Notizia entusiasmante, riscontro mediatico tiepido: il premio Nobel a Parisi

NOBEL per la Fisica a Giorgio Parisi.
giorgErano decenni che non veniva premiato un italiano; Giacconi (premiato nel 2002) era nato a Tivoli, ma era più americano che italiano.

Ci si aspetterebbe un maggior interesse sulla stampa e in tv.

Invece si è dedicato più spazio alla riapertura delle discoteche e a quanti pochi voti ha avuto Pippo Franco.

Per non parlare delle storiacce di droga e sesso che alzano sempre la tiratura.

Siamo sinceri. A molti italiani la fisica non interessa. Alcuni sospettano che la Terra sia piatta. E credo che qualcuno abbia dei dubbi sul fatto che la Terra gira intorno al Sole.
piattcopern

Domani tocca al Nobel per la Letteratura. Forse se il premio toccasse a Claudio Magris o a Dacia Maraini (i primi che mi vengono in mente) ci sarebbe maggior interesse. Siamo un popolo di poeti e favolisti, ci piace cantare e fantasticare e più che la realtà ci attrae il sogno…

AGGIORNAMENTO delle 17.55 di giovedì 7 – E’ stato assegnato il Nobel a uno scrittore Tanzaniano che di cognome fa Gurnah. I lettori italiani potranno leggere qualcosa di lui nei giornali di domani (tra 2 giorni l’avranno dimenticato)

Published in: on ottobre 6, 2021 at 11:09 PM  Comments (6)  

The URI to TrackBack this entry is: https://ilbibliofilo.wordpress.com/2021/10/06/ancora-sulla-pubblicita/trackback/

RSS feed for comments on this post.

6 commentiLascia un commento

  1. In Italia ci sono sempre stati molti importanti matematici e fisici. Ma anche molti baciapile e amanti delle canzonette. I primi erano e sono un poco stravaganti rispetto alle folle che fanno tiratura e audience.

    Piace a 1 persona

    • Sulle pagine del Corriere della Sera di oggi ho cercato invano una foto di Parisi.
      Invece ci sono articoli dedicati a Briatore (pag.12, con foto) e a Gerry Scotti (pag. 29, sempre con foto)
      Sarà che Gerry e Briatore sono settentrionali, mentre Giorgio Parisi è romano? O semplicemente perché i lettori sono assetati di vip, mentre il premio Nobel per loro non serve a niente?

      "Mi piace"

  2. Forse conta il fatto che è più semplice capire cosa ha fatto di importante uno scrittore, rispetto a un fisico

    Piace a 1 persona

  3. Secondo me conta anche il fatto che all’italiano, in genere, non piace vedere dei suoi connazionali che hanno successo, in alcun ambito: appena questo accade si scatena la folla di denigratori per sminuire i suoi risultati e continuare a raccontarsi la favoletta dell’italiano incapace di fronte a un estero sempre e comunque migliore in tutto. E’ un brutto vizio che abbiamo e che mi rattrista moltissimo.

    Piace a 1 persona

    • Purtroppo è vero.
      Anche Umberto Eco (che non era davvero un fesso) spesso si abbandonava a questi masochismi. Nelle ultime pagine del suo ultimo romanzo NUMERO ZERO afferma che agli italiani interessa solo non pagare le tasse, che se leggono sul giornale che Teresa di Calcutta raccoglieva i bambini dal marciapiede solo per mangiarseli crudi scrollano le spalle e ripetono “che me ne frega, io voglio solo evadere il fisco…”

      "Mi piace"


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: