Abbiamo rischiato, per un errore umano, una BATTAGLIA MONDIALE in cui non venivano affondate corazzate e portaerei ma interi popoli

La sera di martedì 15 ultimo scorso abbiamo rischiato tutti, voi che leggete e io che scrivo, di finire nel fondo dell’Abisso.

Un corrispondente dell’AP (associated press) aveva erroneamente segnalato un attacco missilistico russo sul territorio polacco. La Polonia è uno stato NATO, perciò poteva scatenarsi una reazione a catena a-po-ca-lit-ti-ca che ora proverò a descrivere in tono grottesco. Immaginate dunque che nella Stanza dei Bottoni della Nato un Supergenerale, che per comodità chiamerò Jack, avesse dato retta a quel AP (Assolutamente Pirla)
ato

Mercoledì. Ora Zero e un minuto.

Jack osserva una carta geografica e schiaccia il Bottone C 1. In pochi minuti Sebastopoli e la contigua base navale sono ridotte in cenere.

Squilla il telefono. E’ Ivan, omologo di Jack.

Che kazzo hai kombinato, Jack? Adesso ti faccio passare la voglia di skerzare!!!!

Ora Zero e 40 minuti. Washington, Houston e Disneyland sono distrutte (Ivan detesta Disneyland perché sua figlia è scappata di casa per andare proprio là)

Ora Zero e 41 minuti. Jack schiaccia M 2. Distruzione di Mosca, Minsk e, già che c’è, Shanghai (Jack odia il cibo cinese)

Ora Zero e 50. Kim Jong-Un decide di togliersi qualche sassolino dagli stivali e lancia tutti i missili che ha sulle città giapponesi. Jack coglie l’occasione per distruggere la Korea del Nord col bottone K 3.

A Teheran hanno capito che è il momento giusto per distruggere Israele. Ma appena sui radar di Tel Aviv appaiono le traiettorie dei missili iraniani parte la rappresaglia. Tutte le capitali del mondo islamico sono annientate. Non voglio annoiarvi con gli effetti di queste bombe. In sintesi la superficie terrestre diventa radioattiva per secoli. Jack e Ivan, nascosti nei loro bunker, continuano a gridare “avete cominciato voi!!!”
apoca
Alcuni però muoiono contentissimi. Ad esempio il sen. Malan muore piangendo di gioia perché non è stato approvato il decreto di legge Zan.

Altrettanto felici morirono i tifosi di 19 squadre di serie A, perché per ragioni di forza maggiore lo scudetto 2023 non fu assegnato al Napoli.
nap

Published in: on novembre 24, 2022 at 11:44 am  Comments (6)