CHESIL BEACH: come sposare Saoirse Ronan e vivere infelice e scontento

Serata da POLPETTE E CRESCENTINE (bisognerà che recensisca questo ristorante prima o poi) e discussione sul film di cui ora anticipo la

TRAMA ESSENZIALE (alla fine del postaccio, per chi vuol saperlo, vi racconto come va a finire)

Si amano e (dopo un fidanzamento presumo breve) si sposano vergini. Nel 1962 non era raro. Ma la prima notte, anzi il primo pomeriggio, non riescono a fare gol.

Può capitare di fare cilecca, non facciamone un dramma. Ma qui è rottura totale. Divorzio.
chesil

Prima di concludere la storia una sosta per porre alcune domande

  1. First question. Quando si hanno gusti troppo diversi può finir bene? Dovete sapere che lui stravede per Chuck Berry e lei pensa solo a Mozart, Haydn, Schubert…
  2. Second question. Le differenze sociali contano o no? Lei nasce altolocata, lui viene da un ambiente più modesto e la prospettiva di lavorare nell’azienda del suocero non è allettante.
  3. Third question. Si può immaginare un tanghero più tanghero di Mr. Ponting? A parte tutto osservate com’è scorretto mentre gioca a tennis con il futuro genero.

beach

Volete sapere come finisce il film?

Se proprio insistete vi accontento.

Sono stati sposati per 6 ore.

Si rivedono 45 anni dopo (1962+45=2007): lei (famosa violinista) è sul palco, lui (triste ma ancora innamorato) occupa il posto 9 della terza fila. E scende una furtiva lacrima…

tear

Published in: on novembre 26, 2018 at 12:33 am  Comments (6)