Tra lolite, omicidi e giardini l’ho sfangata anche quest’anno

Come dicevo tre giorni fa il cinema Lumiere offre asilo politico a chi fugge dalla banalità

Martedì mi sono goduto il capolavoro di Kubrick. Poi è stata la volta di LOLITA (che tanto capolavoro non è… ma è sempre Kubrick)
loliTrama. Un prof piuttosto pedofilo perde la testa per una 16enne. Farà una brutta fine (ti aspettavi la fedeltà da una così, coglione?)

Giovedì abbiamo visto OLTRE IL GIARDINO (anche in questo caso ho il dvd, ma sul grande schermo è meglio!)
gisrTrama. Lui è un idiota e un analfabeta, ma sa apparire bene davanti alle telecamere, avendo passato la vita a guardare la tv. Avrà un successo enorme (non è Salvini)

Ieri sera abbiamo visto LA SIGNORA OMICIDI (quello vero, mica il mediocre remake del 2004). Una vera delizia.
omiciTrama. Cinque abilissimi rapinatori organizzano il colpo grosso. Nel surreale finale sopravvive solo la candida signora Wilberfoce (più indistruttibile di Elisabeth the Second).

Published in: on febbraio 8, 2020 at 7:47 am  Comments (5)