Come ho fatto a vivere per 4 giorni senza computer? Beh, si può sopravvivere…

Venerdì scorso un malefico virus ha impedito al mio ferrovecchio di fare il suo lavoro.

Sabato mi sono affidato alle sapienti cure di GLOBAL STUDIO (che si sta attrezzando per i miracoli, ma ancora non li può fare) e martedì mattina era tutto a posto.

Ora, dopo la foto, citerò qualcosa di Essepuntato King a proposito della computerdipendenza.
studio
Visto dov’è GLOBAL STUDIO? Quello è l’angolo tra via Milazzo e via Fratelli Rosselli a Bologna.

E leggiamo cosa scrive S. King.

Premessa: il protagonista di 22.11.63 ha trovato una “buca del coniglio” che lo fa vivere per mesi nel 1958… e tutto sommato scopre che non era malaccio…

“avevo acquistato abbastanza distacco da rendermi conto di quant’ero diventato dipendente dal fottuto arnese: passavo ore a leggere stupidi allegati alle mail e visitare questo o quel sito web…”

Si può essere d’accordo o meno con la nostalgia del mio coetaneo del Maine per quegli anni lontani  (ricordo che King aveva 11 anni nel 1958 e questo spiega molte cose); ma per quello che mi riguarda io ho molto sentito la mancanza della connessione nel passato weekend.

Soprattutto perché ho perso giorni preziosi nel rispondere al quiz cinefilo di Trebalene, che ogni sabato pomeriggio dà alcuni indizi ai suoi lettori. Solo martedì, quindi, ho potuto esaminare il fotogramma di questa settimana e ho riconosciuto ONCE WERE WARRIORS (film neozelandese del 1994).

Mi fermo qui… ah, ve l’ho detto che l’equipe di GLOBAL STUDIO mi ha riparato il computer? Sì, l’avevo detto…
warriors

Published in: on giugno 16, 2016 at 9:33 am  Lascia un commento  
Tags: , , ,

il computer è una macchina stupida o sono stupido io?

Devo riconoscere che Umberto Eco (personaggio che non suscita in me una simpatia immensa) sa il fatto suo. Certe sue affermazioni lasciano il segno.

Ad esempio, ha scritto (circa 20 anni fa) “il computer non è una macchina intelligente che aiuta le persone stupide; al contrario, è una macchina stupida che funziona solo nelle mani delle persone intelligenti”

Purtroppo io non sono molto intelligente e quindi nelle mie inesperte mani il computer non funziona bene.

Ho impiegato mesi per imparare a inserire le immagini. E adesso non riesco a capire come mai si sia aperto un nuovo account (sempre che questa  sia la parola giusta) in cui sono finiti alcuni che mi cercavano.

Questo BUCO NERO si chiama http://marcofrangini.wordpress.com/  e l’ho creato io (almeno credo) in un momento di totale confusione.

Ho cercato di annullarlo senza esito. Poi ho provato a modificare il post inaugurale (hello world) con due parole di scuse e le istruzioni per trovarmi QUI. Forse questo sono riuscito a farlo.

Questa e altre catastrofi sono da imputare unicamente alla mia ocarottaggine e NON AL COMPUTER, il quale (in mani più esperte delle mie) funziona benissimo.

Published in: on gennaio 19, 2009 at 12:56 PM  Comments (7)  
Tags: , , ,