Consigli a Mr. Guadagnino per il suo prossimo film e consigli ai frati dell’Antoniano di Bologna per la loro futura programmazione (in appendice, giudizio su una trilogia piena di Sfumature)

Mi perdoni, sig. Guadagnino, ma la scena con la pesca non mi è piaciuta molto. Si potrebbe rifare con un cocomero?
coc

Per associazione di idee mi è venuto in mente che il film CHIAMAMI COL TUO NOME lo danno ancora a Bologna.

Al cinema Antoniano, quello dei frati.
immag

Non so perché abbiano scelto proprio CCTN.

Se sperano di staccare molti biglietti, consiglio di cambiare programmazione. Avranno sicuramente più spettatrici con le 50 SFUMATURE DI CACCA DI ROSSO che sta avviandosi a cifre record (più di 12 milioni di euro in 2 settimane).

Come dice, Padre?

Come film non vale niente, i topi delle sue fogne recitano meglio e la sceneggiatura è in realtà una scemeggiatura?

E con questo? (stavo per usare un’espressione romanesca che finisce con -azzi? ma mi sono trattenuto)

Agli spettatori (e alle spettatrici) non interessa se il film è fatto bene.

Interessa che sia la solita menata di Cenerentola che sale dalle stalle alle stelle, arrampicandosi su manette, fruste et similia, dribbla le insidie delle sorellastre (le solite rivali ciniche e avide, mentre LEI è spinta solo da un amore puro e disinteressato), riesce a sposarlo, a tenerselo stretto e alla fine arrivano anche i figli maschi.

Insomma, un classico.

L’unica cosa che non capisco è il colore rosso.

Se incontro Picasso gli chiedo un parere.
periodorosso

Annunci
Published in: on febbraio 24, 2018 at 10:19 am  Comments (5)  
Tags: , , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://ilbibliofilo.wordpress.com/2018/02/24/consigli-a-mr-guadagnino-per-il-suo-prossimo-film-e-consigli-ai-frati-dellantoniano-di-bologna-per-la-loro-futura-programmazione-in-appendice-giudizio-su-una-trilogia-piena-di-sfumature/trackback/

RSS feed for comments on this post.

5 commentiLascia un commento

  1. ah ah, forte quella del cocomero… sicuramente a Rocco non basterebbe una pesca (perdona la battuta scurrile) 😀
    ma davvero danno CMBYN nel cinema dei frati? the times they are a-changing, oppure lo hanno messo senza sapere di che parlava?
    o forse ha ragione Guadagnino quando dice che CMBYN è un film per famiglie?
    io quando ho letto sta cosa ho detto: WTF! film per famiglie?
    va bene tutto, ma io ero rimasto a La bella e la bestia, La fabbrica di cioccolato…
    sarà che io sono un po’ all’antica 😀 😀
    ciao

    Piace a 1 persona

    • Sono all’antica anch’io e mi chiedo la stessa cosa.
      Quale imperscrutabile motivo ha spinto i fratacchioni a programmare una storia che proprio “per famiglie” non è?

      Piace a 1 persona

  2. Vorrei ricordare che il film sull’anguria esiste eccome e si intitola Il gusto dell’Anguria, è del 2005, ed è stato girato dal TaiwaneseTsai Ming Lang, che per questo film ha ricevuto tre premi al Festival di Berlino, fra cui quello della critica e quello al miglior contenuto artistico. Film insieme erotico e disperato, altro che il film di Guadagnino! Ed è anche un bel film, che ha molto scandalizzato a suo tempo. Sono contenta che i ” fratacchioni” si mostrino più cinefili del previsto e abbiano cominciato ad aprire le loro porte anche a quell’amabile adolescente di CMBYN, in cerca della propria identità sessuale come tutti a quell’età (i loro confratelli d’antan lo sapevano benissimo, d’altra parte: come i cinefili che abbiano visto Spot Light, La mala education, El Club! )

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: