Lettera aperta al sig. Thanos, titano ecologista

Egr. sig. Thanos, so che Lei ha in mente di ridurre in polvere il 50% degli esseri viventi di questo universo. Immagino che Lei abbia dei criteri per questo dimezzamento globale e non ci provo neanche a discuterli.

Mi permetto però di sottoporre alla Sua attenzione sterminatrice una particolare categoria: QUELLI/E CHE NON RIESCONO A STARE ZITTI/E DURANTE IL FILM

Li/e odio!!!!!

Lei ha presente? Sono appena finiti i titoli di testa (durante i quali è tollerabile un lieve brusio) e nel buio della sala comincia l’esecrabile chiacchiericcio…

  • Sai, ho appena letto il romanzo… chissà se qui hanno cambiato il finale… (ascoltato all’inizio de IL VERDETTO)GRRRRR
  • Ma guarda che lusso! Sono tutti così ricchi e raffinati i francesi? Credo la Bruni Tedeschi non abbia mai visto la casa di un operaio… poi non meravigliamoci se saltano fuori i gilet gialli… (ascoltato durante I VILLEGGIANTI)GRRRR
  • Lo conosci quell’attore? Si chiama Wilkinson; faceva Joe Kennedy… (ascoltato durante la proiezione di SNOWDEN) – GRRR
  • Quell’attore è proprio un ebreo… vedi che naso? (ascoltato durante NON SPOSATE LE MIE FIGLIE 2)GRRRRR

Mi fermo qui, sig. Thanos, perché l’elenco potrebbe continuare all’infinito.

Veda che si può fare.

E, a proposito di Guanti dell’Infinito, non si lasci fregare! Quelli che si comprano a Forcella (Napoli) non sono autentici! Usi solo quello Marvel.

titan

guan

Published in: on marzo 20, 2019 at 11:43 am  Lascia un commento