Come sopravvivere al Virus e morire di burocrazia

Ho sognato di andare al funerale di Zia Casimira. C’era un sacco di gente. Anzitutto gli ex fidanzati.
carrey

Casimira non si era mai sposata, ma aveva avuta una intensa vita sentimentale: i fidanzati presenti erano 12 (12 come i 7 nani) e si dovette allontanare un tredicesimo perché 13 a un funerale porta male.

E c’erano le amiche (molto poche, chissà perché) e i vicini di casa e i frequentatori del circolo del tennis e altri che non si sapeva chi fossero (c’è sempre chi si imbuca ai funerali…)

Insomma ridendo e scherzando si era fatto tardi e decisi di andare a casa di Aspasia, una cara vecchia amica. Ma le Forze dell’Ordine mi intercettarono.

A richiesta presentai il modulo di autodichiarazione (ai sensi degli artt. 46 e 47 eccetera) invocando la situazione di necessità (mi spostavo all’interno del comune di residenza) e dichiarando che dovevo assistere una congiunta, a cui ero legato da un affetto (platonico! la prego di credermi, brigadiere, puramente platonico!!) ai tempi dell’Università, quindi molti anni prima di sposarmi…

Ho detto “congiunta”? Sì, l’ho detto. Parola ambigua, lo dice anche Gramellini.

Si può considerare “congiunto” un lontano parente? Pare di sì… e a quel punto ho giocato l’asso di briscola.

Ho presentato una fotocopia dell’albero genealogico (controfirmata dal notaio) attestante che Aspasia discende dalla mia bisnonna Giuseppina de Mori, nata a Montagnana di Padova il 3 aprile 1834 bla bla bla.

Poi mi sono ritrovato su un ponticello dalle parti di Pescarenico (nei sogni si cambia sempre di scena). C’erano 2 bravi con la barba lunga (dove lo trovi un barbiere adesso?) che intimavano a John Abbondio di non congiungere tale Lucia e tale Renzo perché tale congiunzione avrebbe favorito ulteriori spostamenti nel territorio del Lecchese, fino ad allora risparmiato dal flagello della peste.

Avrei dovuto farmi avanti e chiedere ai bravi perché non indossassero la mascherina. Ma ho lasciato perdere, tenendo conto che eravamo in aperta campagna e quindi l’uso della suddetta maschera era da ritenersi facoltativo secondo il sito salute.gov.it ecc ecc
bravi

Published in: on aprile 28, 2020 at 12:58 PM  Lascia un commento