le grandi coppie del cinema italiano: lei e lui, lui e lui, lei e lei…

Tempo fa mi sono dedicato alla più famosa di tutte le coppie italiane. Elenco i loro film:

PECCATO CHE SIA UNA CANAGLIA

LA BELLA MUGNAIA

IERI, OGGI E DOMANI

MATRIMONIO ALL’ITALIANA

I GIRASOLI

LA MOGLIE DEL PRETE

UNA GIORNATA PARTICOLARE

FATTO DI SANGUE TRA DUE UOMINI PER CAUSA DI UNA VEDOVA (SI SOSPETTANO MOVENTI POLITICI)

loren
E non posso passare sotto silenzio Peppino de Filippo e Totò (in ordine alfabetico). Vi ricordate di loro?
defilippo

Totò ha fatto copia con un altro grande attore. Cito qualche titolo (e chissà quanti ne dimentico…)
ladri
quelle

tartassgiovani

A questo punto mi accorgo che manca il terzo lato del triangolo.

Perché non mi vengono in mente attrici che abbiano girato insieme almeno 3 film?

Di recente ho visto Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti interpretare una coppia bene affiatata in LA PAZZA GIOIA
gioia

Ma quell’episodio non ha avuto seguito.

Perché tra le attrici sono così rare le durature amicizie?

Rivalità tra primedonne, gelosie?

Adesso che ci penso, risalendo agli anni ’70, un legame tra una regista e un’attrice c’è stato.

Hanno girato almeno 4 film nei rispettivi ruoli.

Ne parlerò alla prossima occasione. Promesso.

Quando Aldo Fabrizi rubò un tram

Ogni tanto tiro fuori dalla mia cineteca questo bel racconto neorealista, diretto e interpretato da A. Fabrizi (già descritto nell’altro blog, quello della fragolina).

TRAMA ESSENZIALE. Bologna, 1954. Un tranviere dal carattere irascibile viene sospeso dall’impiego. Sconvolto dall’ira e alterato dall’alcool va al deposito, si impadronisce di un tram e lo conduce nella notte, caricando donnine allegre e tipi bislacchi. Finisce in Pretura e viene salvato proprio dalla testimonianza di quelli che (secondo lui) lo avevano perseguitato.
tra
Una storia dolce-amara, ispirata a un fatto realmente avvenuto a Vienna nel 1928.

Era successo che un bigliettaio aveva sempre mentito a suo figlio, raccontandogli di essere conducente del tram. Una notte volle dimostrare al figlio che sapeva guidare e lo portò a spasso per la città. Non so se finì in prigione per questo.

P.S. La voce che doppia l’attore spagnolo Juan de Landa (nel ruolo del controllore Rossi) è quella di Carletto Romano, che in quegli anni doppiava anche Fernandel (nel ruolo di don Camillo)

Published in: on luglio 23, 2016 at 9:32 am  Lascia un commento  
Tags: , , ,