Piccoli e grandi misteri nelle stazioni. Da Catania a Londra.

Prosegue il viaggio. Dopo la A e la B di mercoledì scorso, oggi tocca alla C e alla L.
tomas

“… quella donna intravista ancora ieri alla stazione di Catania, mescolata alla folla col suo vestito marrone da viaggio e i guanti di camoscio che era sembrata cercare il suo volto disfatto dal di fuori dello scompartimento insudiciato…

Che gridìo di folla! E poi quell’anfanare del treno stanco, senza fiato…”
rowlin

“Il fumo della locomotiva ondeggiava sulle teste della folla vociante, mentre gatti di ogni colore si avvolgevano intorno alle loro gambe. I gufi si scambiavano i loro versi…

I primi vagoni erano già strapieni di studenti: alcuni si sporgevano dai finestrini per parlare con le loro famiglie, altri si contendevano i pochi posti disponibili. Harry spinse il suo trolley lungo il marciapiede alla ricerca di un posto libero. Oltrepassò un ragazzo dalla faccia tonda che stava dicendo “Nonna, ho di nuovo perso il mio rospo!

Published in: on ottobre 22, 2019 at 12:14 am  Comments (3)