IL MIO PROFILO MIGLIORE – film di internet e di psicanalisi

Consiglio a tutti questo film francese, ma vi avverto. E’ una storia complicata, piena di nodi da sciogliere.
garc

TRAMA ESSENZIALE. C’è una psicanalista (interpretata da Nicole Garcia) che ha in cura una 50enne (Juliette Binoche), letteralmente a pezzi.

Cosa è successo? La 50enne si è finta giovane e bella, costruendo un falso profilo facebook (alla fine scopriremo dove ha “rubato” le immagini della bionda 24enne che utilizza nel profilo). Inizia una relazione a distanza con il giovane e fascinoso Alex, ma i nodi vengono al pettine.

“Come, non lo sai? Alex si è ucciso…” le racconta il suo ex Ludò.

La psy (come dicono in Francia) incoraggia la protagonista a scrivere una storia d’amore. Noi ora leggiamo la storia d’amore (lei è una prof di letteratura, scrive benissimo) che si conclude altrettanto tragicamente. Stavolta è lei che muore travolta da un’auto.

“Perché finisce così male? Provi a cambiare il finale! E perché ha scelto la biondina per il suo profilo?” (è sempre la psy a parlare).

Finalmente i nodi si sciolgono. Ma non posso raccontarvi come. Mio figlio mi scrive da Santiago che se non la smetto di spoilerare viene qui e mi picchia.

Dico solo che la terapia ha un esito felice e la psy se ne va. Come Josephine ange gardien che arriva, risolve tutto e torna in paradiso schioccando le dita.

Viva la psicanalisi che (almeno al cinema) aggiusta tutto presto e bene!
jo

Giudizio complessivo: al di sopra del BAH

Published in: on ottobre 25, 2019 at 7:46 am  Comments (2)