Qui si coccodrilla del Totocalcio (dal verbo coccodrillare, ovvero preparare in anticipo il necrologio di una celebrità che ha già un piede nella fossa e l’altro su una buccia di banana)

(il totocalcio non è ancora defunto; ma la legge finanziaria prevede la sua liquidazione; nel caso la legge finanziaria vada a puttane le righe seguenti siano considerate un’esercitazione retorica)

Alla mia età si accompagnano sempre più spesso coetanei e coetanee al camposanto.

Stavolta tocca al Totocalcio (alias SISAL) che è nato nel 1946 qualche mese dopo di me.
sisal

Mi mancherai, cara vecchia schedina, amica di tanti anni fa! Quante domenichepomeriggio passate insieme, informandomi sui risultati della Pro Patria di Busto Arsizio e dell’Arsenaltaranto!

Hai reso simpatico il numero 13 (da molti considerato iettatorio) e contribuito alla socialità, quando al Bar Sport si preparavano i supersistemoni con 4 triple e 9 doppie.

Mi ricordi l’Italietta di allora, paese che si accontentava di poco. Un milione di lire, allora, sembrava uno sproposito. Adesso un milione di euro sembra poco (la Lotteria di Capodanno appare come la sorella povera del Superenal8).

Ma non è solo l’esiguità delle vincite che ti ha fatto passare di moda.

E’ che oggi non si vuol aspettare. Per sapere cosa avevi vinto dovevi aspettare la fine della Domenica Sportiva… verso le 23 arrivava la proclamazione delle quote: “ai 13 va tot, ai 12 molto meno…”

L’italica stirpe è cambiata: vuol grattare e sapere SUBITO se ha vinto e quanto ha vinto!siass
(nessun grattista è stato molestato nella stesura di questo post)

Published in: on dicembre 20, 2018 at 12:12 am  Comments (3)  

The URI to TrackBack this entry is: https://ilbibliofilo.wordpress.com/2018/12/20/qui-si-coccodrilla-del-totocalcio-dal-verbo-coccodrillare-ovvero-preparare-in-anticipo-il-necrologio-di-una-celebrita-che-ha-gia-un-piede-nella-fossa-e-laltro-su-una-buccia-di-banana/trackback/

RSS feed for comments on this post.

3 commentiLascia un commento

  1. I grattisti e gli scommettitori in genere sono dei poverini.

    Piace a 1 persona

    • E’ vero: sono dei poveracci (difatti non li ho maltrattati)
      Quando vado al bar a farmi un supercappuccino assisto al triste spettacolo dei giocatori che si mettono in fila per grattare e se qualche volta vincono 5 o 10 euro li reinvestono subito in altre giocate

      Piace a 1 persona

      • Dovrebbero studiarsi un pochino di probabilità e statistica

        "Mi piace"


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: