“Ho visto cose che voi umani non sapreste nemmeno immaginare…”

Mi capita sempre più spesso di vedere sul grande schermo delle autentiche fregnacce. Dopo, se proprio ci tenete, vi darò qualche esempio.

Sto diventando un vecchio brontolone. Ma la causa del mio scontento è che quando pesco dei veri capolavori tra i miei dvd tutto il resto puzza come un topo morto.
blade

A proposito avete riconosciuto il cupo Gaff?

Se non lo avete riconosciuto e non conoscete la sua passione per gli origami temo che dovrò sottoporvi al test Voight-Kampff: potreste essere anche voi dei replicanti!

Dunque fate un bel respiro e rispondente al seguente quesito: per quale motivo Roy Batty salva la vita di Deckard prima di pronunciare il celebre monologo citato nel titolo?

    1. Roy si era preparato tanto bene nel mandare a memoria quella battuta; ma se Deckard precipitava dal tetto del grattacielo nessuno l’avrebbe ascoltato
    2. Roy vuol incular penetrare analmente il suo nemico; ma se Deckard va a sbriciolarsi sul selciato come si fa?
    3. Roy ritiene che anche Deckard sia un replicante (con tutte le botte che ha preso come fa a restare in piedi?); perciò lo risparmia (replicante non morde replicante)

batt

Ecco, come promesso, i candidati al premio VNAV 2022.

Vorrei non aver visto:

  • IL SESSO DEGLI ANGELI – Più che una commedia è una farsa, piena di battute vecchie come il cucco; la recitazione è penosa; in confronto a Pieraccioni (ormai un ex-attore) Franco e Ciccio erano da Oscar
  • GLI AMORI DI ANAIS – A qualcuno è piaciuto, a me no; troppo parlato; per me il cinema è soprattutto azione: quando si parla troppo mi sembra di essere a teatro; salvo solo la colonna sonora di Nicola Piovani
  • BLA BLA BABY – In principio c’era SENTI CHI PARLA in cui un bimbo era doppiato da Paolo Villaggio; era un’ideuzza di serie B; questa volta è molto peggio
  • C’ERA UNA VOLTA IL CRIMINE – Piange il cuore a vedere bravi attori come Giallini, Morelli e Gianmarco Tognazzi buttarsi via così; stavolta il modello è RITORNO AL FUTURO, che richiese anni di lavoro (in questo caso, credo, stendere la sceneggiatura non ha richiesto più di una settimana)
Published in: on Maggio 18, 2022 at 12:01 am  Comments (5)