Meglio soli che MALE ACCOMPAGNATI

Sempre più spesso vengo a conoscenza di atti di bullismo. Tanto per citarne uno a Reggio Emilia un ragazzino è stato pestato e umiliato dal branco.

E’ andata peggio a Willy Monteiro Duarte, ucciso a Colleferro. Come Emanuele Morganti, massacrato di botte fino alla morte (è successo ad Alatri).
morganEsistono assassini solitari, tipo Jack lo squartatore. Ma nella grande maggioranza dei casi (compresi quelli citati) la violenza è collettiva.

L’istinto omicida nasce all’interno del branco. I nostri antenati uscivano dalle caverne e andavano a uccidere insieme. Così succede oggi: il numero incoraggia e anche quelli (e quelle: ci sono branchi femminili) che non andrebbero a menare e a uccidere se fossero soli. Nel gruppo si sentono più sicuri.

Sono stato insegnante e ricordo molte discussioni con le colleghe sulle dinamiche di gruppo e sul fatto che il singolo non migliora quando si inserisce in un gruppo. In genere peggiora.
peggior

Questa regola ha delle eccezioni. Ad esempio la ballotta dei cinefili (che sabato si riunirà per vedere l’ultimo film di W. Anderson) non è aggressiva. Non mi è mai successo di uscire con loro gridando Odinoooooo!

Published in: on novembre 11, 2021 at 3:09 PM  Comments (2)  

The URI to TrackBack this entry is: https://ilbibliofilo.wordpress.com/2021/11/11/irene-adler-due-o-tre-cose-che-so-di-lei/trackback/

RSS feed for comments on this post.

2 commentiLascia un commento

  1. Vi succede di gridare SAN GIUSEPPEEEEE?!

    Piace a 1 persona


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: