Quando c’erano 12 film italiani nei primi 15 incassi… (indovinate in quale stagione?)

Stanotte sono salito sulla macchina del tempo (quella che Leonardo costruì nel 1499). Volevo risalire al 1970 per salvare la vita di Jimi Hendrix.
henr
Ma, per un problema tecnico, mi sono ritrovato nell’estate di 48 anni fa.

Moro era ministro degli esteri, Merckx stava vincendo il Tour e l’Oscar per il Best Foreign Language Film era andato a INDAGINE SU UN CITTADINO AL DI SOPRA DI OGNI SOSPETTO.

Mentre provavo a ricaricare le batterie al flogisto (non è facile…) mi chiedevo come mai in quella stagione la graduatoria degli incassi vedesse 12 titoli italiani nei primi 15 (se proprio insistete ve li elenco alla fine del post) mentre nella presente 2018/19 non ce n’è manco uno.

Come spiegare questo fenomeno?

  • prima spiegazione: il cinema italiano era nel pieno della sua creatività: Fellini, Monicelli, Antonioni, Risi, Dario Argento, Nino Rota, Ennio Morricone, Gassman, Manfredi, Mastroianni, Sophia Loren, Mariangela Melato, Tognazzi, Sordi, Adolfo Celi, Gian Maria Volonté…
  • seconda spiegazione: gli spettatori non erano esterofili come adesso, ragion per cui preferirono ALTRIMENTI CI ARRABBIAMO a un vero capolavoro come LA STANGATA (1974) e IL BISBETICO DOMATO a SHINING e a THE BLUES BROTHERS (1981)
  • terza spiegazione: i nostri produttori erano più coraggiosi (Franco Cristaldi investì gran parte del suo capitale per produrre AMARCORD; lo stesso fece Mario Cecchi Gori per L’ARMATA BRANCALEONE)
  • quarta spiegazione: la Supercazzola prematurata con doppio scappellamento a destra come se fosse antani

Alla fine mi sono svegliato nel mio letto senza riuscire a scegliere la spiegazione giusta.

Dopo la locandina di AMARCORD vi elencherò la top 15 della stagione 1970/71 e poi, in un eccesso di masochismo, la top 15 della stagione 2018/29
amarc
Per grazia ricevuta

Lo chiamavano trinità

La moglie del prete

Anonimo veneziano

IL PICCOLO GRANDE UOMO (USA)

Il prete sposato

BORSALINO (FRA)

Il gatto a 9 code

Venga a prendere il caffè da noi

SOLDATO BLU (USA)

Confessioni di un commissario di polizia a un procuratore della Repubblica

Il presidente del Borgorosso f.c.

Brancaleone alle crociate

Quando le donne avevano la coda

Sacco e Vanzetti

TOP 15 della presente stagione

  1. AVENGERS: ENDGAME (USA)
  2. BOHEMIAN RHAPSODY (GB)
  3. ALADDIN (USA)
  4. ANIMALI FANTASTICI: I CRIMINI DI GRINDELWALD (GB, USA)
  5. HOTEL TRANSYLVANIA 3 (USA)
  6. IL RITORNO DI MARY POPPINS (USA)
  7. GLI INCREDIBILI 2 (USA)
  8. DUMBO (USA)
  9. RALPH BREAKS THE INTERNET (USA)
  10. AQUAMAN (USA)
  11. CAPTAIN MARVEL (USA)
  12. GREEN BOOK (USA)
  13. LO SCHIACCIANOCI E I QUATTRO REGNI (USA)
  14. SPIDER-MAN: FAR FROM HOME (USA)
  15. VENOM (USA)
Published in: on luglio 22, 2019 at 7:56 am  Lascia un commento  
Tags:

The URI to TrackBack this entry is: https://ilbibliofilo.wordpress.com/2019/07/22/quando-cerano-12-film-italiani-nei-primi-15-incassi-indovinate-in-quale-stagione/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: