Consigli a Mr. Guadagnino per il suo prossimo film e consigli ai frati dell’Antoniano di Bologna per la loro futura programmazione (in appendice, giudizio su una trilogia piena di Sfumature)

Mi perdoni, sig. Guadagnino, ma la scena con la pesca non mi è piaciuta molto. Si potrebbe rifare con un cocomero?
coc

Per associazione di idee mi è venuto in mente che il film CHIAMAMI COL TUO NOME lo danno ancora a Bologna.

Al cinema Antoniano, quello dei frati.
immag

Non so perché abbiano scelto proprio CCTN.

Se sperano di staccare molti biglietti, consiglio di cambiare programmazione. Avranno sicuramente più spettatrici con le 50 SFUMATURE DI CACCA DI ROSSO che sta avviandosi a cifre record (più di 12 milioni di euro in 2 settimane).

Come dice, Padre?

Come film non vale niente, i topi delle sue fogne recitano meglio e la sceneggiatura è in realtà una scemeggiatura?

E con questo? (stavo per usare un’espressione romanesca che finisce con -azzi? ma mi sono trattenuto)

Agli spettatori (e alle spettatrici) non interessa se il film è fatto bene.

Interessa che sia la solita menata di Cenerentola che sale dalle stalle alle stelle, arrampicandosi su manette, fruste et similia, dribbla le insidie delle sorellastre (le solite rivali ciniche e avide, mentre LEI è spinta solo da un amore puro e disinteressato), riesce a sposarlo, a tenerselo stretto e alla fine arrivano anche i figli maschi.

Insomma, un classico.

L’unica cosa che non capisco è il colore rosso.

Se incontro Picasso gli chiedo un parere.
periodorosso

Annunci
Published in: on febbraio 24, 2018 at 10:19 am  Comments (5)  
Tags: , , , ,