meglio di sé?

Sabato sera abbiamo visto RUTH & ALEX, commediola leggerina ma gradevole. (se volete leggere la mia recensione, la trovate qui)

Rivedendo l’irresistibile, inossidabile, indistruttibile, incantevole Diane sul grande schermo mi sono chiesto se non sia il caso di riprendere con la Gallery delle grandi attrici.

E ricominciare con Lei mi sembra doveroso. Se ci siete (e volete dire la vostra) battete un colpo e date un voto alle sue migliori interpretazioni

  • IL PADRINO – PARTE I (1972) Lei dice a Lui (Al Pacino): “giurami che non sei un assassino come gli altri Corleone…”; Lui le assicura che non lo è; c’è da fidarsi?

padrino

    • IL PADRINO- PARTE SECONDA (1974) Cade ogni illusione; Lei lo lascia, ma i figli li tiene Lui; “sono il Padrino, io… mica un Berlusconi qualunque!”

kay

    • PROVACI ANCORA, SAM – Inizia il periodo alleniano; Lei è spiritosa e garbata (il suo duetto con Woody a proposito degli psicofarmaci è da antologia)

diane

  • IO E ANNIE (1977) – Diane interpreta se stessa e la sua storia d’amore con il nevrotico Alwy-Allen. Oscar al film e alla deliziosa protagonista

woody

  • MANHATTAN (1979) – Film stratosferico. Woody è sempre al centro della scena e Diane gli fa da spalla di lusso

man

  • MISTERIOSO OMICIDIO A MANHATTAN(1993)  Questa volta le due parti sono equilibrate: Lei sospetta, Lui nicchia… ma poi si impegna a fondo nelle indagini (schema che rivedremo in SCOOP)

al

  • TUTTO PUO’ SUCCEDERE (2003) Nel letto di Lei non c’è più Woody, ma J. Nicholson. Film non perfetto (per via del finale dolciastro) ma Lei è sempre perfetta.
    lei
Published in: on luglio 2, 2015 at 11:40 am  Comments (3)  
Tags: , ,

Le coppie indimenticabili. Mi fermo qui? O cambio binario e propongo coppie LUI + LUI?

Normalmente elenco, al principio di ogni mese, i film che ho visto nel mese precedente. Ma oggi non ho lo sbattimento… magari la prossima volta.

Mi fermo invece a considerare la serie delle coppie cinematografiche.

Ne ho citate 8.

4 di LEI ATTRICE + LUI ATTORE.

  • Sophia e Marcello
  • Diane e Woody
  • Liz e Richard
  • Katharine e Spencer

4 di LEI ATTRICE + LUI REGISTA.

  • Helena e Tim
  • Carmen e Pedro
  • Bibi e Ingmar
  • Giulietta e Federico

Devo continuare con le coppie LEI-LUI?

Catherine e Gerard? Hanno girato insieme solo 4 film (mi pare), ma con fior di registi (da Truffaut a Ozon).

Oppure Laureen e Humphrey…

Oppure volterò pagina e proporrò coppie indimenticabili di attori (ce ne sono molte, quasi sempre nel settore comico).

Coppie di attrici? Più difficile trovarne. Le “primedonne” litigano… o si gettano insieme nel Grand Canyon.

stanlio
lewistotòbud

Le coppie indimenticabili 2: DIANE e WOODY

Non si sono sposati, hanno solo trombato sono stati buoni amici anche nella vita.

Ricordo almeno 7 loro film.

Chi vuole aggiungerne è benvenuto. E, anche qui, volete segnalarmi quale è più impresso nella vostra memoria?

  • PROVACI ANCORA SAM (Ross, 1972)
  • IL DORMIGLIONE (Allen, 1973)
  • AMORE E GUERRA (Allen, 1974)
  • IO E ANNIE (Allen, 1977)
  • INTERIORS (Allen, 1978)
  • MANHATTAN (Allen, 1979)
  • MISTERIOSO OMICIDIO A MANHATTAN (Allen, 1993)

N. B. Quest’ultimo film (un delizioso noir pieno di citazioni cinefile) doveva avere Mia Farrow come protagonista; ma successe quel che successe… Per cui WA fece ricorso alla carissima amica. Tanto più che la trama di Misteriosoecc è in pratica il sequel di IO E ANNIE.
sam

dormiglione
annie
omicidio

PROVACI ANCORA, SAM film di W. Allen

In questo piovoso pomeriggio ho messo il DVD di uno dei migliori film di Allen.

PLAY IT AGAIN, SAM era una commedia (scritta dallo stesso Woody) che ebbe un notevole successo a Broadway. Nel 1972 ne fecero un film (diretto da H. Ross) con gli stessi attori:

  • W. Allen è LUI, un imbranatissimo critico cinematografico; lasciato e irriso dalla moglie, è all’affannosa ricerca del sesso e colleziona figuracce; accanto a lui (e visibile solo a lui) il fantasma di Humphrey Bogart (vedi sotto)
  • Diane Keaton è LEI, nevrotica ma dolce moglie di un marito troppo indaffarato; dopo aver inutilmente cercato di procurare a LUI un’amichetta, ci finisce a letto (con LUI, non con l’amichetta)
  • Jerry Lacy è IL FANTASMA DI BOGART, che insegna (con esiti meno che mediocri) a LUI come si seducono e lasciano le donne; l’attore non è un granchè, ma somiglia molto a Bogey (e poi indossa lo stesso trench e lo stesso cappello usato nel finale di CASABLANCA)

Accludo un video: “Bogey” suggerisce a LUI come conquistare LEI, che non desidera altro che di essere conquistata.

Ma la scena più divertente del film, secondo me, è il “sogno italiano”: LUI immagina (dopo aver visto LE COPPIE con Sordi e la Vitti) di essere ucciso a coltellate dal rivale: “Bastardo! M’hai traduto! Pezzo di cornuto!” (in italiano nell’originale)

Se poi volete sapere come va a finire, ve lo racconto dopo il video


LUI è vinto dal rimorso (il marito becchificato è il suo migliore amico) e rinuncia a LEI all’aeroporto di San Francisco, imitando quasi parola per parola “Rick” (Bogart) quando rinuncia a Ilsa Lund (Ingrid Bergman) all’aeroporto di Casablanca.

Published in: on giugno 20, 2010 at 6:31 pm  Comments (7)  
Tags: , , , , ,