IL SIGNORE DELLE FORMICHE (ovvero, Delitto e Castigo)

Film da vedere.
form
Un po’ troppo lungo per i miei gusti, ma sono 2 film in uno.

Primo film: IL DELITTO. Nel 1965 uno studente (maggiorenne!) viene rapito dalla sua famiglia in una pensione di Roma e portato in un ospedale psichiatrico. Deve essere “guarito” dalla sua omosessualità.

Lo studente si chiama, nel film, Ettore Tagliaferri. Nella realtà il giovane rapito si chiamava Giovanni Sanfratello e conviveva da tempo con il filosofo Aldo Braibanti (è stato necessario cambiare i nomi per evitare querele dalla famiglia Sanfratello). Ettore viene sottoposto a “terapie” violentissime come l’elettroshock che lo scuotono profondamente.

Se questo non è un delitto…

Secondo film: IL CASTIGO. Inizia a Roma il processo contro Aldo Braibanti, accusato di plagio. Vale a dire che l’accusa di aver allontanato Ettore dalle tradizioni ultrabigotte della sua famiglia è presa molto sul serio dalla magistratura italiesca. Segue il processo un giornalista dell’Unità: “qui sta succedendo qualcosa di molto grave, stanno per condannare un nostro compagno per un’assurda accusa di plagio”

Ma i dirigenti del “grande partito operaio” gli mettono il silenziatore. “Smettila di seguire il processo! Queste robe di froci non interessano i compagni!” Anche un fuggevole incontro con una delegazione sovietica in visita a Roma dimostra al giornalista che l’ortodossia comunista è omofoba.
for

Volete sapere come finisce il processo?

Braibanti viene condannato a 9 anni di carcere; poi avrà una riduzione di pena (ma “stare al gabbio” è sempre un castigo veramente poco piacevole).

Come dite? Vi aspettavate che venisse punito il delitto, commesso dalla famiglia di Ettore, e non l’operato di Braibanti, “plagiatore” di un adulto consenziente?

Considerazione finale. Molto spesso i delitti non sono puniti (e vengono bastonati quelli che non lo meriterebbero). A meno che non ci troviamo in un romanzo di  Fedor Dostoevskij.deli

Published in: on settembre 12, 2022 at 10:25 am  Comments (2)