Poirot rivisitato (ai tempi della Brexit)

Molti grandi attori hanno impersonato Hercule Poirot.
finneyustinbranmalk

Questa volta, dopo Finney Ustinov e Branagh, tocca a John Malkovich.

Se la cava molto bene, secondo me.

L’ho visto ieri  su SKY Cinema. Mi avevano avvisato “Preparati a una sorpresona finale!” Infatti sono rimasto sorpreso.

L’assassino è sempre lo stesso del romanzo di zia Agatha THE ABC MURDERS e la sequenza degli omicidi è la stessa

  1. ANDOVER
  2. BEXHILL
  3. CHURSTON
  4. DONCASTER

Ma in questa nuova versione veniamo a conoscenza di un incredibile segreto (tranquilli, niente spoiler!) che riguarda il passato di Poirot.

Inoltre (è l’aspetto più interessante, direi) nell’Inghilterra del 1933 si respira un’aria decisamente xenofoba. Si vede in giro un distintivo che somiglia al logo delle SS, si organizza una marcia “contro l’invasione straniera” e Poirot riceve continuamente lettere di insulti:

Buffone, torna al tuo paese!

Chi ti credi di essere?

Mangiarane! (“sono qui da 19 anni e alcuni credono ancora che io sia francese” sospira)

Assicuro che nel romanzo di AC questa xenofobia non c’è. Ma oggi (2019) c’è la Brexit.

Mi chiedo se domani un ipotetico detective belga potrebbe indagare tra Andover, Bexhill e Churston…

P.S. Tra breve mi divertirò a costruire trame per i futuri successi del cinema italiesco. Comincerò da MOVIMENTI FANTASTICI A 5 STELLE: I CRIMINI DI GRILLOWALD
grill

Published in: Senza categoria on marzo 27, 2019 at 11:48 am  Lascia un commento