L’immunità di gregge (novelletta boccaccesca)

Premessa. Ci sono tante cose che non capisco in questo tempo pandemico.

Ad esempio non capisco questa FASE 2. Appena nata è già vecchia, tanto che si parla già di fase 3 (se la fase 1, detta anche Età delle File, è durata due mesi fino al 4 maggio ultimo scorso, la fase 2 dura appena due settimane? e la successiva Età delle Parrucchiere quanti giorni durerà?)

Task Force. Pare che l’espressione bisillabica sia nata nel giugno 1942. La Marina USA era in difficoltà dopo l’attacco di Pearl Harbour. Bisognava prevenire uno sbarco giapponese all’atollo di Midway, ma non si poteva sguarnire l’immenso scacchiere del Pacifico. Quindi si calcolò il numero giusto di corazzate e di portaerei da impiegare in battaglia. Sarà così o no? Comunque in italiano si potrebbe usare unità operativa… ma vuoi mettere come suona meglio Tesc Fors?

Premesso ciò ecco come (forse) è nata l’espressione Immunità di gregge.

V’era in terra toscana un gregge di bellissime pecore. Le quali schifavano grandemente i montoni e le loro insistenti proposte di congiungimento.

-Siete brutti, puzzate, non avete gentilezza nel parlare né garbo nel gestire! Piuttosto che soddisfare i vostri appetiti preferiamo farci tosare a zero!-

Quindi, votàtesi a sempiterna castità, dedicarono i loro pomeriggi alla fiction IL PARADISO DELLE PECORELLE in onda su Rai 1.
pecus

Avvenne dunque che sullo schermo apparve, intervistato da Alberto Matano e Lorella Cuccarini, un venditore di aria fritta (autodefinitosi epidemiologo) il quale disse:

-La comunità scientifica internazionale è concorde nel sostenere che il sesso rende immuni dal virus! Se, per ipotesi, la maggioranza delle pecore di un gregge fosse penetrata dai montoni l’intero gregge sarebbe presto immune!-

A udire cotali parole le pecore presero a dirsi l’un l’altra:

-Non lo fo per piacer mio, ma per la salvezza del gregge!-

E i montoni furono finalmente soddisfatti. Versare 3.000 fiorini sul conto del venditore di aria fritta dell’epidemiologo era stato un sacrificio notevole, ma ne era valsa la pena!
pecore
Nessuna pecora è stata molestata nella stesura di questo post.

Published in: on maggio 14, 2020 at 8:43 am  Comments (3)  
Tags: , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://ilbibliofilo.wordpress.com/2020/05/14/limmunita-di-gregge-novelletta-boccaccesca/trackback/

RSS feed for comments on this post.

3 commentiLascia un commento

  1. Vatti a fidare dei montoni 😛

    Piace a 1 persona

  2. […] Marco di Un paio di uova fritte […]

    "Mi piace"


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: