C’è qualche differenza tra IL SIGNOR DIAVOLO e IT- CAPITOLO 2…

Beh, faccio prima a dirvi quali sono le somiglianze tra il film di Avati e quello di Muschietti.
diavit

In entrambi i casi il Protagonista infernale (tanto protagonista che occupa per intero il titolo) si serve di complici umani. In entrambi i casi domina quasi totalmente due posti di merda due località assai poco ospitali.

  • tra le lagune venete c’è un luogo chiamato Lio Piccolo, in cui Pupi immagina una popolazione di tipi brutti sporchi e cattivi non particolarmente attraenti
  • tra i boschi e i torrenti del Maine Stephen King ha immaginato Derry, cittadina piena di stronz di gente che te la raccomando

Le analogie finiscono qui.

Differenza principale

IT viene definitivamente annientato (avevo promesso di non spoilerare, ma tanto il romanzo lo conoscete tutti…), mentre il Signore Diavolo trionfa su tutti e il suo antagonista… (vabbé, l’ho già scritto nel post precedente). In questo si manifesta l’ottimismo americano di S. King (il Male è potentissimo, ma possiamo sconfiggerlo) e il pessimismo italico di chi ne ha viste troppe (Avati è del ’38) e quando sembrava che arrivassero i Nostri poi è saltato fuori che non erano meglio dei Loro.

Aggiungo altre differenze.

La Banda dei Perdenti non combatte da sola. Un’entità benefica, chiamata Tartaruga, li aiuta a vincere.

Al contrario nel film di Avati chi dovrebbe fronteggiare il Male (e alla fine scompare nelle tenebre) si muove da solo. Quello sfigato di Furio non sa che tutti i grandi detective hanno almeno una “spalla”? Watson aiuta Holmes, Hastings aiuta Poirot, mentre Montalbano ha un’intera squadra: Augello, Fazio, ecc

Dopo la distruzione di IT l’intera cittadina di Derry viene spazzata via da una bufera (almeno nel romanzo, nel film non lo so). Lio Piccolo non subisce la stessa sorte. E’ sempre lì…

A Derry si fa sesso? Sì, un po’… La lotta col Male non obbliga alla castità (per informazioni rivolgersi a Beverly Marsh), anzi pare che fare sesso aumenti le possibilità di successo.

A Lio Piccolo non si scopa mai (almeno così mi è sembrato). Credo che il sig. Diavolo faccia di tutto per impedire ogni gioia a noi mortali.
der

Published in: on agosto 28, 2019 at 3:05 pm  Comments (1)  

The URI to TrackBack this entry is: https://ilbibliofilo.wordpress.com/2019/08/28/ce-qualche-differenza-tra-il-signor-diavolo-e-it-capitolo-2/trackback/

RSS feed for comments on this post.

One CommentLascia un commento

  1. […] un bel film, ispirato a un grande romanzo di SK. Ho già parlato dell’ottimismo americano che lo pervade: il Male è potentissimo, ma non bisogna lasciarsi […]

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: