Nostalgia del monte Cimone. E torno a occuparmi di cinema.

Non è la montagna più bella del mondo, ma per me e per i miei fratelli ha un significato speciale.
cimE’ la prima cima su cui abbiamo messo piede, tanti anni fa. Naturalmente con l’aiuto della funivia. Quella che dal Passo del Lupo porta a Pian Cavallaro.

Poi ci siamo avventurati a piedi fino alla vetta. Nella luce del pomeriggio si vedeva un’isolona all’orizzonte meridionale. Era la Corsica.

Naturalmente adesso la funivia non va (come la rispetti la distanza di sicurezza?). Ma quando torneremo al Passo del Lupo ci basterà bere una birretta. Brinderemo al passato e alla Corsica.
orizzCambio argomento.

Tutti gli anni all’inizio dell’estate scelgo quale dei film della stagione conclusa mi è piaciuto di più.

2016/17 LA LA LAND

2017/18 TRE MANIFESTI A EBBING (MISSOURI)

2018/19 GREEN BOOK

Ormai la stagione è finita. Le possibilità di vedere qualcosa di nuovo tendono a zero. Bisognerebbe che Gesù riaprisse una sala a Cana (Galilea).

Sommamente improbabile.

Per scegliere the best of the season comincerò a individuare una rosa di tre candidati.

Hasta luego.

Published in: on maggio 4, 2020 at 8:38 am  Lascia un commento  
Tags:

The URI to TrackBack this entry is: https://ilbibliofilo.wordpress.com/2020/05/04/nostalgia-del-monte-cimone-e-torno-a-occuparmi-di-cinema/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: