Maria Antonietta e il GREEN PASS

All’alba del 20 giugno 1791 una grande carrozza, appesantita da 4 quintali di vestiti, creme di bellezza, balocchi e profumi, uscì da Parigi, direzione est.

La regina Maria Antonietta (Etta per gli amici) si era dimenticata di avvisare il marito Luigi, detto il Babbeo; al suo posto le avrebbe fatto compagnia il conte Alex Fersen (c’era del tenero tra i due, sapete).
fersin

Etta si era procurata un Modulo di Autodichiarazione, redatto personalmente da Maximilien da Robespierre, in base al quale era autorizzata a recarsi a Vienna per incontrare sua cugina Maria Elisabetta Alberti-Casellati.
aettasall

Ma la carrozza fu fermata a Varennes (dipartimento della Mosa)

I vigili urbani pretesero il green pass per la regina e per il conte. “E non venitemi a dire che lui è un vostro congiunto, che tra voi c’è “uno stabile legame affettivo”! Quello è uno da una botta e via, l’ho letto su CHI”

Si metteva male. Fersen fu ghigliottinato sul posto. Ma Etta ebbe fortuna.

Intervenne un giovane ufficiale d’artiglieria, Napoleon Macron, che prese tra le braccia la regina e la portò a letto in salvo
macr

Published in: on agosto 31, 2021 at 12:07 am  Comments (4)