LA SCUOLA ITALIANA E’ STATA ASSASSINATA (il “giallo” dell’estate)

Nel 1992 ci chiedevamo chi avesse ucciso l’Uomo Ragno. Ancora adesso non si è capito se erano stati quelli della mala o l’industria del caffè.
ragn
Quest’anno il mistero da risolvere riguarda la scuola nel nostro spensierato paese dei cachi.

Non è ancora morta. E’ in coma.

Ma non sembra riaversi. L’attività didattica dovrebbe riprendere regolarmente tra un mese e ancora si alternano ipotesi bizzarre, tipo i banchi con le ruote che a me paiono una variante dei veicoli dell’autoscontro.
banclunaE non si sa se dividere a metà le classi, se utilizzare aule di fortuna (costruite col Lego?), se fare turni nel pomeriggio, tenere aperte le scuole di sabato ecc.
Insomma è un bel casino è una situazione critica.

A chi dare la colpa?

Secondo gli inquirenti (dopo farò qualche nome) responsabili di questa confusione potrebbero essere:

  • perfidi alieni provenienti dal pianeta Covid
  • una ministra incompetente
  • i servizi segreti dell’Armenia-Erzegovina
  • l suprematisti del Ku Klux Klan
  • i gestori del Paese dei Balocchi

jacova
Per il momento le indagini (coordinate dal capitano Bellodi dei Carabinieri, dal commissario Salvo Montalbano della P.S. e da Massimo Viviani del BarLume) hanno raggiunto queste conclusioni.

  1. Di questo caos al governo non importa una beata minchia (hanno altro a cui pensare).
  2. Altrettanto poco interessa agli alunni e alle loro famiglie. Salvo rare eccezioni, le famiglie vogliono insegnanti di manica larghissima (anche quando fingono di pretendere prof di grande qualità) mentre la materia preferita dagli alunni è la ricreazione. Senza Distanza di Sicurezza.

bellmontalbarl

Published in: on agosto 12, 2020 at 6:48 am  Comments (1)